Go Down

Topic: Giocando con l'Attiny85 (Read 48 times) previous topic - next topic

leo72


Ma TinyISP con 1.0 serviva solo per i Tiny o si poteva usare anche per gli altri micro?

Veramente credo che quello sketch si chiamasse TinyISP per dire che era "ridotto" rispetto all'ArduinoISP, non che fosse destinato a programmare gli Attiny. Difatti Testato lo aveva avuto da un utente del forum internazionale ed era una rielaborazione dell'ArduinoISP per aggirare il problema che la versione allegata alla 1.0 non funzionava.

Quote

Poco fa un utente (a cui ho consigliato di scaricarsi la ArduinoISP101LM  ;)) mi ha scritto "Programmo con facilità che definirei "scandalosa" e a diverse frequenze di clock: ATtiny85, ATtiny84, ATMega328, ATMega1284".

Ma riferito a quale sketch? TinyISP o ArduinoISP101LM?

Quote

Lo stesso utente mi ha dato una notizia che ignoravo: da quanto mi risulta noi no siamo riusciti a variare i fuses dei tiny da IDE, forse a motivo dei bootloader finti del core; lui sostiene che con la 1.0, inviando il bootloader (stessa tecnica ISP del 328P) programma tranquillamente i fuses dei tiny; conferme? qualcuno può aggiungere approfondimenti per favore?

Non confermo e non smentisco (sono ancora mezzo arrocchettato di salute per poter mettermi a spippolare coi micro, oggi) però la cosa ha una sua logica, se pensi che con la 1.0 è cambiato il modo in cui l'IDE interagisce con avrdude.

Michele Menniti

Riferito a TinyISP

Sarebbe una gran cosa quando confermerai..... forse ciò che mi convincerebbe a cercare di far funzionare l'1.0.1-rc1 :smiley-sweat:
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72

Credo che la facilità con cui il tipo programma i vari micro non dipenda dallo sketch usato (d'altronde, quello è un firmware che risiede sull'Arduino) ma proprio dalla versione dell'IDE. Dalla 1.0 hanno cambiato la gestione degli MCU rendendola più snella: l'IDE è più slegata dall'hardware rispetto alle versioni precedenti, che bene o male erano incentrate sull'Arduino e basta.

Testato

calcolando che con la ide 1 si caricano ufficialmente micro senza bootloader, sarebbe ottimo che gestisse i fuse.
Diventerebbe tutto piu' user friendly, poter caricare lo sketch su un micro vergine modificandogli anche i fuse in un solo colpo.

e' da testare  :)
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Michele Menniti


calcolando che con la ide 1 si caricano ufficialmente micro senza bootloader, sarebbe ottimo che gestisse i fuse.
Diventerebbe tutto piu' user friendly, poter caricare lo sketch su un micro vergine modificandogli anche i fuse in un solo colpo.

e' da testare  :)

No, aspetta, a me ha spiegato e mi pare di averlo specificato, che lui cambia i fuse caricando il bootloader, che io ricordo essere una specie di file finto, poi carica gli sketch, tutto via ISP esattamente come facciamo con il 328P.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up