Go Down

Topic: da 5v a 12v come fare? (Read 3 times) previous topic - next topic

leo72

Sulla carta il limite max sarebbe 20V ma quello "raccomandato" è 12V.

uwefed

#16
Apr 05, 2011, 11:57 pm Last Edit: Apr 06, 2011, 02:00 pm by uwefed Reason: 1

ok quindi non ci sono problemi con qualsiasi amperaggio io voglia mettere
e nel caso voglia 24v di uscita invece di 12v?


mettiamoci d' accordo:
Voltaggio = tensione = volt
Amperaggio = corrente = ampere

per capirci meglio.

Qualsiasi amperaggio... l' alimetatore deve poterti darti al minimo la corrente che consuma il Tuo circuito senó va giú la tensione e il circuito puó non funzionare piú o avere degli errori strani.
L' arduino puoi alimentarlo con 5V dalla USB oppure dal pin 5V e la massa(attenzione alla polaritá, se inverti uccidi l'arduino) oppure con tensioni tra 7V e 12 V dalla presa alimentazione nera oppure Pin Vin e massa ( ancor attenzione alla polaritá). Se l' arduino consuma poca corrente perché l' elettronia collegata consuma poco o viene alimentata da un altra alimentazione puoi alimentare fino a 20V. Se hai 24V DC devi usare uno stabilizzatore per esempio un 7809 o 7808 e portare le 24V a 9V o 8V. Questo stabilizzatore avrá bisogno di un dissipatore di calore.

Ciao Uwe

Stilgar

E usare un semplice partitore in ingresso?
Non è consigliabile?
2 resistenze (o un trimmer) e passa la paura ... no?
Sbaglio?

Michele Menniti

Si, sbagli, la tensione varierebbe in funzione della corrente assorbita, altro che stabilizzatore! ;)
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Stilgar

Urca,
  aiutami a capire.
Se ad Arduino mettiamo un partitore da 12/5V, può variare la tensione in ingresso alla scheda?
Se è stabilizzato l'alimentatore o a batteria .. non dovrebbero esserci problemi (reminescenze di elettronica digitale di III superiore :D)

uwefed


E usare un semplice partitore in ingresso?
Non è consigliabile?
2 resistenze (o un trimmer) e passa la paura ... no?
Sbaglio?


Forse c'é un frainteso, rispondo in modo generale:

Per diminuire una tensione per misurarla con entrate analogiche va bene.
Per diminuire la tensione per alimentare qualcosa é possibile ma molto poco consigliato.

Per dimensionare un partitore resistivo e per avere una tensione in usciata stabile indipendentemente dalla corrente che esce dalla uscita si calcola che la corrente attraverso il partitore deve essere 10 volte piú grande di quello che esce dall uscita. Per un entrata Analogica che prende qualche µA non c'é problema, per una alimentazione che prende qualche decina di mA immagianti quanta corrente devi "buttare" attraverso il partitore. Esato qualche centinaio di mA.

Ciao Uwe

Stilgar

Grazie per il chiarimento ;)

uwefed


Go Up