Go Down

Topic: Usare il microcontrollore senza tutto arduino (Read 3 times) previous topic - next topic

d407336

grazie a tutti, soprattutto a menniti per la guida  :)

lesto

uff in casa non ho 100nF, ho 10nF, 33nF, 10uF... cosa mi consigliate di fate? comprare i 100nF o posso usare quelli più grandi/piccoli?
magari 3 da 33 in parallelo, ma non ne h abbastanza per fare vcc, GND e aref, magari aref lo posso collegare in parallelo con vcc?
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Michele Menniti

In realtà molte volte, se le correnti in gioco sono minime, bastano dei 47nF, al limite anche dei 33nF(al massimo gli metti in parallelo 10nF, ma devono stare cortissimi e vicinissimi al +5 del micro altrimenti non servono a molto.
Te ne servono 2, non 3, uno tra Vcc e GND ed uno tra Vref e GND; sull'alimentazione generale esterna puoi invece mettere il 10µF elettrolitico, anche se sarebbe preferibile un 47µF. Il Vref accetta in ingresso tensioni fino a 5V per stabilire il f.s. degli ingressi analogici, quindi puoi collegarlo al +5, ma per risparmiare un condensatore mi sembra stravagante.
Se non hai difficoltà logistiche un po' di 100nF (quelli piccolissimi in poliestere o ceramici) comprali, servono sempre, specialmente se pensi di poter fare altro lavoro con gli stand alone.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

lesto

come output sto usando solo un led, con resistenza da 2.2K, però ho notato che se accendo/spengo il led, la lettura analogica sfasa un po'

quindi metto il 33 tra vcc e gnd, e uno tra vref e gnd (con condensatore il più vicino possibile al pin)

non ho capito però dove mettere quallo da 10uF (tra 5V e gnd? ma allora non fa lo stesso lavoro di quelli da 33?)
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Michele Menniti


come output sto usando solo un led, con resistenza da 2.2K, però ho notato che se accendo/spengo il led, la lettura analogica sfasa un po'

quindi metto il 33 tra vcc e gnd, e uno tra vref e gnd (con condensatore il più vicino possibile al pin)

non ho capito però dove mettere quallo da 10uF (tra 5V e gnd? ma allora non fa lo stesso lavoro di quelli da 33?)

Quello da 33nF filtra eventuali disturbi sull'alimentazione, invece il 10µF (che è molto più grande) serve per dare stabilità alla tensione, ripeto l'ideale sarebbe un 47µF, da collegare in un punto qualsiasi tra +5 e GND. Se hai collegato assieme +5V e Aref la sfasatura è data proprio da questo, infatti appena varia il carico anche la tensione tende a variare; ma questo dovrebbe succedere se hai una schifezza di alimentatore e con una variazione di consumo più consistente, un led con una R da 2,2K (che è esagerata) si dovrebbe accendere a malapena, sicuro che non sia da 220Ohm? il led è 3 o 5mm? quanta luce fa?
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up