Go Down

Topic: Interfacciarsi con un vecchio navigatore gps (Read 3758 times) previous topic - next topic

InfraRozzo

È possibile collegare arduino con un vecchio navigatore gps?
I moduli costano un tantino troppo, mentre i navigatori "rotti" si trovano con facilità sia su internet che in città (portaportese :D).

Ma collegarli...è difficile? i moduli usati nei navigatori sono integrati o sono identici a quelli venduti su internet?

ratto93

Io ho aperto più di qualche GPS rotto e non ho trovato nulla di utilizzabile...
avevo trovato dei moduli GPS su ebay a 19 dollari....
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

ratto93

Come questi....
basso costo e poche pretese :)
http://cgi.ebay.it/New-TTL-GPS-Module-For-Arduino-uController-/230626103702
Usati...
http://cgi.ebay.it/NMEA-TTL-DATA-5V-Sirf-II-GPS-Module-Board-With-Antenna-/180592192165
Questo ma costicchia....
http://cgi.ebay.it/GPS-SirfStarIII-Module-UART-TTL-output-GPS-1002-/220727163741?pt=UK_BOI_Electrical_Components_Supplies_ET&hash=item33645d3b5d
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

superlol

secondo me dipende dal navigatore. magari metti una foto che trovi il nome dei componenti e ci saldi fili in uscita, non una cosa dignitosa ma potrebbe funzionare..
Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

ratto93


secondo me dipende dal navigatore. magari metti una foto che trovi il nome dei componenti e ci saldi fili in uscita, non una cosa dignitosa ma potrebbe funzionare..

Il fatto è che sono super integrati.... e non si riesce ad usarli :(
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

f.schiano

Probabilmente non riusciresti a cavarci nulla perché i moduli GPS interni ai navigatori utilizzano dei protocolli cosiddetti proprietari.

Il protocollo di comunicazione è il "linguaggio" con cui i vari componenti dell'impianto domotico dialogano fra loro.
Il protocollo di comunicazione può essere "proprietario" oppure "standardizzato".
Un protocollo proprietario è generalmente ad uso esclusivo del produttore delle apparecchiature e può comunicare con altri protocolli solo mediante opportune interfacce.
Un protocollo di comunicazione "standard" è invece un protocollo le cui caratteristiche sono state concordate fra vari produttori e che consente una maggiore intercambiabilità dei componenti. Il più famoso protocollo standard è l'EIB/KNX.

Tradotto in parole povere, i produttori fanno si che tu non sappia il modo per far comunicare i pezzi dei loro oggetti in modo che qualunque cosa succeda tu devi rivolgerti a loro. Io sogno un mondo tutto open e free, come tutti probabilmente, ma é un'utopia enorme!!!

Ciao
L'impossibile...richiede solo piu' tempo!

astrobeed


Probabilmente non riusciresti a cavarci nulla perché i moduli GPS interni ai navigatori utilizzano dei protocolli cosiddetti proprietari.


La stragrande maggioranza dei GPS di questo mondo escono con i dati in formato NMEA  0183, altrimenti non potresti usarli con i vari programmi, inoltre tutti i chipset per GPS a standard NMEA hanno sempre un'uscita seriale standard, al limite c'è da adattare i livelli di tensione.
Basta vedere quale chipset è utilizzato, che non è prodotto da chi fa il GPS vero e proprio, scaricarsi il data sheet e vedere dove si trova l'out seriale.
Quanto sopra si appplica pure ai GPS cartografici integrati, p.e. il TomTom, dentro c'è un normalissimo chipset GPS, e sono sempre a standard NMEA, l'equivalente di un PDA con sopra Linux, o raramente un S.O. proprietario, ma i dati arrivano sempre e comunque col protocollo NMEA.

superlol

io credo comunque che i protocolli siano tutti standardizzati per una questione di costi: se devo avere persone che fanno integrati, SO da 0, protocolli proprietari ecc per guadagnare sul gps non devo venderlo a 300€ ma a 3000€
Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

astrobeed


io credo comunque che i protocolli siano tutti standardizzati per una questione di costi: se devo avere persone che fanno integrati, SO da 0, protocolli proprietari ecc per guadagnare sul gps non devo venderlo a 300€ ma a 3000€


Esatto, chi produce gli apparati GPS i vari chipset li acquista pronti all'uso dai vari produttori specializzati i quali, per ovvi motivi, li realizzano rispettando i vari standard industriali.
Nei rarissimi casi di chipset personalizzati i costi sono veramente enormi, solo la maschera per la fotoincisione del chip costa centinaia di miglia di dollari, se non si producono milioni di pezzi non conviene assolutamente realizzare IC custom.
Sempre per stare in tema GPS, lo standard NMEA prevede che sia sempre presente l'uscita seriale con queste caratteristiche :

Baud rate   4800
bit di dati   8
stop bit       1
parità        no
handshake no

Esiste una variante del NEMA 0183 denominata 0183-HS che prevede la velocità della seriale fino a 38400 bps, viene usata sui GPS in grado di fornire i dati della posizione più velocemente di una volta al secondo.
Alcuni chipset GPS di ultimissima generazione incorporano nello stesso IC sia la porta seriale che la connessione USB, la connessione seriale, tipicamente a livelli CMOS 3V, viene usata per il bluetooth se presente.

superlol

caro InfraRozzo inizia a cercare i datasheet dei componenti e prova a collegare dei fili ai pin giusti :D

@astrobeed (andando un po OT):
tu che te ne intendi quanto costa produrre un microcontrollore del tipo atmega 328? (solo la parte hardware, niente menti dietro ;) )
Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

astrobeed


@astrobeed (andando un po OT):
tu che te ne intendi quanto costa produrre un microcontrollore del tipo atmega 328? (solo la parte hardware, niente menti dietro ;) )


Dipende da cosa intendi per "solo parte hardware".
Se vuoi sapere il costo reale di produzione, inteso come materie prime e vari costi di lavorazione, di un componente elettronico mediamente complesso come un 328 parliamo di poche decine di cent, ma a questo costo manca quello della progettazione del componente che è enorme e deve essere spalmato sui vari chip prodotti.
Per capire i prezzi reali devi guardare quelli per grossi lotti di componenti e non quello che lo paghi nel negozietto sotto casa, da Digikey l'ATmega 328 per 6.000 pezzi costa 1.8 Euro (+iva), se ne compri decine di miglia all'anno ancora meno.

superlol

intendevo i costi di una maschera per incisione di un microcontrollore come un atmega 328 o per cambiare architettura un dsPIC33FJxxxxx
Il nuovo forum italiano sull'elettronica: http://www.electroit.tk/ <--- Nuovamente online!

astrobeed


intendevo i costi di una maschera per incisione di un microcontrollore come un atmega 328 o per cambiare architettura un dsPIC33FJxxxxx


Dipende molto dalla tecnologia costruttiva, cioè dalla scala di integrazione, maggiore è il numero di componenti per centimetro quadrato e maggiore è il costo, si va dai 30-40k Dollari per i normali IC a porte logiche fino ad arrivare a molte centinaia di miglia di Dollari per i microprocessori più complessi.
Tieni questi costi come molto indicativi, mi sono stati forniti diversi anni fa da un amico che lavora in Intel e si occupa proprio della produzione dei componenti.

jumpjack

Io ho verificato che sui miei vecchi Royaltek bluetooth (pagati all'epoca 60 euro) ci sono tantissimi "test point", da uno dei quali escono degli "strani  segnali digitali", che probabilmente sono la versione seriale dei dati trasessi via bluetooth. Pero' non sono ancora riuscito a decodificarli (non che mi sia impegnato più di tanto...).

Se, a proposito, mi sapete aiutare... magari potrebbe servire anche a qualcun'altro:
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2350286
http://www.gpspassion.com/forumsen/topic.asp?TOPIC_ID=140045

Credo che convenga "puntare" sui semplici ricevitori, senza schermo e pulsanti, per fare un po' di "hacking". ;-)

ratto93


Io ho verificato che sui miei vecchi Royaltek bluetooth (pagati all'epoca 60 euro) ci sono tantissimi "test point", da uno dei quali escono degli "strani  segnali digitali", che probabilmente sono la versione seriale dei dati trasessi via bluetooth. Pero' non sono ancora riuscito a decodificarli (non che mi sia impegnato più di tanto...).

Se, a proposito, mi sapete aiutare... magari potrebbe servire anche a qualcun'altro:
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2350286
http://www.gpspassion.com/forumsen/topic.asp?TOPIC_ID=140045

Credo che convenga "puntare" sui semplici ricevitori, senza schermo e pulsanti, per fare un po' di "hacking". ;-)


visto che dovrebbero comunicare con il bluetooth dati seriali si prende un modulo BTM-182 e lo colleghi all' arduino e così hai i dati seriali disponibili :):)
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Go Up