Pages: [1]   Go Down
Author Topic: LED come cella solare / sensore di luce  (Read 1696 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Milan
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 2
Posts: 1128
gioblu.com
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao!! Ho preparato un video e un articolo sulla sperimentazione che sto conducendo sui LED. Questi producono elettricità se colpiti da radiazioni luminose.
A sole diretto si ottengono 1.2 1.3v con un LED da 5mm 908nm ir. 0.8v con un LED giallo con illuminazione neon.
In questi giorni misurero' la corrente per calcolare i mw prodotti sono curioso di sapere quanti LED al sole servono per accendere un LED dello stesso tipo.
Lasciando perde i pannelli solari a LED  smiley-mr-green o gli schermi a LED usati come pannelli solari  smiley-mr-green smiley-mr-green, questa tensione risulta utile per percepire la luce ambientale, luce riflessa di un eventuale emettitore (se si vuole avere un sensore di prossimità) o ancora meglio onde quadre  smiley-mr-green (se si vuole ricevere bytes  smiley-mr-green)!!
http://www.gioblu.com/tutorials/elettronica/250-led-usato-come-cella-solare-o-sensore-di-luce



Per visualizzare la tensione prodotta dal LED ho usato grapher: http://www.gioblu.com/tutorials/programmazione/219-visualizzatore-grafico-con-processing-grapher-10
« Last Edit: September 10, 2011, 02:18:07 am by gbm » Logged

Community robotica / programmazione Arduino
www.gioblu.com

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 21
Posts: 2416
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il rilevatore di distanza di oggetti lo vedo molto male, non tutti gli oggetti riflettono la luce allo stesso modo ed inoltre la luce che torna indietro è in genere molto bassa a meno di oggetti metallici o specchi, se il led luminoso come fotoresistenza è diciamo già poco sensibile, si riuscirà ad ottenere qualcosa?

Comunque complimenti per condividere le tue scoperte, io non conoscevo grapher, sicuramente strumento molto utile!
Ciao e in bocca al lupo
Logged

Milan
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 2
Posts: 1128
gioblu.com
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao grazie della risposta.
Con un metodo differente (non analogico ma digitale) si ottengono fino a 5 metri di range di rilevamento (con poca luce ambientale), utilizzando un semplice LED infrarosso.
Dai un occhio a questo tutorial in cui in fondo, nei video è visibile da quanto distante (misurato con metro) è in grado di percepire il riflesso  smiley-mr-green.
http://www.gioblu.com/tutorials/sensori/59-sensore-prossimita-led
« Last Edit: September 10, 2011, 03:53:42 am by gbm » Logged

Community robotica / programmazione Arduino
www.gioblu.com

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ma gli infrarossi sono già una cosa diversa dalla luce visibile. Cmq può essere carino fare una placca di led per "vedere" se qualche ombra gli passa davanti (per "ombra" intendo un qualche oggetto o persona che possa transitare).
Logged


0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Ciao!! Ho preparato un video e un articolo sulla sperimentazione che sto conducendo sui LED. Questi producono elettricità se colpiti da radiazioni luminose.

Bello ed istruttivo, principalmente grazie a grapher. Visto che ci sei potresti andare anche oltre la sperimentazione. I diodi 1n914 o 1n4148 producono anche essi una d.d.p con il vantaggio di non avere la lente integrata che c'è nei led. Questa lente è pensata per fare il lavoro inverso a quello che vuoi tu, in genere l'emissione luminosa viene concentrata in un ristretto angolo di visione di circa 20°, mentre per produrre una d.d.p bisognerebbe fare l'operazione inversa, in pratica girando sotto sopra la lente puntando il fuoco verso la giunzione del led. Una possibile soluzione è quella di spianare un led, eliminando la lente, ma poi la superficie deve essere levigata a specchio, allora usare un monocolo per raccogliere e concentrare la luce sulla giunzione del led, procedendo per via sperimentale.

Il diodo in contenitore trasparente essendo privo di lente si presta meglio a questo tipo di sperimentazione. Io feci questo tipo di esperimenti negli anni novanta, e ad essere sincero non ricordo cosa venne fuori di preciso, e come al solito non ho documento nulla.

Ciao.

 
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Pages: [1]   Go Up
Jump to: