Go Down

Topic: Invenzioni Italiane fatte all'estero e ricomprate dagli Italiani a caro prezzo! (Read 3556 times) previous topic - next topic

Etti

Ciao....., come al solito le cose buone dell'Italia non sono fatte in Italia ma all'estero per poi essere rivendute in Italia a caro prezzo  $) e con marchio "Made in Italy" altra bugia, Made significa creato e fatto, "creato" essendo di dominio open suorce è un progetto internazionale dunque non è più esclusivo Italiano ma lo riguarda solo la parte storica, ma sono "fatti" in Cina dato che è fatto la, Made in China o "CE" = China Export!
Capisco anche la piattaforma Open source che spinge a un linguaggio internazionale, ma qualche libretto lo si può scrivere anche in Italia e in Italiano,  visto poi che il lavoro scarseggia diventiamo anche noi un po cinesi, ]:D.....O NO!
E' solo la mia oppinione  :. !!!
Comunque un bel progetto niente da dire :smiley-zipper:
Buon lavoro a tutti.......... ;) ....ciao!

astrobeed


Ciao....., come al solito le cose buone dell'Italia non sono fatte in Italia ma all'estero per poi essere rivendute in Italia a caro prezzo  $) e con marchio "Made in Italy" altra bugia,


Per tua informazione, tutte le schede originali di Arduino sono prodotte in Italia quindi il made in Italy è corretto e giusto che ci sia.

Etti

Ottima cosa, peccato che in vendita trovo solo quelle cinesi!
Dove acquistare le originali?

astrobeed


Ottima cosa, peccato che in vendita trovo solo quelle cinesi!
Dove acquistare le originali?


Dai rivenditori ufficiali, trovi qui l'elenco completo, oppure direttamente sullo store ufficiale di Arduino.

uwefed

@Astrobeed,
non tutti gli Arduini originali (quelli che portano legittimamente il nome Arduino) sono prodotti Made in Italy. Alcuni modelli sono prodotti da terzi con autorizzazione come per esempio l' Arduino mini  e l' Arduino mini Pro che vengono prodotto dalla sparkfun. Comunque quelli Made in Italy sono prodotti in Italia.

@Etti
Non mi piace questa Tua discusione polemica perché é polemica e sopratutto perché Ti stai sbagliando di grosso.
I modelli Arduino made in Italy sono certificati:
CE (Comunitá Europea e NON china export) Non so dirti quali Direttive ma normalmente il minimo é la direttiva compatibilitá elettromagnetica (CEE 89/336, e dal 19. luglio 2009  2004/108/CE) e bassa tensione (CEE 73/23 aggiornata dalla CEE 93/68 e sostituita dalla 2006/95/CE) se il prodotto lavora con tensioni tra 50V e 1000V alternata per qualche prodotto. http://it.wikipedia.org/wiki/Marcatura_CE
FCC (marchio americano della Federal Communications Commission) http://www.fcc.gov https://fjallfoss.fcc.gov/oetcf/eas/reports/GenericSearch.cfm
ROHS Compliant http://it.wikipedia.org/wiki/Normativa_comunitaria_RoHS
e
Impatto Zero (zero carbon footprint) http://www.lifegate.it/it/eco/profit/impatto_zero/progetto

Ciao Uwe

leo72

Concordo con Uwe, prima di accusare qualcosa o qualcuno è sempre bene documentarsi. Se abitualmente compri da canali esteri (cinesi) è normale che trovi solo tarocchi. Ma questo è un altro punto contro di te perché invece di acquistare da negozi online italiani, dai i soldi all'estero. Che tu compri all'estero lo dimostra il fatto che non conosci neanche uno dei numerosi negozi del suolo italico.

ratto93


Concordo con Uwe, prima di accusare qualcosa o qualcuno è sempre bene documentarsi. Se abitualmente compri da canali esteri (cinesi) è normale che trovi solo tarocchi. Ma questo è un altro punto contro di te perché invece di acquistare da negozi online italiani, dai i soldi all'estero. Che tu compri all'estero lo dimostra il fatto che non conosci neanche uno dei numerosi negozi del suolo italico.


Devo anche io concordare con chi mi ha preceduto...
Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Federico

Federico - Sideralis
Arduino &C: http://www.sideralis.org
Foto: http://blackman.amicofigo.com

pablos

La prima cosa che ho notato quando è arrivata la scatola è proprio il fatto che non c'era un etichetta, un simbolo ne sulla scatola ne sulle schede, nessun foglietto, solo qualche adesivo Arduino
Sarebbe corretto saperlo se è conforme o meno, comunque prima di accusare qualcuno è bene prendere informazioni, avevo già scritto alla

Arduino Store - powered by:
GHEO SA - Rappresentante fiscale Dott. Maurizio Conti
Via delle Rose, 8
10025 Pino Torinese
P.IVA: 10474630018 C.F.: 90026710013

che me l'ha venduta, sono ancora in attesa di risposta.
Se è privo di tale marchio, l'unica responsabilità è di chi la installa a terzi commettendo violazione e soggetto a sanzione. In pratica la usi solo a casa tua.

Un marchio CE costa parecchio, devi aprire bene il portafoglio in quanto il tuo componente deve sottostare ad una serie di test che costano decine di migliaia di Euro.
Dopo che hai fatto tutto, redigi la tua bella dichiarazione di conformità, immetti il tuo prodotto nel mercato che a conti fatti costa qualche decina d'Euro perchè devi pure ammortizzare la spesa del laboratorio o delle attrezzature che hai usato per i test. A questo punto il prodotto costerebbe 100-200 euro non ne venderesti nemmeno uno visto che i bravi Cinesi te lo vendono a 10 euro con certificato falso, dato che il loro marchio non è nemmeno registrato.

qui comunque trovate una descrizione del marchio CE e gli obblighi
http://www.ce-marcatura.it/2009/11/13/marcatura-ce/

saluti
no comment

leo72

Il mio Arduino UNO è arrivato con la sua scatolettina ed all'interno un foglietto illustrativo redatto da SMART Projects che è il costruttore materiale della scheda (italiano, con sede a Scarmagno, TO). In fondo riportava i loghi Italia, CE, FCC, Zero Impact e ROhS Compliant.
Il foglietto è quello che si vede in queste foto:
http://handsonarduino.blogspot.com/2011/01/arduino-in-hand.html
Tu non hai questo foglietto?

Federico Vanzati

Quote
La prima cosa che ho notato quando è arrivata la scatola è proprio il fatto che non c'era un etichetta, un simbolo ne sulla scatola ne sulle schede, nessun foglietto, solo qualche adesivo Arduino


dipende da quando lo hai comprato...da quando hanno creato il logo a forma di infinito vengono inscatolati in una confezione di cartone turchese/arancione che oltre alla scheda e agli adesivi contiene un fogliettino che spiega un po' cos'è Arduino, ti cito un pezzetto che smonta le vostre tesi:

Quote
All components and solder allys used in this product comply with the RoHS Directive. The RoHS Directive prevents all new electrical and electronic equipment placed on the market in the Europian Economic Area from containing more tha agreed levels of lead, cadmium, mercury, hexavalent chromium, poly-brominated biphenyls (PBB) and polybrominated dyphenyl ethers (PBDE).
All boards are labelled with the CE logo, as they meet the electromagnetic compability standardsset by the EU.
All boards are tested to meet EU consumer safety, health and environmental requirements.


sul retro invece trovi scritto quali norme FCC hanno rispettato.

anche la mia duemilanove oltre alla uno è marchiata CE

@Etti: La polemica rispetto al Made in Italy, lascia il tempo che trova. Tornando al fogliettino, c'è anche un paragrafo che descrive in modo accorato perchè le producono in italia.
F

pablos

Non c'era, ho ancora la confezione sulla scrivania, ma se esiste mi fa molto piacere ne chiedo una copia, giusto per restare in regola.
La mia non vuol essere una polemica arrogante si intenda, il lavoro di Massimo Banzi, è eccellente con un margine di guadagno ridicolo, se esiste anche una conformità l'opera diventa veramente completa.

Grazie per il link LEO

X Etti
"dunque non è più esclusivo Italiano ma lo riguarda solo la parte storica"
A Banzi non interessa che lo copino e lo rivendano i cinesi, a lui interessa che venga riportato il marchio Arduino, almeno quello dai.
leggi la storia di Arduino qui http://mag.wired.it/rivista/storie/hai-un-idea-geniale-fai-come-mr-arduino-regalala-e-diventa-ricco.html#content

ciao
no comment

Federico Vanzati

Quote
A Banzi non interessa che lo copino e lo rivendano i cinesi, a lui interessa che venga riportato il marchio Arduino, almeno quello dai.


Mi sembra chiaro, che se è open source prendi lo schema e lo puoi fare liberamente.
Può essere immorale solo quando chi lo produce sfrutta i lavoratori, non rispetta le norme comunitarie (magari in cina non ne hanno quindi non sono tenuti a rispettarle) e copia anche il nome per spacciarlo per originale.

Le unica cose tutelate da copyright sono il nome e il marchio, se vuoi usarli devi essere autorizzato, non puoi farlo liberamente. E sicuramente per ottenere l'autorizzazione si vorranno assicurare che rispetti certe regole. Ne va del nome
F

uwefed

C'é il copyright anche sul layout originale.
Per maggiori informazioni leggete i FAQ : http://arduino.cc/en/Main/FAQ

Un produttore che importa un prodotto nella comunitá europea é obligato seguire l'iter per ricevere o essere a posta per autocertificare la conformitá CE per le direttive a cui deve sottostare il prodotto. Deve esserci anche una ditta di riferimento o l'importatore con sede nella comunitá europea.

@pablos71
Tu hai un arduino uno o un 2009?

I cinesi e tutti gli altri possono copiralo, ma non possono venderlo come "Arduino"

Ciao Uwe

pablos

Arduino mega ADK http://www.arduino.cc/en/Main/ArduinoBoardADK

bye

no comment

Go Up