Pages: [1]   Go Down
Author Topic: Circuito stampato: dove? E il contenitore?  (Read 1059 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Sistema solare - Terra
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Salve a tutti!
Ho iniziato qualche mese fa ad usare la piattaforma Arduino e devo dire che e' veramente un bel prodotto.
Siccome sto ultimando un progetto, avrei alcune domande.

Ho progettato e testato su breadboard un regolatore per la fascia riscaldante che uso per il telescopio. In pratica questa fascia si collega, con una spina tipo accendisigari, direttamente alla batteria che uso per alimentare il telescopio quando non sono dietro casa. Siccome senza questa fascia si appanna la lente frontale, ma tenendola sempre accesa consuma parecchia corrente e crea moti convettivi nel tubo ottico (che ovviamente penalizzano l'osservazione/astrofotografia), ho pensato di costruire questo regolatore. I componenti che ho usato sono, oltre all'Arduino, un PCF8574 per controllare via bus I2C il display LCD 16x2 (rigorosamente rosso su nero smiley-grin ). Al bus I2C e' collegato anche un 24LC256, che per ora serve per memorizzare i parametri, ma ho intenzione di usarlo in futuro come datalogger per temperatura e umidita' (mi serve per gli scatti di calibrazione per l'astrofotografia dato che la temperatura influisce su diversi aspetti). La temperatura e' rilevata sulla board da un sensore RHT3 e ho predisposto un connettore per installare un termistore o un LM35 (alimentato in parassite) vicino alla lente del telescopio (in modo da attivare il riscaldamento solo se la temperatura vicino alla lente e' intorno al punto di rugiada). Utilizzo un mosfet come relay per attivare e disattivare l'alimentazione della fascia riscaldante. Oltre alla regolazione in base al punto di rugiada, ho predisposto il software per attivare il riscaldamento in base all'umidita' relativa (secondo delle fasce), secondo intervalli specificati manualmente oppure si puo' lasciare sempre acceso o sempre spento. Il sistema e' controllato con 4 tastini collegati su un'unica porta analogica.
Gia' che c'ero ho messo anche un partitore di tensione per misurare la tensione della batteria e una resistenza di shunt in serie prima del pin da cui parte il cavo che torna alla batteria per calcolare la corrente assorbita dal tutto.

La prima domanda e' la seguente: controllo la retroilluminazione del display attraverso un transistor la cui base e' collegata attraverso un resistore ad un pin dell'Arduino. Ho fatto la stessa cosa per il contrasto, ossia viene regolato attraverso un transistor. Su internet ho visto che quasi sempre il contrasto e' regolato attraverso un trimmer: ci sono controindicazioni per il metodo che ho seguito io?

Siccome il progetto e' ultimato, ossia non ho intenzione di aggiungere altri componenti, e il tutto funziona, avrei intenzione di creare un circuito stampato. Dato che non ho molta dimestichezza col maneggiare acidi o sostanze pericolose, preferirei ordinare il circuito su qualche sito piuttosto che prepararlo a casa. Ho visto pero' che i prezzi su internet sono decisamente alti. Non ho molte pretese: si tratta di un circuito a singola faccia e non mi interessa serigrafare nulla sopra. Mi sapreste consigliare qualche sito che ha prezzi accessibili per stampare circuiti?

L'ultima domanda riguarda il contenitore. Devo dire che in effetti questo aspetto potrebbe modificare il layout dello stampato, per questo vorrei risolverlo prima di realizzare il prototipo su board. Se volessi collocare il circuito in una scatola di plastica, come posso fare per bloccare tutti i pezzi dentro di essa? In linea di massima le parti che andrebbero inserite sarebbero il display LCD (che posso collegare con un pezzo di ribbon cable), Arduino e il circuito stampato con tasti, LED e componenti. Ho trovato delle scatoline che potrebbero andare bene (tipo quelle di plastica degli alimentatori), ma non ho proprio idea di come bloccare le schedine dentro.

Grazie!

Stefano
« Last Edit: December 06, 2011, 03:37:58 am by Chrono251 » Logged

Chrono251 - Stefano

0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 131
Posts: 10472
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

normalmente le schedine possiedono dei buchi per le viti, o degli spazi vuoti sui bordi per il fissaggio... nel tuo PBC dovrai prevedere.

se fai una ricerca sul forum, qualche tempo fa furono postati un sacco di siti economici nei quali spendi circa 30/40€ per uno o due PBC
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Global Moderator
Italy
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 332
Posts: 22798
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao e benvenuto.

I circuiti stampati li puoi fare eseguire da Millennium Dataware:
http://www.mdsrl.it/catalog/default_new.php
per circuiti singola faccia senza serigrafie non dovresti spendere molto. L'importante è scegliere la consegna a 10 gg, così risparmi molto.

Per pilotare il contrasto io generalmente attacco una R a valore fisso, una volta trovato il... contrasto desiderato.
Usare un transistor non credo faccia differenza. D'altronde si tratta di mettere a massa il pin del contrasto: più è a massa, più il contrasto sarà alto.

Per l'inscatolamento prevedi dei fori sulla basetta e poi usa degli spessori per fissare la basetta al contenitore. Se non vuoi forare nulla, puoi usare del biadesivo bello spesso oppure anche dei punti di colla a caldo. Se vuoi fare una cosa "professionale" per le uscite, puoi scaricare il software di questo sito:
http://www.schaeffer-ag.de/index.php?id=97&L=1
ti costruisci il pannello che desideri per il tuo contenitore, e lo ordini nel materiale che vuoi. Così puoi tirar fuori pulsantini e quant'altro e fissarli per bene.
Logged


Sistema solare - Terra
Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Grazie per i suggerimenti.
Avevo visto mdsrl, alla fine non e' male.

Se mi convincessi a tentare la produzione in casa, volevo tentare con il metodo della stampa laser + ferro da stiro. Posso aspettarmi risultati decenti?

Provero' con spessori e colla a caldo per la scatoletta.
Logged

Chrono251 - Stefano

Global Moderator
Italy
Online Online
Brattain Member
*****
Karma: 332
Posts: 22798
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se mi convincessi a tentare la produzione in casa, volevo tentare con il metodo della stampa laser + ferro da stiro. Posso aspettarmi risultati decenti?

Premetto che non ho ancora prototipato nulla in casa, il metodo del toner transfer, da quel che leggo, mi pare abbia solo come limite la precisione e le dimensioni: non puoi fare piste molto piccole o vicine, se non ricordo male quello che ho letto in giro. Ma puoi provare.
Logged


Pages: [1]   Go Up
Jump to: