Pages: [1] 2 3 ... 6   Go Down
Author Topic: Domo-BaBBuino - Domotica con Arduino  (Read 9111 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Allora...

Quella in figura è la configurzione attuale che sta funzionando nella mia abitazione.

Si tratta di un sistema che ha numerosi vantaggi, tipo funzionare con qualsiasi piattaforma che sia dotata di Web Browser.
E' a nodi indipendenti, senza un master centrale, in modo che il malfunzionamento di un nodo, non possa pregiudicare il funzionamento del sistema.

Ogni nodo è composto da un BaBBuino (nomignolo affettuoso per gli Arduino) collegato ad una serie di sensori, posti ognuno in una stanza.

Così, di ogni stanza, viene monitorata:

- Temperatura
- Umidità
- Luminosità
- Presenza umana
- Apertura e/o chiusura di una finestra

Inoltre sono state motorizzate (e controllate) tutte le tapparelle, controllate tutte le luci, attraverso dimmer con TRIAC, pilotati dai BaBBuino, con accensione e spegnimento a rampa (fade-in e fade-out)

C'è anche un BaBBuino che svolge funzone di Gestione dei Carichi, con una priorità particolare ad alcuni utilizzatori.

I BaBBuini sono poi collegati ad uno Switch PoE, che svolge anche la funzione di alimentatore, il quale è anche collegato ad un Router WiFi.

E' presente in rete un PC Touch Screen, un 19 pollici 16:9 appeso al muro, che attraverso il Browser Firefox, gestisce tutte le funzioni dei BaBBuini, tramite delle pagine WEB residenti su di essi. Non ha una gerarchia particolare e non è un nodo centrale, però svolge funzioni di WebServer verso il mondo esterno, attraverso un apposito software (Abyss), e dispone di un Firewall.

Il controllo casalingo viene anche effttuato da un Tablet PC con Win XP e un Tablet Android, che sono paritetici al PCTouch Screen.

Volevo discutere con gli appassionati di Domotica su migliorie che è possibile attuare al sitema, tenedo conto che è già operativo e funzionante e, del costo non minimale, per schede Ethernet PoE e cablaggio vario, non mi tange.

Un grazie a chi vuole partecipare costruttivamente!  smiley-lol

« Last Edit: December 06, 2011, 10:31:59 am by BaBBuino » Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 14
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ciao

beh... e' proprio quello che ho intenzione di fare a casa mia. a breve (spero) mi dovrebbero dare la possibilita' di entrarvi ed allora vorrei proprio fare un impianto domotico come quello che hai descritto tu.
L'unica cosa che vorrei aggiungere e' la gestione (quanto meno accensione e spegimento) dei condizionatori

Purtroppo a livello di programmazione sono prossimo allo zero.....   smiley-red
Per la parte elettronica, invece, non me la passo male.
A breve realizzero' l'interfaccia arduino - 220V con optoisolatori zero-crossing e TRIAC (odio i rele'!!! smiley-razz)

quindi sappi che... ti staro' alle costole!!!!

a presto

angelo
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 68
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao, posso chiederti come comandi le luci? E sopratutto, come interfacci i pulsanti/interruttori/deviatori di casa con l'arduino?
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 0
Posts: 30
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Nel mio piccolo ti posso suggerire l'idea da aggiungere, uno che potresti alimentare questi arduini con dei pannelli solari o delle piccole dinamo eoliche e poi un sistema per vedere in ogni stanza quanta energia elettrica viene usata al giorno... Oppure un sistema che giornalmente con tutti i dati faccia delle statistiche con questi dati sensoriali incrociati...

Sono sparate ovviamente, però le butto lì, non si sa mai ti facciamo venire qualche altra idea da aggiungere!
Ciao
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Le luci sono tutti faretti o lampadine ad incandescenza e sono pilotate (dimmerate) via TRIAC.

Interruttori ne ho messi pochi, e sono in parallelo al TRIAC, ma da usarsi solo in caso di malfunzionamento del BaBBuino locdale.
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Nel mio piccolo ti posso suggerire l'idea da aggiungere, uno che potresti alimentare questi arduini con dei pannelli solari o delle piccole dinamo eoliche e poi un sistema per vedere in ogni stanza quanta energia elettrica viene usata al giorno... Oppure un sistema che giornalmente con tutti i dati faccia delle statistiche con questi dati sensoriali incrociati...

Sono sparate ovviamente, però le butto lì, non si sa mai ti facciamo venire qualche altra idea da aggiungere!
Ciao

Dei sensori non me ne frega niente, ma sul consumo e il logging di questo, non è male come idea!
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 68
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Le luci sono tutti faretti o lampadine ad incandescenza e sono pilotate (dimmerate) via TRIAC.

Interruttori ne ho messi pochi, e sono in parallelo al TRIAC, ma da usarsi solo in caso di malfunzionamento del BaBBuino locdale.

beh ne avrai almeno uno per stanza immagino..e perchè dici che sono da usarsi solo in caso di malfunzionamento? normalmente come le accendi le luci? giri con il tablet?? smiley
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Le luci si accendono da sole, appena entro nel locale, grazie al Sensore di presenza ad Infrarossi (Sensore PIR) e si spengono, sempre da sole, dopo 20 sec. che sono uscito.

Cmq si, giro con il Tablet in mano! smiley-lol
All'ora della Nanna, prima di tirarmi su le coperte, tiro giù tutte le tapparelle, spengo tutte le luci "residue", controllo che tutte le finestre siano chiuse e inserisco l'allarme perimetrale, tutto dal Tablet!
Logged

Sezze (LT)
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 70
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Babbuino
Lo voglio anche iooooooooooooooooooooooooooooo smiley
Senza grandi pretese per ora dove posso trovare risorse magari in italiano che mi facessero entrare passo passo nella domotica, tanto per capirci qualcosa. Non so almeno sapere come posso comandare a distanza una lampada, una presa, o che motore usare per la tapparella e come montarlo, come interfacciare, insomma la logica.
Ad ogni modo, complimenti per il progetto che hai fatto smiley
Paolo
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 1
Posts: 169
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

e poi un sistema per vedere in ogni stanza quanta energia elettrica viene usata al giorno... Oppure un sistema che giornalmente con tutti i dati faccia delle statistiche con questi dati sensoriali incrociati...
Ciao,
Interessante  io proporrei:
- sensori ad effetto Hall,
- da qualche parte ho letto di un integrato che farebbe questo lavoro.
- MA esiste anche un progetto pubblicato su una nota risvista mensile di elettronica  da cui prendere spunto.

Luca
Logged

Offline Offline
Newbie
*
Karma: 1
Posts: 44
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao BaBBuino ti và di usare solo un BaBBuino con la connessione in rete che fa da master gli altri li colleghi con bus tipo rs485 tra i vari BaBBuini ( totale quattro fili due alimentazione e due segnali A B )sai quanto risparmi ?
Poi ti consiglio di mettere tutto su carta per pianificare decidere le tipologie di BaBBuino slave (con indirizzo).



Ciao Salvo C.


* Immagine.bmp (85.67 KB, 974x707 - viewed 85 times.)
« Last Edit: December 06, 2011, 12:30:47 pm by Salvo C. » Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

e poi un sistema per vedere in ogni stanza quanta energia elettrica viene usata al giorno... Oppure un sistema che giornalmente con tutti i dati faccia delle statistiche con questi dati sensoriali incrociati...
Ciao,
Interessante  io proporrei:
- sensori ad effetto Hall,
- da qualche parte ho letto di un integrato che farebbe questo lavoro.
- MA esiste anche un progetto pubblicato su una nota risvista mensile di elettronica  da cui prendere spunto.

Luca

I Sensori ad effetto di Hall li ho già montati nel modulo "Gestione Carichi", che mi controllano il forno elettrico, il condizionatore o le prese dei Phon in bagno. Il forno ha prioprità su tutto, quindi se c'è il forno acceso, niente Phon...

Quindi posso utilizzare lo stesso circuito e lo stesso pezzo di sketch, per implementare il controllo dell'assorbimento di corrente.

Il problema è che: metti questo, metti quello, e aggiungi quell'altro, nel BaBBuino non ci sta più niente dentro!

Ecco il sensore: (il filo ci passa dentro, quindi il controllo viene atttuato in maniera non invasiva)


Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao BaBBuino ti và di usare solo un BaBBuino con la connessione in rete che fa da master gli altri li colleghi con bus tipo rs485 tra i vari BaBBuini ( totale quattro fili due alimentazione e due segnali A B )sai quanto risparmi ?
Poi ti consiglio di mettere tutto su carta per pianificare decidere le tipologie di BaBBuino slave (con indirizzo).

Ciao Salvo C.

Non risparmio niente perchè ho già montato tutto, anzi, dovrei smontare tutto per montare questa versione.

A dire il vero, il primo progetto prevedeva proprio questa configurazione, poi ho pensato che se mi muore il Master, mi va in tilt tutta la casa. Cosa mooolto delicata visto che c'è in mezzo anche il Sistema di Allarme.

Con il mio sistema, pur dispendioso, ho una sicurezza molto maggiore per tanti motivi.

Per esempio, digitando il singolo indirizzo del BaBBuino della cucina, posso accedere direttamente a quello, ignorando tutto il resto e anche il PC centrale. E questo posso farlo anche da fuori casa, attraverso un iPhone o Android.

« Last Edit: December 06, 2011, 05:25:23 pm by BaBBuino » Logged

0
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 197
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Molto interessante l'usi dei sensori PIR per la gestione delle luci. Posso chiederti che logica usi ?
Accendi se rilevi un movimento e spegni dopo tot tempo che non rilevi più movimento ? Facendo così non rischi che se stai guardando un film o leggendo un libro la luce si spenga perchè il PIR non rileva movimenti ?
In che modo gestisci le fasce orarie per evitare di accendere la luce di giorno ? RTC o sensore di luce esterno ?
Ultima domanda  smiley-razz : come funziona il programma del controllo carichi ? Io l'ho gestito così ma non mi soddisfa molto:

Ho creato 2 soglie di corrente (soglia di sgancio e soglia di riaggancio).
Se supero la soglia di sgancio stacco il carico 1, se è ancora oltre la soglia di sgancio stacco il carico 2 ... ecc
Se sono sotto la soglia di riaggancio riattacco il carico 2, se è ancora sotto la soglia di riaggancio riattacco il carico 1 ... ecc
Insomma una specie di scaletta dove salgo se assorbo più della soglia di sgancio, scendo se assorbo meno della soglia di riaggancio e rimango dove sono se sto assorbendo una corrente compresa tra le due soglie.
Logged

Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 40
Posts: 1962
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il sensore ha integrato un monostabile che viene attivato da un primo movimento e rimane attivo per 20 sec.

Se in questo lasso di tempo avviene un altro movimento, si allunga di altri 20 sec e così via.

Se in 20 sec non fai un movimento, anche minimo, significa che sei morto o che stai dormendo.

Per la questione notte-giorno, c'è una fotoresistenza che mi da un on-off. E' un pò grezzo, perchè mi dà diversi falsi positivi, tipo quando è nuvoloso, ma ancora abbastanza luminoso. Da affinare.

Quanto alla gestione dei carichi è molto più semplice e grezzo.

E' un controllo di priorità, quindi SE il forno è acceso, non ho tensione ad altri utilizzatori "importanti".

Se ho il Phon acceso, e accendo il Forno, il Phon si spegne. Se ho il Forno acceso, NON mi si accende il Condizionatore e nemmeno la Lavatrice

Se accendo il Cond. non posso accendere il Phon e così via. L'obbiettivo è quello di non sforare i 3.5Kw della rete domestica.

Priorità:

1) Forno
2)Lavatrice
3)Condizionatore
4)Phon

Il sensore di Hall ha una tensione proporzionale alla corrente che scorre, ma lo utilizzo solo come ON-OFF, attivo al passaggio di una certa corrente (nel caso in quella presa attacco un'altro utilizzatore di potenza modesta, esce dal controllo gerarchico).
Logged

Pages: [1] 2 3 ... 6   Go Up
Jump to: