Pages: 1 [2] 3 4 ... 7   Go Down
Author Topic: domotica nella nuova casa  (Read 10387 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 17
Posts: 2746
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non riesco a capire perchè vi ostinate ad utilizzare la comunicazione PoE.
Non è più comoda una x10? o una powerline? evitate di passare tutti i cavi della lan per casa smiley

perchè dici ciò? hai degli schemi o realizzazioni pratiche fatte con powerline applicate con Arduino?

Quote
utilizzare la comunicazione PoE.
il POE è un protocollo di comunicazione o solo 4 fili che portano un alimentazione .... devo tornare a scuola!!
« Last Edit: December 23, 2011, 04:11:59 pm by pablos71 » Logged

Meglio imparare dalle cose inutili piuttosto che non imparare niente.   [Arduino Mega R3 + Ethernet shield W5100 + SD card 8Gb FAT32]

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 236
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

il POE è un protocollo di comunicazione o solo 4 fili che portano un alimentazione .... devo tornare a scuola!!

Tranquillo non sei tu che devi tornare a scuola, sono io che devo scrivere le cose meglio smiley
c'è già qualcosa su internet tipo: http://www.arduino.cc/en/Tutorial/x10

io penso che sia più semplice da montare x10... per quanto riguarda il powerline ho provato a fare qualche scheda, da solo, ma non ci sono riuscito e poi la con la 220V a momenti non ci muoio quindi ho pensato che forse era meglio lasciare stare.
ragiono cosi perchè mi  sono fissato con i fili, da passare tra i muri, con la PoE devi tirare oltre ai cavi della 220, anche quelli lan e quindi doppio lavoro!!
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 66
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

OK, adesso capisco, è interessante anche questa scelta, anzi per dirla tutta da molti anni desidero avere un sistema di spegnimento automatico delle lucoi... perché mia moglie non ne spegne UNA!!!
Lo scorso weekend è uscita di casa mentre io stavo online al pc... lasciando accese le luci di 5 stanze!!!
Fortunatamente al momento utilizzo dappertutto solo lampade a fluorescenza a risparmio energetico.

Potresti spiegarmi come fuziona un TRIAC collegato ad Arduino? so che si usa in genere ad accendere gradualmente una lampada, però credo sia possibile utilizzarlo solo per le lampade ad incandescenza quindi addio risparmio energetico quando rimangono accese? è possibile applicarlo anche alle lampade a fluorescenza?
Immagino che per accendere le luci utilizzi il TRIAC in accoppiata con un PIR, ne utilizzi uno apposito per le luci (e dove lo hai posizionato?) o sfrutti i sensori dell'impianto di sicurezza?  
Trovo a tua idea interessante... ma risulta sempre pratica? Se ad un certo punto hai bisogno di avere la luce sempre accesa come fai? puoi bloccarla manualmente da interruttore?
Logged

Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 17
Posts: 2746
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

si avevo capito che non intendevi il protocollo ehehhehe

Quote
con la 220V a momenti non ci muoio quindi ho pensato che forse era meglio lasciare stare.

Ohhh ma che hai combinato?!

Comunque anche secondo me una rete di cavi lan in una casa non la trovo una soluzione ideale, oltre al powerline che sarebbe interessante sviluppare c'e' anche il 485 che permette di fare cose molto belle

gli apparati che uso sono tutti su questo protocollo, tutti con software Plug and play si autoriconoscono e si indirizzano da soli... fantastici, li sto studiando per imitarli, ma i chip non sono standard e non posso trovare i datasheet e informazioni varie, so solo che sono prodotti in Texas per una ditta Americana.
Ma ce la farò a costo di farmi venire gli occhi a mandorla smiley
« Last Edit: December 23, 2011, 06:00:45 pm by pablos71 » Logged

Meglio imparare dalle cose inutili piuttosto che non imparare niente.   [Arduino Mega R3 + Ethernet shield W5100 + SD card 8Gb FAT32]

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 236
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

c'e' anche il 485 che permette di fare cose molto belle

Quoto in pieno!

Code:
Ma ce la farò a costo di farmi venire gli occhi a mandorla   :)

Amo questi tipi di approccio alle cose!! se ti serve una mano anche solo economica per il powerline e cose del genere smiley io ti aiuto su tutto!
Logged

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 66
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Scusate l'ignoranza... ma che pericoli aggiuntivi può portare l'adozione di un collegamento ethernet PoE?

A me non sembra una cattiva scelta, forse da più problemi per chi deve ghestire un impianto elettrico preesistente con problemi di sovraffollamento cavi, ma in generale avendo lo spazio necessario per fare passare il cavo LAN o in un impianto nuovo o da progettare non edo il problema.

Può essere una scelta non proprio adatto a un sistema di domotica, ma ha i suoi grandi vantaggi: si conosce bene il protocollo TCP/IP, la si realizza in pochissimo tempo, i vari moduli sono indipendenti e gestibili facilmente via web, nel caso del PoE ti porta anche l'alimentazione all'Arduino ...e se ne hai tanti da collegare insieme è un grosso vantaggio.
Logged

Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 17
Posts: 2746
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

ti ringrazio smiley, sul powerline un po' di schemi li avevamo trovati in rete e ne avevamo fatto un post un mese fa circa, si era offerto un utente di realizzarlo, ma è scomparso non abbiamo piu' avuto sue notizie, spero che non abbia collegato il 220v su arduino smiley
Logged

Meglio imparare dalle cose inutili piuttosto che non imparare niente.   [Arduino Mega R3 + Ethernet shield W5100 + SD card 8Gb FAT32]

Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 17
Posts: 2746
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
ma che pericoli aggiuntivi può portare l'adozione di un collegamento ethernet PoE? A me non sembra una cattiva scelta,

Ma infatti, nessuno parla di pericoli, tu fai casa nuova, quindi passare una guaina da 25 o 32 in più ti cambia poco, per me che spesso capita di lavorare su impianti già fatti può crearmi qualche problema un estensione via cavo di questo tipo. Il risultato è lo stesso, si tratta solo di valutare in campo il dafarsi.
« Last Edit: December 23, 2011, 06:11:16 pm by pablos71 » Logged

Meglio imparare dalle cose inutili piuttosto che non imparare niente.   [Arduino Mega R3 + Ethernet shield W5100 + SD card 8Gb FAT32]

Napoli
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 5
Posts: 349
Post fata resurgo
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Dario,
 interessante questo freakduino chibiduino...
visto che magari ne sai più di me provo a chiederti una cosa.
E' in grado di connettersi ad una rete wireless, protocollo b g ecc, con ip, subnet gateway?
Od il protocollo radio che implementa è come quello degli xbee, per cui serve un modulo tx ed uno rx?


Chibiduino è una scheda prodotta da Freaklabs, utilizza una radio ATMEL per connessioni punto punto nel rispetto della stessa IEEE dello XBee. Non implementa lo stack XBee, ma è possibile scriverci sopra uno stack a piacimento (limiti di RAM del processore a parte, si potrebbe anche replicare lo XBee).

Chibiduino è lo stack scritto dal produttore della scheda, è molto semplice nella sua struttura e quindi gira su Arduino lasciando spazio per altri compiti. Nel framework che ho sviluppato, vNet si pone sopra Chibiduino (e/o altri) e fornisce delle funzionalità di routing e bridging statiche (quindi non una mesh) garantendo funzionalità a mio avviso sufficienti ma meno flessibili delle mesh.

Saluti,
Dario.
Logged

Souliss - Open-source Distributed Home Automation with Arduino and Android

http://www.souliss.net
Follow at @soulissteam

@veseotech

Napoli
Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 5
Posts: 349
Post fata resurgo
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non è più comoda una x10? o una powerline? evitate di passare tutti i cavi della lan per casa smiley

Personalmente credo che la soluzione migliore sia un ibrido Ethernet - Wireless (non WiFi), è più economica. Una soluzione powerline è conveniente solo in caso di impianto nuovo, perché si risparmia in termini di alimentatori.

Il PoE anche io lo vedo come una soluzione parziale, perché limita le possibilità di gestire i carichi lato scheda.

Saluti,
Dario.
Logged

Souliss - Open-source Distributed Home Automation with Arduino and Android

http://www.souliss.net
Follow at @soulissteam

@veseotech

Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 66
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Il PoE anche io lo vedo come una soluzione parziale, perché limita le possibilità di gestire i carichi lato scheda.

in che senso? nulla vieta di avere anche una alimentazione aggiuntiva 220v... in caso di bisogno
Logged

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 1
Posts: 166
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Comunque anche secondo me una rete di cavi lan in una casa non la trovo una soluzione ideale, oltre al powerline che sarebbe interessante sviluppare c'e' anche il 485 che permette di fare cose molto belle
Ciao
Il 485 se non sbaglio definisce il solo protocollo di dipo elettrico, un convertitore da rs232 a 485 viene svolto egregiamente da un ciruito semplicissimo che ha come componente un integrato della Maxim se non ricordo male.
A livello fisico se vogliamo un full-duplex bastano due paia di fili intrecciati tipo doppino telefonico.
Diverso è il protocollo da utilizzare....
si ptrebbe parlare per ore
Sicuramente Esistono delle librerie già fatte uno ad esempio tra tutti CAN-bus ecc.
...
Luca
« Last Edit: December 24, 2011, 05:12:28 am by llluca » Logged

Genova
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 17
Posts: 2746
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi piacerebbe costruire qualche schedina con il Maxim e fare un bel bus 486, lluca se sei interessato potremmo unire le forze e fare qualche prototipo hardaware e foftware per arduino. ciao
Logged

Meglio imparare dalle cose inutili piuttosto che non imparare niente.   [Arduino Mega R3 + Ethernet shield W5100 + SD card 8Gb FAT32]

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 1
Posts: 166
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Mi piacerebbe costruire qualche schedina con il Maxim e fare un bel bus 486, lluca se sei interessato potremmo unire le forze e fare qualche
CERTO!
Volenteri avevo fatto molte cose interessanti con i pic (quarda che sono estremamente semplici)
Logged

Fidenza, Parma
Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 783
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao, io scarterei il powerline, ho due moduli a casa che uso per portare connettività  al mediacenter, risentono tantissimo degli elettrodomestici!! Quando la lavatrice fa la centrifuga perdo un sacco di mbps! Immagino che sia lo stesso anche con schedine powerline simili! E inoltre, almeno quelli che ho io, tirano molto poco!
Al momento ho 4 luci controllate da relè wireless e mi trovo abbastanza bene, anche se c'è sempre il problema del prende / non prende...
Secondo me la migliore, se uno deve fare una casa nuova, è l'ethernet! Tramite PoE ti porti anche l'alimentazione, e poi da un cavo ethernet passa audio / video /  domotica / voip,  e controllo errori / conflitti sono già abbastanza implementati nel TCP/IP!
Logged

ArduMAP: Mappa degli utenti che utilizzano Arduino.
http://www.guglio.net/ArduMAP

Pages: 1 [2] 3 4 ... 7   Go Up
Jump to: