Go Down

Topic: ArduinoStandAlone 328 - PANDUINO (Read 14416 times) previous topic - next topic

DanielaES


:smiley-eek: su che? sulla doccia? perché c'è una web su you tube? THE link, please!!!!! :P


Potrei mai deluderVI?
Tieni, ma mi raccomando sii discreto!
http://www.youtube.com/watch?v=mJW7WrKDyuM

Quote

@Daniela: Sì! ok per i condensatori. Riguardo il diodo (mi pare si chiami di controreazione), direi che è un eccesso di protezione, se dobbiamo tendere al minimal, puoi lasciar perdere, a mio modesto parere. Chiarisco che sto parlando a livello teorico, più tardi, dopo cena mi guardo schema e PCB e ti dico la mia. A dopo.


Riguardando lo schematico mi sono accorta che c'era un rimasuglio di 5v attaccato all'AREF, anche se poi nel pcb le piste erano ok.
Ho pulito un po' e riordinato lo schema.
Direi che questa è la v 0.9... una volta deciso per il diodo diventa (con o senza) la final 1.0

leo72

@Mike:
sì, è giusto. E' un po' difficile collegare un C all'ADC, dovrei spaccare il micro e saldarlo direttamente sulla die del micro  XD

Tornando al diodo, io intendevo quello di protezione sull'inversione dei collegamenti dell'alimentazione. Il diodo in antiparallelo fra out e in del regolatore: non credo serva per tensioni di ingresso inferiori ai 12V.

Michele Menniti

@ Daniela: francamente ti facevo un po' più in carne, a me quelle magre non piacciono troppo, approfitta di ste feste, va!
Allora lo schema per me va bene, io quest'altro diodo davvero non lo metterei, poi fa come meglio credi, ma se proprio dovessi, io aggiungerei un fusibile autoripristinante (termico, come quello di Arduino) che come protezione è decisamente migliore, però proprio se vuoi aggiungere qualcos'altro.
Del "rimasuglio" di 5V come lo chiami tu ti avevo già scritto due ore fa, ma tu invece di leggere stai lì a fare domande, che ti servono se poi non guardi le risposte? ;)
Il PCB è OK, ma devi trovare il modo di inserire altri due fori, con due soli ti verrà molto scomodo inserire e togliere le shield; non trascurare questa cosa, fidati di me, altrimenti il fissaggio sarà traballante.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72


Il PCB è OK, ma devi trovare il modo di inserire altri due fori, con due soli ti verrà molto scomodo inserire e togliere le shield; non trascurare questa cosa, fidati di me, altrimenti il fissaggio sarà traballante.

Michele docet  ;)

#19
Dec 27, 2011, 12:08 am Last Edit: Dec 27, 2011, 12:14 am by MauroTec Reason: 1
Quote
Tornando al diodo, io intendevo quello di protezione sull'inversione dei collegamenti dell'alimentazione. Il diodo in antiparallelo fra out e in del regolatore: non credo serva per tensioni di ingresso inferiori ai 12V.


Io so a cosa serve questo diodo, ma voi lo sapete?

Io non lo vedo di rado negli schemi obbistici,  proprio dove ci dovrebbe stare visto la flessibilità necessaria.

Ciao.

Edit: C9 lo puoi mettere vicino al tastino di reset, così fai posto al led che altrimenti rimanendo coperto dalla shield perde visibilità.

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Michele Menniti

No, non lo so, dovrebbe servire in caso di applicazione di tensioni inverse, verrebbero scaricate a monte del 7805, che quindi sarebbe protetto, continua a sembrarmi una cosa inutile, o quantomeno poco utile, o almeno fuori dal concetto di "minimal" con cui ha esordito Daniela.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Con il diodo come da schema, si può anche entrare su vout con 5vdc da esterno. Comuque il diodo viene messo quando non sai a priori come sarà composto il carico che connetti a vout. Se per caso la shield possiede anchessa un condensatore da 100 uf su +5  e questo alimenta anche una schedina con su un condensatore da 100uf, su out si trova una riserva di energia di 300uf, mentre in ingresso c'è solo il 100uf. Se il 100uf in ingresso si scarica prima dei 300uf, il regoltore risulta alimentato al contrario. Il diodo evita questo fenomeno distruttivo per il regolatore.

Se la scheda è unica è non c'è possibilità di collegare ulteriori carichi il diodo non si mette. Invece è caldamente (obbligatori) consigliato metterlo sugli alimentatori da banco.

Ciao.

Dunque avevo eagle su una partizione, dopo un po di smaddonamento per alcuni link simbolici mancanti sono riuscito a fare la modifica.
Vedi come ti sembra, pettina tu le piste che io non sono capace con eagle.

Ciao.
AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

DanielaES

Quote
Io so a cosa serve questo diodo, ma voi lo sapete?
Quote
No, non lo so, dovrebbe servire in caso di applicazione di tensioni inverse, verrebbero scaricate a monte del 7805, che quindi sarebbe protetto, continua a sembrarmi una cosa inutile, o quantomeno poco utile, o almeno fuori dal concetto di "minimal" con cui ha esordito Daniela.


Vedete di non litigare per un diodo :*
Cmq, nel tentativo di portar pace a tutti.
Visto che questo diodo non fa danni, che ne ho 200 e passa e che mauro si è fatto lo sbattimento a tirare fuori eagle (che detesta ;O) mettiamo questo diodo e pace fatta. Ok?
Poi basta però che la board si sta riempiendo assai!


Allora lo schema per me va bene, io quest'altro diodo davvero non lo metterei, poi fa come meglio credi, ma se proprio dovessi, io aggiungerei un fusibile autoripristinante (termico, come quello di Arduino) che come protezione è decisamente migliore, però proprio se vuoi aggiungere qualcos'altro.


No, l'autoripristinante lo eviterei... dovrei comprarlo apposta ecc.

Quote

Del "rimasuglio" di 5V come lo chiami tu ti avevo già scritto due ore fa, ma tu invece di leggere stai lì a fare domande, che ti servono se poi non guardi le risposte? ;)


Ti avevo ascoltato ed avevo corretto il pcb, ma era rimasto quel fronzolo nello schematico!
Come, del resto, era presente un altro errore che nessuno aveva notato, mannaggia a voi! :P
Il pad del jumper wire, vicino al connettore FTDI toccava una pista :)
Tre ore su un diodo e poi non si accorgono che ho (io) sminchiato tutta la board :P

Quote

Il PCB è OK, ma devi trovare il modo di inserire altri due fori, con due soli ti verrà molto scomodo inserire e togliere le shield; non trascurare questa cosa, fidati di me, altrimenti il fissaggio sarà traballante.


Inseriti, magari ne uso solo tre cmq inseriti.
Quindi direi che ci siamo, abbiamo finito no?
Ho messo il piano massa e questo è il risultato.
Uno shot per fare vedere il diodo di mauro, uno per far vedere le piste ed uno definitivo e finale con il piano massa che copre tutto.
L'accendiamo? :)
Ricordatevi di rispondere in modo chiaro e diretto, qualcosa tipo:
" sii, bravissima, è perfetto! sei la mia eroina " può andare...

Più che altro io avrei una domanda... stupidissima, per la quale mi toglierete l'iscrizione al forum.
Perché le resistenze sui led sono da 560ohm?

Un led rosso standard da 3mm: 20mA - 2.1V  a 5V ... dovrebbe avere una resistenza da 150 ohm.
Un led verde, sempre da 3mm: 20mA - 3.2V  a 5V ... dovrebbe avere una resistenza da 100ohm.
no?

560 ohm sembra il valore adatto se i led fossero alimentati a 19 volt.
In altre board, tipo quella postata da bob per il topic del 1284, vedo addirittura resistenze da 1K in serie ad un led alimentato a 5V.

Io che ho led da 3mm e che voglio uno rosso sulla alimentazione ed uno verde sul pin led, che resistenze devo mettere?

P.s. ma questa board come la chiamiamo?
Si può chiamare easyduino v4 oppure visto il casino che ci abbiamo fatto su dobbiamo rinominarla?
Se funziona avrei intenzione di allegare gli schemi, così un domani un altro povero cristo non deve fare tutta la fatica che "ho fatto" io  :)

Notte ragazzi!

leo72

Secondo me il diodo in antiparallelo fra in e out ci va a seconda dai casi. In questo caso, dove le tensioni in gioco non sono elevate e dove il prodotto tenderà ad essere usato sempre con carichi bassi, secondo me si può anche evitare, così da rimanere su un prodotto semplice da realizzare e minimale.

Michele Menniti

@ Mauro: quindi era come pensavo, tensioni inverse..., meno male che so leggere ancora va!
@ Leo: il problema si chiude col fatto che Daniela ha deciso di inserirlo.
@ Daniela:
Quote
Come, del resto, era presente un altro errore che nessuno aveva notato, mannaggia a voi!
Il pad del jumper wire, vicino al connettore FTDI toccava una pista. Tre ore su un diodo e poi non si accorgono che ho (io) sminchiato tutta la board

Ti avevamo dato fiducia, se avessimo pensato che eri messa così male probabilmente ci saremmo offerti di disegnartelo il PCB  :smiley-yell:, come del resto ha fatto il buon Mauro che, a questo punto, non so se il problema lo aveva corretto o se ha lavorato ex-novo e quindi non lo ha commesso l'errore.
Le R sono da 560, sì, su Arduino sono da 500 (2x1K in parallelo): un led di norma serve per segnalare una attività, quindi si deve accendere in modo visibile; se invece stai costruendo una torcia per andare a vedere le Grotte di Castellana quando non c'è l'illuminazione, allora devi fare un circuito un po' diverso :smiley-yell:
Cioè il fatto che un LED sopporti una data corrente non significa affatto fargliela passare tutta (fatti dare conferma da Leo), ma che in genere conviene stare (secondo i casi) nel range tra il 40 ed il 60% di quella corrente, specialmente se il LED deve stare sempre acceso.
Inoltre far emettere troppa corrente ad un pin di Arduino ne sminuisce le potenzialità, e mettere una R troppo bassa ne tende a bloccare le attività perché tende a fissare uno stato logico stabile. Altro è il LED messo sul 7805, lì potresti sbizzarrirti ma facendo emettere al 7085 una corrente inutile, che sarebbe meglio riservare per usi futuri.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

leo72


se invece stai costruendo una torcia per andare a vedere le Grotte di Castellana quando non c'è l'illuminazione, allora devi fare un circuito un po' diverso :smiley-yell:

Mi è venuto il mal di pancia dal ridere  XD XD XD

Quote

Cioè il fatto che un LED sopporti una data corrente non significa affatto fargliela passare tutta (fatti dare conferma da Leo), ma che in genere conviene stare (secondo i casi) nel range tra il 40 ed il 60% di quella corrente, specialmente se il LED deve stare sempre acceso.

Ehm ehm... ti riferisci forse ai miei defunti led rgb, per CASO?  :smiley-sweat: :smiley-sweat:
Cmq confermo: se vuoi avere luce dal led, metti una R calcolata per avere il massimo della corrente. Ma se devi usare il led come "spia", ti basta che si veda un segno di luce. Io spesso uso R da 680 ohm per led che devono darmi solo l'informazione di acceso/spento senza consumare troppa corrente.

Quote
No, non lo so, dovrebbe servire in caso di applicazione di tensioni inverse, verrebbero scaricate a monte del 7805, che quindi sarebbe protetto, continua a sembrarmi una cosa inutile, o quantomeno poco utile, o almeno fuori dal concetto di "minimal" con cui ha esordito Daniela.


Allora ho frainteso, il fatto che lo giudichi un plus mi ha fatto pensare che non avessi ben chiaro a cosa serve il diodo.
Quindi per me il minimal significa, niente funzionalità extra. Ma l'affidabilità no la considero un extra. Io so cosa significa non mettere il diodo, nel senso che ho provato il senso di confusione che ne deriva dopo che il circuito funziona per settimana, inspiegabilmente dopo una serie di test e misure sulla scheda il regolatore fa in fumo. Vi assicuro che è frustrante, anche perchè non capivo.

Quote
Secondo me il diodo in antiparallelo fra in e out ci va a seconda dai casi. In questo caso, dove le tensioni in gioco non sono elevate e dove il prodotto tenderà ad essere usato sempre con carichi bassi, secondo me si può anche evitare, così da rimanere su un prodotto semplice da realizzare e minimale.


Questa cosa l'ho letta su qualche datasheet, ma non ho approfondito più di tanto, ma rimango dell'idea che un diodo costa una sciocchezza e mi da la certezza che non accada l'imprevisto.

Quote
Ti avevo ascoltato ed avevo corretto il pcb, ma era rimasto quel fronzolo nello schematico!
Come, del resto, era presente un altro errore che nessuno aveva notato, mannaggia a voi! smiley-razz
Il pad del jumper wire, vicino al connettore FTDI toccava una pista smiley
Tre ore su un diodo e poi non si accorgono che ho (io) sminchiato tutta la board smiley-razz


:D non mi sono accorto, comunque prima di stampare dai anche una controllata alle dimensioni della board ed il passo di montaggio dei pin header.

Quote
Inoltre far emettere troppa corrente ad un pin di Arduino ne sminuisce le potenzialità, e mettere una R troppo bassa ne tende a bloccare le attività perché tende a fissare uno stato logico stabile. Altro è il LED messo sul 7805, lì potresti sbizzarrirti ma facendo emettere al 7085 una corrente inutile, che sarebbe meglio riservare per usi futuri.


Appunto, poi non so se hai intensione di gestire il power sleep, se fosse così ti ritrovi con un led che da solo assorbe molto di più del micro e mandare il micro a nanna non è uno sport se lo fai e perchè anche tutto il circuito assorbe il minimo indispensabile. Quindi in ottica power sleep, potresti anche pensare ad un pulsante per dare corrente al led, oppure se possibile gestire anche i led da micro e spegnerli quando va a nanna.

Qui gli esperti sono leo e menniti, loro li mettono a nanna spesso, io non mi sono mai posto il problema al momento.

Quote
" sii, bravissima, è perfetto! sei la mia eroina " può andare...

ok, sei la mia eroina, bravissima e perfetto. :P

mmmm.... C9 e il led li lasci dove sono? io ho smadonnato per mettere C9 vicino al micro e il led più visibile. Come si vede non sono riuscito a fare i vias e per passare da un layer a l'altro ci vado da menu. Con kicad con la sinistra piggio dei tasti sulla tastiera e con la destra muovo il mouse. Sicuramente sarà possibile anche con eagle usare i tasti scorciatoia ma io non li conosco.

Quote
Vedete di non litigare per un diodo smiley-kiss

No no, quale litigio, poi "per un diodo i più", sembra quasi il titolo di un film di un Sergio Leone tecnologico. :)

Dai che la stampante e calda.

Ciao.



AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

DanielaES


Ti avevamo dato fiducia, se avessimo pensato che eri messa così male probabilmente ci saremmo offerti di disegnartelo il PCB  :smiley-yell:, come del resto ha fatto il buon Mauro che, a questo punto, non so se il problema lo aveva corretto o se ha lavorato ex-novo e quindi non lo ha commesso l'errore.


Ed hai fatto bene a dare fiducia, infatti mi sono accorta dell'errore ;)
Nello schema di mauro l'errore c'è, non è stato corretto. Lui poverino si è basato sui file precedenti.
Infatti non ho utilizzato il suo schema, ma ho aggiunto il diodo al mio che avevo già corretto (le posizioni dei condensatori sono lievemente diverse).
Cmq non è tanto questione di fiducia quanto che, dopo un po', il cervello memorizza lo schema ed anche se lo rileggi 20 volte gli errori rimangono nascosti alla vista :)
E' lo stesso motivo per cui esistono i correttori di bozze, scrivi che ti riscrivi mandi in stampa un testo che, dopo averlo riletto 40 volte, ti sembra perfetto e poi è pieno di errori di ortografia :)
Quindi... fidatevi, ma buttate un occhio pls :D


Io spesso uso R da 680 ohm per led che devono darmi solo l'informazione di acceso/spento senza consumare troppa corrente.

Perfetto, userò proprio quelle da 680 :D

Quote

mmmm.... C9 e il led li lasci dove sono? io ho smadonnato per mettere C9 vicino al micro e il led più visibile. Come si vede non sono riuscito a fare i vias e per passare da un layer a l'altro ci vado da menu. Con kicad con la sinistra piggio dei tasti sulla tastiera e con la destra muovo il mouse. Sicuramente sarà possibile anche con eagle usare i tasti scorciatoia ma io non li conosco.


Questa non l'ho capita ma rispondendo in generale: si, grossomodo il led mi va bene li dov'è... che poi non è che davvero serva questo led. Essendo uno standalone finirà montato in una cassetta stagna. Diciamo che i led servono per fare un test appena montato, poi diventano davvero secondari.

Cmq ragazzi vi siete dimenticati di rispondermi sulla questione del nome. Dai così posto schemi e board, chi vuole da un ultima controllata e chiudiamo il thread.


leo72

Il nome? Beh, il figlio è tuo, lo devi scegliere te il nome  ;)

DanielaES


Il nome? Beh, il figlio è tuo, lo devi scegliere te il nome  ;)


Ma non è figlio mio, io ho scopiazzato l'easyduino...
forse mi sto facendo troppe paranoie, abbiate pazienza, sono nuova dell'ambiente.

Al 80% il design è quello dell'easyduino.
Bisogna chiamare la board easyduino V4 altrimenti l'autore si offende per plagio?
Oppure bisogna assolutamente cambiare il nome (Danduino o quello che vi pare) perché l'autore si offende se usiamo il suo nome su un qualcosa che abbiamo modificato?

Come stiamo messi a copyright in questo settore? :)

Go Up