Pages: [1]   Go Down
Author Topic: regolatori di tensione SERIE 78xx e condensatori  (Read 860 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 161
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Stavo leggendo un articolo sui regolatori di tensione SERIE 78xx: tensione positiva, quando mi sono imbattuto nello schema di utilizzo "classico" di questi ic, ossia con i vari condensatori ecc:


in una nota vicino allo schema è indicato: "Il valore del condensatore C1 deve essere maggiore di quello di C3, per evitare di danneggiare IC1."

In un mio progetto ho realizzato uno stadio di alimentazione con 7805cv però i condensatori elettrolitici C1 e C3 che ho usato hanno la stessa capacità ossia 10uF, corro il rischio di danneggiare il 7805 ?

In base a cosa scelgo il valore dei condensatori C1 e C3 ?

Devo realizzare un altro progetto con lo stesso stadio di alimentazione e vorrei capire meglio come dimensionare i condensatori.

Grazie
Logged

Monselice PD Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 26
Posts: 5495
фон Крыса
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Il condensatore C1 come anche C2 possono essere omessi se la tensione che si utilizza è abbastanza pulita e con poco riple...
Con 10uF non dovresti danneggiare nulla..
Comunque sia, i condensatori vanno calcolati in base al carico che si deve usare.
Logged

Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 161
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ok allora per l'alimentazione a monte bisogna considerare il ripple quindi tecnicamente o si dispone di un alimentatore con datasheet comprensivo di questi dati tecnici oppure con un oscilloscopio bisognerebbe verificare l'onda della Vout e quindi l'eventuale ripple, giusto ?

Per il calcolo della capacità dei condensatori va considerato il ripple e la costante di tempo RC per la scarica giusto ?

Voi come vi regolate, io normalmente per i miei progetti uso dei comuni trasformatori di rete con Vout selezionabile tra 3 e 12 V che reggono sui 500mA max.
Insomma quelli cinesi da 3-4 euro e poi lo stadio di alimentazione con 78xx, questo ovviamente per alimentare la logica e il micro.
Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 0
Posts: 380
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sarebbe interessante capire come dimensionare i condensatori per i 78xx più usati e per le tensioni che si usano più comunemente.

Purtroppo ci si affida, nel caso di prime esperienza, al web e c'è sempre di tutto e di più.

Grazie.
Logged

BZ (I)
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 251
Posts: 21277
+39 349 2158303
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se hai un trasformatore e un ponte a diodi si calcola il condensatore con la formula empirica 1000µF per ogni A. Poi i condensatori piccoli sono da 0,1µF. Come condensatore di uscita basta uno da 100µF.
Se l'alimentatore da giá corrente continua (percui o é un switching oppure ha il ponte diodi e il condensatore giá incluso) i condensatori sollo stabilizzatore possono essere molto piú piccoli oppure tralasciati perché anche l'arduino ne ha 2 da 47µF. I conensatori da 0,1µF sono sempre da mettere vicino allo stabilizzatore.  
Ciao Uwe
Logged

Pages: [1]   Go Up
Jump to: