Pages: 1 2 [3] 4 5 6   Go Down
Author Topic: Copyright sugli shield?  (Read 3000 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
in tutti i device Android, il loro firmware, e lo è visto che la distro è un rom, è distribuito con almeno tre diverse licenze open source
hai qualche link?

Io leggo:
Quote
The source code for Android is available under free and open source software licenses. Google published their Linux kernel changes under the GNU General Public License version 2, and the rest of the code (including network and telephony stacks) under the Apache License version 2.0
(fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Android_(operating_system)#Intellectual_property)
..quindi abbiamo 2 licenze per 2 cose diverse.

Chiaro che le rom per l'installazione son binari, e pertanto la distinzione non la puoi avere, a livello di componenti sw.

Si parla però di codice sorgente...

Un altro articolo al riguardo si legge qui (anche se datato):
http://arstechnica.com/old/content/2007/11/why-google-chose-the-apache-software-license-over-gplv2.ars
« Last Edit: January 23, 2012, 08:56:26 am by pitusso » Logged

Milano, Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 11
Posts: 3091
Sideralis Arduino!
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
in tutti i device Android, il loro firmware, e lo è visto che la distro è un rom, è distribuito con almeno tre diverse licenze open source
hai qualche link?

Da qui si capisce abbastanza bene che puoi usare diverse licenze
http://source.android.com/source/licenses.html

e comunque la pratica di avere tante licenze quanti sono i software che hai accorpato e' abbastanza diffusa, un mio amico possiede questo
http://www.blobbox.tv/
che è sostanzialmente un computer e ha al suo interno un menu che indica le licenze per ogni cosa, da apache al kernel.
Logged

Federico - Sideralis
Arduino &C: http://www.sideralis.org
Foto: http://blackman.amicofigo.com

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@Fede
Quote
hai qualche link?
anche dai link che ho postato io si capisce, ero curioso di vedere a quali licenze si facesse riferimento.

Quote
e comunque la pratica di avere tante licenze quanti sono i software che hai accorpato e' abbastanza diffusa
certo, anche se per ora la stiamo guardando dal lato.. opposto  smiley
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9513
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

hai qualche link?

Non serve nessun link, in tutti i device Android vai su "impostazioni->info sul telefono ->informazioni legali" e trovi un lunghissimo testo dove sono elencate tutte le licenze, come minimo ne trovi tre diverse, tra cui la GPLv2 di Linux e la Apache v2 di Android.


Logged

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Non serve nessun link, in tutti i device Android vai su "impostazioni->info sul telefono ->informazioni legali" e trovi un lunghissimo testo dove sono elencate tutte le licenze

Ahh, ok!




Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 332
Posts: 22817
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Vabbè, ciò vale per chi HA Android, io non ce l'ho e questa cosa non l'ho vista.

Cmq accetto la critica dato che non pensavo al fatto che su Android ci fosse un firmware unico su una ROM. Immaginavo che fosse una Flash organizzata con un filesystem da cui il dispositivo caricasse un SO.

Alla luce di tutto questo, comunque, mi viene da pensare che si stia cercando un escamotage per aggirare la licenza e appropriarsi di un software libero che chiede di essere distribuito come tale.

Tornando a Testato, ed alla luce delle doppie/triple licenze, a questo punto io penso che se uno usa un software protetto da GPL, esempio swRTC, sia obbligato, relativamente alla swRTC, a distribuirne il sorgente e distribuirlo con la stessa licenza. O sbaglio?
Logged


0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Immaginavo che fosse una Flash organizzata con un filesystem da cui il dispositivo caricasse un SO.
attenzione che è così!
La rom (che è, se vogliamo, il "binario" distribuito) ce l'hai nel momento in cui devi caricarla nel telefono, ma in realtà si tratta di un filesystem (ci son app che ti permettono di navigarlo).
Poi le licenze son riferite a singoli componenti, in liena con quanto detto nei post precedenti.
Sul sito di Android puoi poi accedere ai sorgenti sui componenti rilasciati con licenze libere.

Quote
Tornando a Testato, ed alla luce delle doppie/triple licenze, a questo punto io penso che se uno usa un software protetto da GPL, esempio swRTC, sia obbligato, relativamente alla swRTC, a distribuirne il sorgente e distribuirlo con la stessa licenza. O sbaglio?

corretto.

« Last Edit: January 23, 2012, 10:46:01 am by pitusso » Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9513
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Cmq accetto la critica dato che non pensavo al fatto che su Android ci fosse un firmware unico su una ROM. Immaginavo che fosse una Flash organizzata con un filesystem da cui il dispositivo caricasse un SO.

Ovviamente il firmware dello smartphone/table si trova su una flash, viene denominato rom perché è inalterabile, cioè una volta caricata l'immagine del sistema operativo, applicativi di serie inclusi, in teoria non puoi modificarla in nessun modo, in realtà se fai il root del device puoi togliere e aggiunger quello che ti pare al sistema operativo vero e proprio.
Rimane il fatto che anche limitandoci al solo sistema operativo, cioè un kernel linux che viaggia con la GPLv2, e la sua interfaccia verso il mondo esterno, cioè Android che viaggia con Apache v2, abbiamo un sistema unico composto da due parti realizzate da gruppi diversi con diversa licenza d'uso.

Quote
Alla luce di tutto questo, comunque, mi viene da pensare che si stia cercando un escamotage per aggirare la licenza e appropriarsi di un software libero che chiede di essere distribuito come tale.

Non mi pare che Android si appropri di qualcosa, Google ha rilasciato tutto sotto forma di sorgenti, altrimenti non esisterebbero le rom moddate, sono i produttori dei device, cioè l'hardware, che integrano loro tecnologie e del loro software con licenze che non sono necessariamente open sourca.

Quote
Tornando a Testato, ed alla luce delle doppie/triple licenze, a questo punto io penso che se uno usa un software protetto da GPL, esempio swRTC, sia obbligato, relativamente alla swRTC, a distribuirne il sorgente e distribuirlo con la stessa licenza. O sbaglio?

Torniamo all'esempio che ho fatto prima, se io uso la tua swRTC in un mio progetto sono obbligato, in caso di distribuzione, a dare la tua libreria in sorgente completa delle eventuali modifiche che ho apportato, ma non sono obbligato a dare il resto del mio lavoro sotto GPL, posso darlo sotto una diversa licenza.
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 569
Posts: 12576
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

IN due parole se sei proprietario/ideatore/realizzatore di un codice puoi decidere di farne ciò che vuoi, se invece usi materiale di altri "erediti" le modalità di licenza esistenti, e così?
Logged

Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
IN due parole se sei proprietario/ideatore/realizzatore di un codice puoi decidere di farne ciò che vuoi
se ne hai la proprietà intellettuale, sì.
Come detto in un altro post, l'ideatore o realizzatore non sempre combacia con il titolare del proprietà intellettuale.
Se non diversamente specificato, per esempio, nei lavori su commissione il titolare è chi ti ha commissionato il alvoro, non tu che l'hai realizzato.

Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9513
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

se invece usi materiale di altri "erediti" le modalità di licenza esistenti, e così?

Si ma limitatamente alla parte di software non tuo, nessuno può imporre una certa licenza per cioè che hai realizzato tu ed è indipendente dalle eventuali parti realizzate da altri, va contro l'idea stessa di libertà e proprietà intellettuale.
Logged

Rome (Italy)
Offline Offline
Tesla Member
***
Karma: 129
Posts: 9513
"Il Vero Programmatore ha imparato il C sul K&R, qualunque altro testo è inutile e deviante."
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se non diversamente specificato, per esempio, nei lavori su commissione il titolare è chi ti ha commissionato il alvoro, non tu che l'hai realizzato.

Verissimo, e sono cose che normalmente si mettono in nero su bianco nel contratto di fornitura onde evitare discussioni legali su i diritti di sfruttamento.
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 569
Posts: 12576
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
IN due parole se sei proprietario/ideatore/realizzatore di un codice puoi decidere di farne ciò che vuoi
se ne hai la proprietà intellettuale, sì.
Come detto in un altro post, l'ideatore o realizzatore non sempre combacia con il titolare del proprietà intellettuale.
Se non diversamente specificato, per esempio, nei lavori su commissione il titolare è chi ti ha commissionato il alvoro, non tu che l'hai realizzato.

No, qui intervengono i rapporti contrattuali, ne so più di qualcosa, perché è materia quasi giornaliera all'UNI. Cioè io realizzatore posso cedere diversi livelli di "diritto", dal banale sfruttamento commerciale, a quello di uso gratuito o a canone, a quello "totale", con cessione del diritto d'autore e della proprietà intellettuale. Ma posso benissimo contrattualizzare il mantenimento della proprietà intellettuale, cedendo tutti gli altri diritti, in questo caso la titolarità viene divisa tra committente e commissionario.

@ Astrobeed: si intendevo per la "sola" parte non di proprietà.
Logged

Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

0
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 24
Posts: 2313
Have you mooed today?
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@menniti
Quote
qui intervengono i rapporti contrattuali, ne so più di qualcosa, perché è materia quasi giornaliera all'UNI.
bene, magari approfondiremo.
Questo è quello che mi fu detto in sede di un corso di cui avevo parlato, relativo all'utilizzo di licenze libere nei propri lavori.
Chiaro che se parliamo di enti o rapporti duraturi, probabilmente esiste un contratto di un certo tipo.

Io parlo nell'ottica del libero professionista, che con un cliente (azienda o simile) può avere anche solo un rapporto lavorativo.
In questi casi la mancanza di conoscenze di questi cavilli (molto comune in queste realtà), nello stilare la propria offerta/contratto , porta ai risvolti detti sopra.
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 332
Posts: 22817
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Cmq accetto la critica dato che non pensavo al fatto che su Android ci fosse un firmware unico su una ROM. Immaginavo che fosse una Flash organizzata con un filesystem da cui il dispositivo caricasse un SO.

Ovviamente il firmware dello smartphone/table si trova su una flash, viene denominato rom perché è inalterabile, cioè una volta caricata l'immagine del sistema operativo, applicativi di serie inclusi, in teoria non puoi modificarla in nessun modo, in realtà se fai il root del device puoi togliere e aggiunger quello che ti pare al sistema operativo vero e proprio.
Rimane il fatto che anche limitandoci al solo sistema operativo, cioè un kernel linux che viaggia con la GPLv2, e la sua interfaccia verso il mondo esterno, cioè Android che viaggia con Apache v2, abbiamo un sistema unico composto da due parti realizzate da gruppi diversi con diversa licenza d'uso.
Ecco, adesso mi torna. Perché in questo caso abbiamo ad esempio 2 file differenti, un programma ed una libreria richiamata, che comunicano tra di loro ma sono indipendenti l'uno dall'altro. In questo caso posso capire che la separazione "fisica" dei software porta anche alla separazione "intellettuale" delle licenze.

Ma un firmware? Hai un unico binario, salvato su una memoria interna, il cui codice è intimamente intrecciato e non scindibile nelle due singole parti. Per me questo rientra nel caso in cui l'uso di un codice GPL porta tutto il codice sotto GPL.

O la cosa è molto opinabile e si presta a diverse interpretazioni?
Logged


Pages: 1 2 [3] 4 5 6   Go Up
Jump to: