Go Down

Topic: Fotoincisione PCB: un passaggio di troppo ! (Read 2 times) previous topic - next topic

ulver85

Ho realizzato alcuni pcb con il mio bromografo e finalmente ho capito come devo fare per ottenere buoni risultati, però purtroppo c'è un passaggio che sono obbligato a fare che proprio non mi va giù !

In pratica ciò che faccio è stampare su acetato per laser il master nero, avendo cura di impostare la stampante in modo da ottenere più toner possibile sulla stampa,ricalcare con un pennarello nero le piste stampate sull'acetato, esporre per 2 minuti il pcb agli UVA con basette marca KB(per ora ho provato solo queste), sviluppo con soluzione acqua + soda caustica (1L acqua, 10g soda), incisione con cloruro ferrico già pronto acquistato in negozio di elettronica.

Risultato: ottimo ! Solo che tra i vari passaggi c'è ne uno che voglio assolutamente evitare, indovinate quale ? 

Esatto, proprio il dover ricalcare il master con il pennarello nero mi scoccia tantissimo, oltre a limitare le dimensioni delle piste a non meno di 24 mil.

Purtroppo questo passaggio è risultato obbligatorio perchè se seguo i passaggi sopra elencati senza ricalcare il master il risultato e che il cloruco ferrico si mangia tutto il pcb.

Credo che il problema sia il toner che non copre abbastanza, inoltre ho fatto altre prove per verificare i tempi di esposizione senza il ricalco con il pennarello e i risultati sono i seguenti:

Pcb esposto 1 minuto, risultato: il photoresist esposto non si scioglie completamente nella soda.

Pcb esposto 2 minuti, risultato: il photoresist non resiste al cloruro ferrico.

Il bromografo tra l'altro non è molto potente, ha 2 lampade UVA da 8W distanziate all'incirca di 4-5 cm tra loro e tra il pcb e le lampade c'è una distanza di 5-6cm.

Inoltre sono molto attento alla fase di sviluppo nella soda evitando di tenere troppo il pcb immerso e allo stesso tempo verificando se il photoresist esposto si scioglie completamente per passare poi all'incisione nel cloruro ferrico.

Secondo voi come posso evitare di passare il pennarello sul master e godere dei vantaggi del bromografo realizzando piste inferiori ai 24 mil ?

Grazie

vic_20

Ciao, e passato molto tempo da quando ho fatto gli ultimi pcb foto incisi, ma allora io avevo fatto una cosa multo semplice:

1- Stampato su carta il pcb (Nero perfetto)
2- Fotocopia su carta da lucido

Risultato ottimo e non ho mai ripassato le piste con il pennarello.

Michele Menniti

La stampante che risoluzione ha?
Forse è l'esposizione UVA che è eccessiva.
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

ulver85

La stampante ha una risoluzione di 600dpi.

Ho fatto delle prove di esposizione ma se mantengo il pcb esposto per meno di 2 minuti il photoresist in eccesso non si scioglie nella soda, quindi credo che 2 minuti sia il minimo, almeno nel mio caso e per le basette KB, per una corretta esposizione.

Potrebbero essere le basette di scarsa qualità ?
Le ho prese da rs ed erano sigillate in buste non trasparenti, sembravano conservate bene.

Comunque ho proprio il sospetto che sia la stampante anche perchè mettendo i lucidi in controluce si vede che il nero non è proprio denso, e poi se copro bene con il pennarello le piste le incisioni escono perfette.

La stampane è un HP CP1515n, tra l'altro non di fascia bassa, un anno fà la pagai intorno ai 300 euro.

Il discorso di fare la fotocopia non mi garba perchè poi che ce l'ho a fare la laser se devo andare in cartoleria a fare le copie sull'acetato, che poi bisogna vedere se anche a loro escono bene.

Michele Menniti

E l'acetato invece di che qualità è? E' specifico per laser o generico? Il toner è originale HP o rigenerato? 600dpi non sono il massimo ma nemmeno una schifezza, io con questa risoluzione ho usato il toner transfer senza problemi
Guida alla programmazione ISP e seriale dei micro ATMEL (Caricare bootloader e sketch):
http://www.michelemenniti.it/Arduino_burn_bootloader.php
Guida alla Programmazione ATmega328 noP:
http://www.michelemenniti.it/atmega328nop.html
Articoli su Elettronica In:
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

ulver85

mmm l'acetato l'ho comprato in una cartolibreria chiedendo dei fogli di acetato specifici per laser a colori, però non ho visto la scatola mi hanno semplicemente dato i fogli quindi non saprei, il toner è originale HP ColorSphere.
Ho notato però che i fogli di acetato sono morbidi prima della stampa dopo diventano più rigidi, non so se è normale.

pelletta

Può anche darsi che metti troppa soda durante lo sviluppo, io mi trovo bene con 7 grammi per litro.

Freddy65

Ciao, hai provato a sovrapporre 2 o più fogli di acetato stampati ?

Ciao.
Arduino 2009

ulver85


Ciao, hai provato a sovrapporre 2 o più fogli di acetato stampati ?

Ciao.


Non ho mai provato, magari potrebbe andare, devo fare delle prove con qualche scarto di pcb.
Tu usi 2 master sovrapposti ?

ulver85


Può anche darsi che metti troppa soda durante lo sviluppo, io mi trovo bene con 7 grammi per litro.


Non so, la priva volta ne ho messa esattamente 7g, poi ne ho aggiunti altri 3 perchè ci metteva troppo per togliere il photoresist, ogni tanto tolgo la scheda dalla soluzione e passo un dito sulla parte vuota del pcb e vedo se ce ancora un pò di residuo nero di photoresist.
E poi se era la soda non dovevo avere gli stessi problemi anche con il pcb esposto con toner più pennarello ?

nikone

Ciao , prova a stampare due volte sullo stesso foglio , così da rendere più spesso lo strato di toner
Ciao Niko
Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose(albert Einstein )

Freddy65



Ciao, hai provato a sovrapporre 2 o più fogli di acetato stampati ?

Ciao.


Non ho mai provato, magari potrebbe andare, devo fare delle prove con qualche scarto di pcb.
Tu usi 2 master sovrapposti ?


Purtroppo i miei ultimi PCB risalgono a quando si usavano i trasferibili e l'inchiostro (bei momenti , sembravano opere d'arte) , però visto che a breve nè farò qualcuno mi sono documentato un pò e tra le varie guide che ho letto qualcuno utilizzava più fogli proprio per rendere il disegno quanto più possibile opaco alla luce.

Ciao.
Arduino 2009

ulver85


Ciao , prova a stampare due volte sullo stesso foglio , così da rendere più spesso lo strato di toner
Ciao Niko



ci ho provato in passato per altre applicazioni ma purtroppo il carrello che trascina il foglio non è molto preciso e rischio di creare sbavature o doppie linee con piste molto sottili.

ulver85

Mi sa che per il momento mi conviene provare a cambiare fogli di acetato e magari sovrapporre 2 stampe, i prossimi pcb li provo a fare cosi e vediamo, voi usate qualche marca in particolare come fogli di acetato ?

lesto

dato che gli acetati sono spessi, hai fatto in modo che il lato con il toner sia a contatto con la piastra di rame?
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Go Up