Go Down

Topic: Energie alternative (Read 46 times) previous topic - next topic

astrobeed


Affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie. Finora si è solo visto uno che se la tirava da morire... :P


Per il momento si è visto solo una specie di boiler, alimentato da un gruppo elettrogeno da una montagna di kW, che produceva, solo in teoria perché nessuno ha potuto fare misure, meno energia di quella disponibile in ingresso, ovvero fumo negli occhi per spremere gli ultimi soldi dai finanziatori.

Testato

#286
Sep 27, 2012, 06:30 pm Last Edit: Sep 27, 2012, 06:38 pm by Testato Reason: 1
sul sito dice che uno di questi cosi da 1MW e' in vendita, bha, ma sti finanziatori chi sono ? non controllano, specialmente in tempi di crisi, la bonta' degli investimenti ?

io non lo avevo mai sentito nominare, ma non serve la CIA per capire che non gli si possa affidare nemmeno un euro, copia da wikipedia per la questione petroldragon:
Quote
Nel 1989 la Guardia di Finanza sequestra l'impianto di smaltimento di rifiuti di Caponago della PetrolDragon con altri sei depositi: le indagini avevano mostrato come il presunto petrolio che proveniva dall'azienda non avesse mai avuto collocazione sul mercato (il "prodotto" infatti era stato o stoccato in silos o illegalmente smaltito). Dalle analisi tale sostanza era risultata un miscuglio di rifiuti tossici non trattati contenenti solventi chimici altamente dannosi e con accentuata presenza di cloro e acido solforico.[7][8].
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72

Boh, io rimango dell'avviso che l'idrogeno non è la risposta.
Per me la risposta è il nucleare, e lo dico da ecologista.

astrobeed


sul sito dice che uno di questi cosi da 1MW e' in vendita,


Peccato che nessuno ha mai visto un eCat funzionante e nessuno ne possiede uno.
Rossi si difende parlando di protezione dei suoi diritti per lo sfruttamento commerciale, e questo posso capirlo, fa vedere carte di importanti società che certificano la sicurezza degli impianti, però si parla solo della parte elettrica e idraulica, niente a che vedere con il reattore vero e proprio, ovvero fumo negli occhi.

astrobeed


Per me la risposta è il nucleare, e lo dico da ecologista.


Concordo, non è la soluzione finale, però ci darebbe abbastanza tempo per trovare una soluzione migliore.
Il vero problema non è il potenziale pericolo delle centrali nucleari, quelle di ultima generazione sono ipersicure e producono pochissime scorie, sono le vecchie centrali ancora in servizio che sarebbero da rottamare tutte e sostituirle/rinnovarle con quelle di ultima generazione.

Go Up