Go Down

Topic: Energie alternative (Read 46 times) previous topic - next topic

Testato

giusto, anche questo e' vero.
ricordo che tempo fa parlando sempre di quest'argomento feci l'esempio di una centrale che scoppia a Roma, l'Italia spezzata in due, nessuno sale, nessuno scende, non e' la stessa cosa se scoppia quella francese al confine.
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

leo72

Ognuno resta sulle sue posizioni. Patta.
Io la chiudo qui. Non prima però di avervi postato questa tabella. Non solo Francia, intorno a noi: in Europa è pieno di reattori, anche in Svizzera e Slovenia (per citare solo quelli di confine) nonché in  Svezia, tante volte citata come campione di Stato con a cuore i problemi ambientali ed ecologisti.

arduaudio

Okkei ultima replica :D :
ho sbirciato solo quelli della svizzera, ma son tutti ben + distanti di 120 km.

http://petrolio.blogosfere.it/2012/09/rinnovabili-la-danimarca-punta-al-100-entro-il-2050.html
Quote
il governo danese passa alle vie di fatto e inaugura un grande progetto nazionale per avere una Danimarca al 100% rinnovabile entro il 2050.

gingardu

queste tabelle  dovrerbbero   essere seguite da altre tabelle  
quelle dei chilometri quadrati  di aera buttati all'inferno per un tempo  innominabile,

per cose che vengono taciute   perche ancora "non si sa bene"
esempio il numero  allarmante  di particolari tumori   di chi vive nel raggio di 30 kilometri delle centrali atomiche

alla fine dei conti chi fa i conti non è andato a scuola,

e solo un apparenza che le cose costano meno  

es prendiamo le tante amate ed "economiche" le bottiglie di plastica
se si fanno i conti per bene   e si dovrebbe far pagare anche il loro ciclo di smaltimento,
vedi che non sono piu tanto economiche

mi ricordo che da bambino il sistema di di bottiglie di vetro vuoto a rendere funzionava benissimo,

pure i manici di scopa fatte di puro legnaccio facevano il loro sporco  lavoro


adesso ci siamo modernizzati  ci vuole un altoforno per fare il tubo una macchina che li venicia
una macchina che fa la plastica (Petrolio)   e una macchina che li plastifica,

alla fine del ciclo ti ritrovi con immondizzia pura perche un coso cosi non lo metti nel termocamino

adesso la finisco qui  che non mi sembra il forum adatto   ]:)
Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

lesto

giusto per.. raggiunti oggi i 100GWatt di energia dall'eolico in europa: http://www.ewea.org/index.php?id=60&no_cache=1&tx_ttnews%5Btt_news%5D=1959&tx_ttnews%5BbackPid%5D=1&cHash=b7c78662bbf2d63b09f6d5e714236d69

qualche estratto, che è assai interessante:
Quote
It took the European wind energy sector some twenty years to get the first 10 GW grid connected. It only needed 13 years to add an additional 90 GW. Half of the total European wind power capacity has been installed over the past six years.


tradotto:
Quote
Ci sono voluti 20 anni per avere i primo 10GW(0.5GW/anno). Ma poi sono bastati solo altri 13 anni per gli altri 90GW(6.9GW/anno). Metà del totale della produzione di energia eolica totale europea è stata installata negli ulimi sei anni(8.6GW/anno)


Se per caso ve lo state chiedendo, il consumo elettrico in italia massimo di oggi è di 48MW

facciamo 2 conti (un pò a caso ma abbiate la pazienza di seguirmi), se non erro il consumo europeo di energi è di 3.75TeraWatt/anno (il 25% del totale del consumo modiale, mche nel 2004 ammontava a 15TW)
ora, se anche ignoriamo la crescita esponenziale del dato ed eventuali limiti, avremmo che in 120 anni avremmo più del 25% di produzione energetica (1TW). Ora aggiungete il fattore crescita, e magari i costi per le altre tipologie di centrali all'eolico, e secondo me in 20/30 anni raggiungeremo il TW.

@leo: per precisare sul fatto no al nucleare, io mi oppongo ANCHE alla costruzione di centrali a combustibile. Solo che per ora nessuno ha mai proposto e organizzato un referendum se non per abolirle, almeno per vietarne nuove aperture.
E vietare le centrali atomiche o a combustibile non vuol dire vietarne tutta la filiera che ci sta dietro; vuol dire vietarne solo la parte dove l'uso di quei materiali non sia indispensabile o l'uso di alternative infattibile.
E io sono convinto che con una buon piano energetico che favorisca solo la creazione di grosse centrali a rinnovabile, la cosa sarebbe assolutamente fattibile.
sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Go Up