Pages: 1 ... 19 20 [21] 22 23 ... 38   Go Down
Author Topic: Energie alternative  (Read 44512 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 203
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

mi pare che anche la quantità di materiale radioattivo sfruttabile non sia poi così grande.. ma con i mi pare e secondo me non andiamo avati, bisogna tirare fuori i dati

edit:
Thus, the provable uranium reserves amount to over 100 years supply at the current level of consumption with current technology, with another 500 years of additional reserves. Around 24% of the proven reserves are in Australia.
da
http://nuclearinfo.net/Nuclearpower/WebHomeAvailabilityOfUsableUranium

quindi 100 anni al prezzo attuale, mantenendo invariato il consumo.

altre info:
http://www.world-nuclear.org/info/inf01.html

da cui otteniamo che per rimpiazzare anche solo il carbone serve triplicare il numero di centralki atomiche, il che ci porta da 100 anni di "riserve low-cost" a 30 anni, 190 anni se consideriamo le riserve attualmente sfruttabili a prezzi più elevati. fate voi.


Una domanda, forse da ingenuo o "pollo": siamo sicuri che chi detiene lo sfruttamento di queste risorse abbia convenienza a dire in anticipo che in realtà ne ha molto di più di quello che si crede?
http://www.forbes.com/sites/christopherhelman/2011/06/27/tycoon-says-north-dakota-oil-field-will-yield-24-billion-barrels-among-worlds-biggest/
http://www.forbes.com/sites/christopherhelman/2012/06/04/bakken-bazhenov-shale-oil/

Quanti negozianti dicono "prendilo che è l'ultimo che mi ritrovo" per poi rifilare la stessa identica cosa al prossimo cliente?

Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@lesto:
l'universo contiene moltissimi idrogeno, è vero.... ma c'è un piccolo problema: come lo recuperi?   smiley-wink
Nubi gassose vicino al sistema solare implicano i viaggi interstellari... forse nel 2063, con Zefram Cochrane che compie il primo volo a velocità iperluce, ma non prima  smiley-razz
Alternativamente ci sarebbe Titano, con i suoi oceani di metano liquido... ma è a qualche centinaio di milione di chilometri...
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 203
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@lesto:
l'universo contiene moltissimi idrogeno, è vero.... ma c'è un piccolo problema: come lo recuperi?   smiley-wink
Nubi gassose vicino al sistema solare implicano i viaggi interstellari... forse nel 2063, con Zefram Cochrane che compie il primo volo a velocità iperluce, ma non prima  smiley-razz
Alternativamente ci sarebbe Titano, con i suoi oceani di metano liquido... ma è a qualche centinaio di milione di chilometri...

150 milioni di Km è la distanza Terra-Sole  smiley-razz
Titano è a 10 volte questa distanza!!!
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

150 milioni di Km è la distanza Terra-Sole  smiley-razz
Titano è a 10 volte questa distanza!!!

E quindi cos'ho detto che non va?
Ho detto "qualche centinaio di milione di chilometri", il fatto che Saturno (Titano è una sua luna) disti mediamente sui 1.000 milioni di Km (tralasciamo le distanze che possono assumere al perielio ed afelio) non corrisponde forse ha quanto ho affermato?  smiley-wink
Logged


0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 132
Posts: 10498
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

bhe hai sbagliato di un'unità di misura, parliamo di un miliardo di km  smiley-grin


Quote
Una domanda, forse da ingenuo o "pollo": siamo sicuri che chi detiene lo sfruttamento di queste risorse abbia convenienza a dire in anticipo che in realtà ne ha molto di più di quello che si crede?

su questo hai più o meno ragione. Certamente barano un pò per influenzare i mercati, ma non possono barare più di tanto se no perdono i grandi compratori che vanno dove sanno che c'è più abbondanza per stare sicuri sul medio-lungo periodo
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

bhe hai sbagliato di un'unità di misura, parliamo di un miliardo di km  smiley-grin
Ragazzi, alle volte mi fate cadere dalle nuvole...  smiley-sweat se l'italiano non è un'opinione, "qualche" vuol dire qualcuno, alcuni. Mica c'è un fattore 100 fra ciò che ho detto e ciò che è. Sono 1.000 milioni di Km, io ho parlato di "qualche centinaio di milioni di km". Qualche centinaio di milioni, mica qualche migliaio... Poi se volete ragione, bene: avete ragione. Ho sbagliato. Contenti?
PS:
il prox che sbaglia anche una sola virgola o una lettera, messe nel posto sbagliato, lo cazzio come si deve  smiley-twist

Quote
Quote
Una domanda, forse da ingenuo o "pollo": siamo sicuri che chi detiene lo sfruttamento di queste risorse abbia convenienza a dire in anticipo che in realtà ne ha molto di più di quello che si crede?

su questo hai più o meno ragione. Certamente barano un pò per influenzare i mercati, ma non possono barare più di tanto se no perdono i grandi compratori che vanno dove sanno che c'è più abbondanza per stare sicuri sul medio-lungo periodo
Ma i produttori abbassano la produzione per far crescere il prezzo, è il giochino classico che fa l'OPEC quando deve fare cassa.
« Last Edit: September 29, 2012, 11:53:20 am by leo72 » Logged


Offline Offline
God Member
*****
Karma: 8
Posts: 691
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

il problema del nucleare e' che l'incidente possibile e' troppo grave.

?
Sei realmente sicuro che è meglio un danno certo e continuo piuttosto di un danno potenziale con una bassissima probabilità di verificarsi ?

un danno da centrale è incalcolabile ,  solo chi l'ha vissuto puo capire   quando accade (vedi cernobyl)
le coseguenze sono incalcolabili,

nonostante tutta la tenologia  quella ex centrale ha tutta la sua pericolosita,   gli hanno fatto un sarcofago  di supercemento   che al momento attuale ha "crepe" ci ci passano dentro i camion comodamente

è stata fatta fatta in un punto dove passa l'aqua che da da bere a 50 milioni di russi,
(piu o meno la stessa identica cosa che abbimo provato a fare noi a Trino Vercellese sul po)

li non sanno piu come fare per impedire che l'iquinamento radioattivo  dell'acqua cessi,

non sanno come fare per aprire il sarcofago e prendere quel nocciolo e sistemarlo una volta per tutte

nella "migliore"  migliore delle ipotesi quando una centrale viene dismessa  diventa off limits
un cimitero proibito per un raggio di molti chilometri,

cè un intervista sul youtube  di Rubbia   che afferma che petrolio e uranio sono la "stessa cosa"
che faranno la stessa fine   si esauriranno da qui a poco
detto da uno che c'ha marciato 30 anni con l'uranio  è inquietante
Logged


Le cose si possono considerare facili in due casi: quando le si conosce bene o quando non le si conosce affatto...

Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 203
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset


nonostante tutta la tenologia  quella ex centrale ha tutta la sua pericolosita,   


tutta la "tecnologia"????? smiley-eek smiley-eek smiley-eek smiley-eek

Quella centrale era poco più di un capannone industriale con un nocciolo di uranio dentro.
Ed era gestita da gente che era poco più che pastori.
L'incidente è stato causato dalla cretinaggine del direttore, e se non sbaglio, dai militari (o dai tecnici stessi, lo disse Tullio Regge in un'intervista) che volevano fare un esperimento "a bassi regimi" (correggimi se sbaglio, astro).
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Johnny, ti quoto al 1000 per cento.

Per chi volesse approfondire, consiglio:
http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_%C4%8Cernobyl%27
Cito:
Quote
Avvenne il 26 aprile 1986 alle ore 1:23:00 circa presso la centrale nucleare V.I. Lenin, situata a 3 km da Pryp'jat' e a 18 km dalla città Černobyl', in Ucraina, 16 km dal confine con la Bielorussia. Nel corso di un test definito "di sicurezza" (già eseguito senza problemi di sorta sul reattore n°3), furono paradossalmente violate tutte le regole di sicurezza e di buon senso portando ad un brusco e incontrollato aumento della potenza (e quindi della temperatura) del nocciolo del reattore numero 4 della centrale: si determinò la scissione dell'acqua di refrigerazione in idrogeno ed ossigeno a così elevate pressioni da provocare la rottura delle tubazioni del sistema di raffreddamento del reattore. Il contatto dell'idrogeno e della grafite incandescente delle barre di controllo con l'aria, a sua volta, innescò una fortissima esplosione, lo scoperchiamento del reattore ed un vasto incendio dello stesso.

Quote
Le esplosioni non furono di tipo nucleare – non si trattò di una reazione a catena incontrollata di fissione nucleare come avviene nelle bombe atomiche – bensì ebbero una causa chimica. Il surriscaldamento del nocciolo dovuto all'improvvisa perdita di controllo sulla reazione nucleare portò al raggiungimento di elevatissime temperature che fecero arrivare la pressione del vapore dell'impianto di raffreddamento ad un livello esplosivo. Si innescarono inoltre reazioni fra le sostanze chimiche contenute (acqua e metalli), inclusa la scissione dell'acqua in ossigeno e idrogeno per effetto delle temperature raggiunte, che contribuirono a sviluppare grandi volumi di gas.

Quote
Il fine del reattore era la produzione di elettricità per uso civile e di plutonio per uso militare. Per aumentare l'efficienza del sistema erano state adottate alcune soluzioni tecniche che di fatto ne diminuivano la sicurezza. Innanzitutto la scelta della grafite come moderatore accoppiata all'uso dell'acqua leggera come refrigerante, soprattutto per migliorare l'economia neutronica e facilitare quindi la produzione di plutonio-239. Ai progettisti era noto il fatto che i coefficienti di vuoto e potenza positivi, in aggiunta a un refrigerante che assorbe neutroni come l'acqua e a un moderatore solido (grafite), erano caratteristiche che in determinate condizioni avrebbero potuto rendere instabile il reattore.

Era già stata progettata male, in economia, e condotta ancora peggio, nel totale non rispetto delle regole e norme di sicurezza
Logged


0
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 132
Posts: 10498
:(){:|:&};:
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Era già stata progettata male, in economia, e condotta ancora peggio, nel totale non rispetto delle regole e norme di sicurezza

il che è la norma in una società facilmente corruttibile che punta solo all'accumulo di denaro, correggetemi se sbaglio.
Logged

sei nuovo? non sai da dove partire? leggi qui: http://playground.arduino.cc/Italiano/Newbie

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Era già stata progettata male, in economia, e condotta ancora peggio, nel totale non rispetto delle regole e norme di sicurezza

il che è la norma in una società facilmente corruttibile che punta solo all'accumulo di denaro, correggetemi se sbaglio.
Sì, però stiamo parlando dell'Ex-Unione Sovietica, una società socialista dove l'interesse non sarebbe dovuto essere il denaro ma il bene del popolo. Il problema è che l'Ex-Unione Sovietica, tra la fine degli anni '70 (quando è stata costruita la centrale) e la prima metà degli anni '80 era arrivata al capolinea: la decadenza aveva colpito tutte le classi e tutti gli organi, dall'apparato politico a quello militare a quello tecnologico. La Perestroika è nata proprio come innovamento di una società ormai allo sbando. Chernobyl è figlia di quel periodo: progettata al risparmio (probabilmente per mangiarci sopra) e condotta da gente incompetente ed incapace di trattare un'emergenza.
Logged


Marche
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 34
Posts: 2276
azioni semplici per risultati complessi
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

E Fukushima dove lo mettiamo?
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 47
Posts: 5962
Arduino rocks
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

il nucleare, anche secondo i dati qui forniti, non e' una manna dal cielo, non e' energia infinita, e' costosa, e' la piu' pericolosa di tutte e la piu' cattiva, in quanto non avendo una spina che si puo' staccare non e' possibile tenerla del tutto sotto controllo.
in mancanza di altri dati io continuo a votare no al nucleare  smiley
Logged

- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 333
Posts: 22938
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@Pelletta:
anche per Fukushima c'è l'errore di aver pensato un impianto a così poca distanza dal mare, anche qui scelta dettata dall'abbondanza di acqua per i generatori a vapore della centrale. Poi si è visto cos'è successo.

@Testato:
il termoelettrico ci uccide lentamente, è meglio forse?
Lentamente la CO2 riversata nell'atmosfera sta innalzando la temperatura globale. I fumi inquinano l'aria.
Logged


Offline Offline
Full Member
***
Karma: 2
Posts: 203
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
Era già stata progettata male, in economia, e condotta ancora peggio, nel totale non rispetto delle regole e norme di sicurezza

@leo72:

era stata costruita negli anni '70, ma la tecnologia era quella delle prime generazioni, degli anni '50.
Praticamente era come avere una centrale che ha generato l'uranio arricchito della bomba su Hiroshima.
Stessa cosa per Fukushima. Guarda caso, era una delle centrali più vecchie.
N.B.: la centrale di Cernobil, con i restanti reattori è stata attiva fino a tempi recenti.

Logged

Pages: 1 ... 19 20 [21] 22 23 ... 38   Go Up
Jump to: