Pages: [1] 2   Go Down
Author Topic: Arduino Standalone 78L05  (Read 2033 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 21
Posts: 2419
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao a tutti
Mi stavo cimentando nella progettazione di un Arduino Standalone "minimale", ovvero senza USB.
Volevo usare un 78L05 come regolatore di tensione ma nei progetti in rete vedo che è sempre senza diodi di protezione.
Quando si scollega il circuito non si rischia che spike inversi danneggino il regolatore? Su degli articoli di Nuova Elettronica spiegavano che ci volevano dei diodi per scaricare i condensatori posti tra ingresso e massa e tra uscita e massa. Confermato o ho capito male?
Logged

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 21
Posts: 2419
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quindi tutti i progetti standalone che si trovano in rete in linea di massima danneggiano lo stabilizzatore quando si spengono....  smiley-eek

Grazie legacy ma non mi torna la formula.

Se in ingresso ho 9 V, grazie al regolatore in uscita avrò 5 V che caricheranno il condensatore collegato tra uscita e massa a 5 volt.
Se scollego l'alimentazione d'ingresso il condensatore si scaricherà non attraverso l'uscita del regolatore ma attraverso il diodo, questo perchè l'uscità dell'integrato presenterà ancora una tensione di 5 volt a causa della capacità "intrinseca" dell'integrato.

Correggetemi se ho capito male
Logged

Global Moderator
Milano, Italy
Offline Offline
Edison Member
*****
Karma: 23
Posts: 1180
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Teoricamente se tu sull'uscita del regolatore metti un condensatore grosso (o la capacità complessiva del circuito collegato è grande) questo tende a non scaricasi immediatamente quando scolleghi la Vin collegata all'ingresso del regolatore. Quindi al condensatore piacerebbe scaricarsi sul piedino OUT del regolatore e questa è la cosa da evitare. Mettere il diodo serve a convogliare la scarica del condensatore dove non faccia danni.

Viene omesso nella stragrande maggioranza dei casi perchè la capacità collegata su OUT è bassa.
Logged

F

Parma
Offline Offline
Edison Member
*
Karma: 21
Posts: 2419
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Perchè il condensatore se deve scegliere tra diodo e piedino OUT sceglie il diodo?
Io avevo ipotizzato come spiegazione che su OUT è ancora presenta la tensione di 5 Volt e quindi il condensatore tra come percorso a potenziale minore il diodo.

Se metto un condensatore di 10uF in uscita carico a 5 Volt avrei una scarica di Q=CV=5*1*10^(-6)=5 micro coloumb
E' tanto, poco? Può far danni? Vale la pena comprare il diodo?
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12678
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ragazzi, senza impelagarci troppo in disquisizioni teoriche, le semplici norme con cui si usa un regolatore 78xx (ne ho alcuni che stanno lavorando diverse ore al giorno, GIURO, dal 1982!):
1 - Tra In e massa un C elettrolitico di capacità con rapporto circa 1000µF/1A, ed un C poliestere o ceramico da 0,1µF (100nF)
2 - Tra Out e massa un C elettrolitico di capacità 1/10 di quello messo su In ed anche qui il C da 0,1µF
3 - Se la capacità su Out supera i 470µF bisogna aggiungere un diodo raddrizzatore, serie 1N400x, con Anodo su OUT e catodo su In
4 - Se la tensione in In proviene da una sorgente alternata raddrizzata da 4 diodi (o da un ponte), è buona norma mettere un C ceramico da 0,1µF in parallelo ad ognuno dei 4 diodi, la cosa opera molto bene in termini di diminuzione del ripple.
Non ho mai rotto un 78xx, in trent'anni  smiley-wink
Logged


Firenze (Italy)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 229
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@Legacy:
@Menniti:


So che chiedo tanto (troppo forse), ma sarebbe BELLISSIMO se, quando date questo tipo di spiegazioni, le stesse fossero accompagnate da un piccolo e riassuntivo schema (per quelli duri come me che si perdono facilmente... smiley-cry ..), insomma un BIGNAMI VISIVO di quello che è stato detto.
Ovviamente parlo per me, ma molto spesso, se vedo quello che mi viene spiegato/insegnato questo mi rimane meglio impresso e riesco a metterlo in pratica meglio.

Lo so, lo so, adesso arriva una vomitata di vaf........  smiley-mr-green
Logged

Firenze (Italy)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 229
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sono d'accordo nel ritenere Menniti un grande, la spiegazione è perfetta (e credo anche corretta !), cioè non toglie che (e lo dico nel MIO INTERESSE) uno schizzo aiuterebbe ancora di più, ma ripeto - sicuramente chiedo troppo !

Comunque, siccome so che questo costa fatica, sono disposto (solo in questo caso) a mettere in palio una buona bottiglia di Vino (il Chianti in Toscana è rinomato lo sapete vero ?).
Quindi, se Menniti pubblicherà uno schemino "fatto male" così come proposto da flz47655 ed uno invece corretto con le sue indicazioni applicate, io prometto di mandargli una bottiglia scelta tra le migliori nella mia cantinetta privata.... e sappiate che sono di parola !!!

Tenete presente che a me questo schema non serve, ma mi interessa imparare ed acquisire know-how (in questo momento no, ma magari mi servirà presto), soprattutto cerco di dare uno spunto per iniziare una consuetudine che aiuterebe ancora di più quelli "DURI COME ME", insomma sto facendo un investimento per il futuro  smiley-money

P.S.: @Menniti: appena (se) pubblichi gli schemi - contestualmente - mandami in privato l'indirizzo dove spedire la Bottiglia, non vorrei essere tacciato di fare promesse poi non mantenute.
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12678
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ok, il tempo di disegnarlo con Eagle e ti posto l'immagine, abbi pazienza che arriva, cerco di mettere un po' di note.
Però non ti aspettare che disegni lo schema "fatto male", diffondiamo solo cose esatte, non si sa mai.

Eh, quello che chiedi richiede per il sottoscritto due cose, e cioe' un po' di carta, una matita con un grosso gommino sopra per cancellare tutte le tavanate che potrei commettere nei calcoli o negli schizzi, e poter vedere in faccia la persona con cui parlo per capire se sto dicendo le cose in modo comprensibile o meno.

Sul forum e' dura, pero' Menni ha il dono della sintesi, e i punti che ha fatto sono degni delle pagine dell'Handbook di N.E.

Grazie Legacy, è la conferma che ho scelto bene il mestiere che faccio  smiley
Logged


Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12678
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Non badate troppo alla grafica del ponte di diodi, l'ho realizzato in quel modo in quanto non trovavo una lib che mi permettesse di aggiungere facilmente i 4 C.
Nello schema in alto si presuppone di abbassare col 7805 una tensione positiva in corrente continua (p.es una tensione già stabilizzata o comunque in cc, oppure una batteria con tensione maggiore di 5V)
Nello schema in basso ho solo aggiunto un tipico sistema di trasformazione della corrente alternata, da 220 a xx (bassa tensione) tramite il trasformatore, e poi da ca a cc tramite il ponte di diodi, ogni diodo ha in parallelo un C antidisturbo.

@cgs64: no problem, sto lavorando da 4-5 giorni ad uno schema con 23 IC 74xxx e 4 display, roba da farmi ritornare i capelli dei vent'anni  smiley-eek, questo è un gioco facile. Se proprio vuoi privarti di una buona bottiglia la cedo volentieri al mio amico Leo, visto che state vicini è l'occasione per incontrarvi e gliela dai di persona, poi lui la berrà certamente anche alla mia salute; grazie però dell'offerta, si capisce che parli seriamente.

@ tutti: questi schemi non sono "manuali d'uso", ma semplicemente applicazioni pratiche usate centinaia di volte con successo, quindi gli esperti non storcano il naso di fronte alle indicazioni "empiriche" sulle capacità dei condensatori da usare.  smiley-lol


* Schemi base 7805.png (34.04 KB, 1803x1409 - viewed 70 times.)
Logged


Global Moderator
Milano, Italy
Offline Offline
Edison Member
*****
Karma: 23
Posts: 1180
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Menni o Menny (come ormai ti chamano tutti) non trovi che mettere i condensatori sui diodi sia un'altra inutile menata, dato che il rumore di commutazione introdotto dai diodi sia del tutto trascurabile rispetto al ripple introdotto dal condensatore di filtro dopo il ponte(anche per grandissimi valori di capacità)?

E poi 1000 µF in ingresso con alimentazione in continua (male non fanno) ma sembrano una precauzione troppo eccessiva!
« Last Edit: February 26, 2012, 05:30:13 am by Federico Vanzati » Logged

F

Firenze (Italy)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 229
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@Menniti: Innanzitutto GRAZIE per aver raccolto la mia richiesta, credo che chiunque adesso legga questo post (anche il più profano) capirà come si usa il 78xx, spero anche che questo diventi - piano piano - una bella abitudine.

Per quanto riguarda la TUA BOTTIGLIA (lo è diventata il 26/02/2012 alle ore 01:24:09, appena hai pubblicato il tuo post con l'agognato disegno), da quel momento ne sono solo custode.... quindi dimmi cosa devo farne. Se è Tuo desiderio che io la dia a Leo72, sarà fatto !  smiley-wink Una promessa è una promessa

Per il resto, mi chiariresti il perchè oltre al condensatore elettrolitico (nell'esempio C1 e C7) si usa affiancare anche un ceramico/poliestere (nell'esempio C2 e C5) in ingresso ?  smiley-mr-green

@Federico Vanzati: ....Menniti lo aveva premesso  smiley-razz !
Quote
@ tutti: questi schemi non sono "manuali d'uso", ma semplicemente applicazioni pratiche usate centinaia di volte con successo, quindi gli esperti non storcano il naso di fronte alle indicazioni "empiriche" sulle capacità dei condensatori da usare
Logged

Global Moderator
Italy
Offline Offline
Brattain Member
*****
Karma: 335
Posts: 23123
Logic is my way
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Per quanto riguarda la TUA BOTTIGLIA (lo è diventata il 26/02/2012 alle ore 01:24:09, appena hai pubblicato il tuo post con l'agognato disegno), da quel momento ne sono solo custode.... quindi dimmi cosa devo farne. Se è Tuo desiderio che io la dia a Leo72, sarà fatto !  smiley-wink Una promessa è una promessa

Uh oh.... una bottiglia?  smiley-twist

Quote
Per il resto, mi chiariresti il perchè oltre al condensatore elettrolitico (nell'esempio C1 e C7) si usa affiancare anche un ceramico/poliestere (nell'esempio C2 e C5) in ingresso ?  smiley-mr-green

Visto che nessuno ti ha risposto, cerco di dare il mio contributo per "guadagnarmi" la boccia  smiley-lol
I condensatori elettrolitici hanno il compito di filtrare il segnale da eventuali frequenze residue e di fungere da "serbatoi" di energia. Si usa aggiungere i ceramici/poliestere per filtrare i disturbi ad alta frequenza, che passano invece dagli elettrolitici.
Normalmente si dimensiona con 1000uF/A il C d'ingresso, quello in uscita potrebbe essere anche di valore inferiore se l'assorbimento del circuito non è elevato. Il diodo in antiparallelo ci vuole sempre quando si usando capacità molto grandi perché altrimenti lo scarico dei condensatori allo spegnimento del circuito distruggerebbe il regolatore.

@Mike:
Un piccolo dubbio: di solito i ceramici si montano il più vicino possibile ai terminali proprio perché servono come filtro. Non sarebbe quindi meglio invertire C3 e C4 mettendo prima C4 e poi C3, in uscita?
Logged


Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 574
Posts: 12678
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Menni o Menny (come ormai ti chamano tutti) non trovi che mettere i condensatori sui diodi sia un'altra inutile menata, dato che il rumore di commutazione introdotto dai diodi sia del tutto trascurabile rispetto al ripple introdotto dal condensatore di filtro dopo il ponte(anche per grandissimi valori di capacità)?

E poi 1000 µF in ingresso con alimentazione in continua (male non fanno) ma sembrano una precauzione troppo eccessiva!

In realtà sarei "Menniti", ma ormai ci sono sti vezzeggiativi ai quali sono rassegnato smiley
Avevo chiaramente scritto (te lo ha sottolineato cgs64) che non pretendevo di aver scritto una pagina di elettronica, ma semplicemente disegnato due schemi empirici che funzionano, pregando VOI Esperti di non infierire, evidentemente è stato più forte di te smiley-grin. Detto questo sono molte le cose utili o inutili, e tutto dipende dai frangenti; ti rispondo con quel poco che so:
1 - Gli elettrolitici mi hanno insegnato ad usarli per abbatterlo il ripple non per introdurlo, quindi evidentemente la tua è una finezza che io non conosco; quei quattro C a mio parere limitano dei rumori che l'elettrolitico ignora (quindi non parliamo di ripple) e per i quali NON sempre il ceramico è efficace da solo.
2 - Come detto 1000µF servono se hai un carico di 1A, è una regola empirica, come ha detto giustamente Leo, la loro utilità non è solo nella limitazione del residuo di alternata ma anche quella di fare da "volano" al circuito in caso di picchi di assorbimento.
Poi ci sono mille formule, ma qui si chiede qualcosa di realizzabile e non dannoso, il mio intervento da subito era rivolto ai neofiti ai quali questo tipo di discussioni non serve, e che invece vogliono realizzare qualcosa subito, altrimenti si era già ottimamente espresso legacy, non c'era certo bisogno di me, ma non ho saputo resistere alle gentile richiesta (e non per il vino, come avrai compreso  smiley-wink); anzi per premiare la generosità e la correttezza di cgs64 tra poco pubblico un altro paio di schemini applicativi utili smiley-lol

@ Leo: sì, hai ragione, ma non devi mai "leggere" uno schema elettrico come se fosse già un PCB; proprio in questi giorni, come accennavo, sto lavorando ad un circuito con ben 23 integrati TTL, ognuno col suo bel C da 0,1µF; in casi del genere 23 condensatori si mettono tutti in una fila per conto loro e lontana dagli integrati, poi nel PCB saranno rigorosamente INCOLLATI al proprio IC. Lo schema deve essere "leggibile", quindi strutturato in maniera da far comprendere facilmente il funzionamento del circuito, il PCB va fatto con le dovute regole, ma a parte il rispetto dei collegamenti, non ha alcun legame con la disposizione dei componenti sullo schema elettrico.

@ cgs64: come detto sarà il mio caro amico Leo il destinatario del tuo pensiero gentile, a patto che sia la prima e l'ultima volta che tu metti "in palio" qualcosa, qui tutti aiutano e sono aiutati senza problemi, ed io mi sono prestato, con le mie poche conoscenze, perché sei stato garbato nella richiesta e perché rientrava nelle mie possibilità. Quindi ora Leo ti contatterà in PM e Vi metterete d'accordo, sempre che Lui gradisca, altrimenti sei "sollevato" dall'onere. L'unico obbligo di Leo sarà quello di bere alla salute di tutto il Forum  smiley-lol
Comunque ora mi metto al lavoro e ti posto un altro paio di soluzioni simpatiche, con le quali giorni fa abbiamo egregiamente risolto un problema di un altro amico  smiley
Logged


Deep south of Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 8
Posts: 2955
The quieter you become, the more you can hear
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Se posso vorrei aggiungere un piccolo contributo alla causa  smiley-red
http://www.gioblu.com/tutorials/elettronica/149
Logged

Firenze (Italy)
Offline Offline
Full Member
***
Karma: 0
Posts: 229
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

@TUTTI: NB: questa non vuole essere una leccata !

Il clima che si respira in questo forum è FANTASTICO, e questo evidenzia ovviamente la qualità delle persone che lo frequentano.
E' palese che lo scopo di un Forum sia la diffusione di know-how, il confronto, e chi più ne ha più ne metta, però spesso c'è modo e modo per farlo, e qui, permettetemi di dirlo senza possibilità di essere smentito, viene fatto nel modo più bello ! La disponibilità e la cortesia (non volendo tralasciare l'esperienza !) dei "gold star" è senza dubbio la migliore incontrata in un forum, quindi davvero un GRAZIE di cuore per la Vs disponibilità e pazienza.


@Menniti: E' ovvio che "la bottiglia" è stata una occasione eccezionale per tentare di "dare il via" ad una abitudine che ritengo di grande aiuto per tutti quelli che come me NON SANNO MA VORREBBERO SAPERE e - pare - abbia sortito l'effetto desiderato. Spero di poter incontrare Leo72 (ho capito bene, è di Firenze anche lui ?) al quale consegnerò la bottiglia che berrà alla Tua e alla salute del Forum.

@Leo72: Come hai sicuramente compreso la bottiglia è già pronta, manca solo incontrarci per la consegna e la foto di rito che convalidi la mantenuta promessa  smiley-grin smiley-mr-green smiley-grin smiley-mr-green smiley-grin smiley-mr-green
PS: Leggendoti "specialista di PCB" avrei qualche domanda sul EAGLE per le quali aprirò un nuovo Topic, spero di leggerti tra i "responders"

@BrainBooster: Grazie, vedo che anche Tu hai immediatamente raccolto e messo in pratica al meglio il mio suggerimento/richiesta.
Logged

Pages: [1] 2   Go Up
Jump to: