Go Down

Topic: [WIN] Aggiornam. compilatore IDE 0022-0023-1.0 all'ULTIMA VERSIONE ATMEL (Read 53 times) previous topic - next topic

amario57

Quoto in toto ciò detto da astrobeed e Brain, sulla scelta del S.O. , è questione di opportunità, scegliere quello che meglio si addice a quanto poi devi fare.
Sul sistema dell'open source e del free, ho sentito varie discussioni e ognuno ha ragione, anch'io soffro nel pagare alcune applicazioni che sinceramente non hanno quel valore e mi rivolgo anch'io al ciò che trovo in giro, lo valuto se funziona lo uso altrimenti lo "getto".
Premetto che io son partito nel 1982, usando Cpm/86, perché c'era il Multiplan e Wordstar, per passare obbligato a MS/Dos perché era scito Lotus che andava solo con quello, anche se reputavo migliore il precedente S.O. . Quando è uscito Windows 1.0 ho fatto da cavia e non l'ho più abbandonato, nonostante le tante b.......e che inizialmente ed anche ora son costretto a dire sottovoce.
Ho provato Linux, ma perché non lo uso ?? Perché purtroppo non ho trovato applicativi validi che mi interessano, per ora, non parlando poi dei problemi che ho avuto con l'hardware.
Conclusione "essere opportunisti" cogliere il meglio di quello che c'è sul "mercato", non sposo neanch'io niente per partito preso.
Un discorso a parte Apple, non mi piace proprio la sua "politica"

leo72

@brain:
ho usato Windows per diversi anni. Sai cosa mi scoccia? Che quando compri un portatile te lo trovi già dentro con una marea di software in versione trial che ti impantana da subito il computer. Se compri un desktop stessa storia: è lì, lo devi comprare senza fare obiezioni. Ma perché? Non voglio comprare una cosa per forza. Mi sembra tanto la storia degli optional obbligatori quando vai ad acquistare alcuni modelli di auto.

Se poi assembli un computer per tuo conto, poi ti installi la copia scopiazzata 100 volte di Windows, ti devi cercare il crack perché altrimenti il sistema di autenticazione di Microsoft ti bomba subito e ti impedisce di aggiornare il sistema. Parliamo poi di aggiornamenti: Microsoft offre un sistema di aggiornamenti che aggiorna SOLO il suo di software. Ed ogni produttore è obbligato a scrivere un tool di controllo degli aggiornamenti per i propri prodotti, con il risultato che in men che non si dica ti ritrovi in background 10 demoni che non fanno altro che controllare se qualcosa è aggiornato. Vogliamo poi parlare del software? Il 90% del software che gira sui PC Windows è craccato, non negatelo. E poi venite a me a parlare di essere obiettivo nelle mie scelte  :P  ;) :smiley-yell:

Testato

io sono nato con Macintosh eppure mi affascinava quella schermata nera del dos  :)

apri il control panel, ci sono 7 o 8 icone, le clicchi fine. ho sempre visto cio' come una limitazione, mentre il mondo intero lo vede come una semplificazione.

la verita' e' che il SO non dovrebbe far nulla, dovrebbe interfacciarsi con l'hw e basta, dovrebbe essere trasparente.

puo' essere il migliore del mondo ma se poi nessuno scrive i driver per l'hw e nessuno scrive il sw che ti serve diventa inutile.

e' normale che per quel 0,01% di utenti che sanno modificare un kernel e scrivere un matlab le cose sono diverse, e cmq chi sa scrivere matlab lo riesce a fare sia per win che per linux che per la mela marcia.

Di certo sostenere linux in quanto open source anche lato kernel non puo' che esssere una cosa buona e giusta,m almeno come e' giusto abbattere le politiche apple
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

BrainBooster

#53
Mar 18, 2012, 09:13 am Last Edit: Mar 18, 2012, 09:16 am by BrainBooster Reason: 1
@Leo  perchè ti rivolgi a me? ti ridico che io non parteggio per nessuno (tranne che per il mio cuxxo :D )
a titolo informativo: alcuni produttori di notebook (visto che hai citato l'esempio) ti rimborsano il costo di windows se non ti piace http://www.zdnet.co.uk/blogs/the-open-source-revolution-10014902/linux-users-get-your-windows-refund-today-10015089/
Il garbage sw lo rimuovi alla prima accensione, così come l'attivazione/disattivazione dei servizi in background.
il fatto che microsoft aggiorni solo il suo software mi sembra una scelta logica,tu non lo faresti?  o ti prenderesti la responsabilità di aggiornare anche il software fatto da altri?
Per la storia dei software craccati , ogniuno è responsabile di quello che fà, non è che se io frego una macchina per strada perchè mi serve e mi piace, la colpa poi è del produttore della macchina.
E' chiaro che se tu citi dei vantaggi che io non vedo, provo a dire la mia, ma questo non significa parteggiare :)
P.S.
Mi sà che ci siamo allargati un attimino, quando torna Menniti ci mena per avergli inquinato il thread :D

astrobeed


Sai cosa mi scoccia? Che quando compri un portatile te lo trovi già dentro con una marea di software in versione trial che ti impantana da subito il computer.


Vero, però non dare la colpa al sistema operativo per questa cosa, sono accordi commerciali che i grandi produttori di software hanno preso con i produttori di hardware, ovvero per ogni copia demo/trial dei loro software installata di default sul notebook/pc pagano tot cent al produttore dell'hardware.
Purtroppo questa cosa porta via un sacco di tempo, e tocca saperlo fare, per liberare il pc questa "monnezza", per fortuna questo intasare i pc nuovi di crapware è in forte calo, almeno per certi produttori.
L'ultimo notebook, Asus, che ho preso oltre al S.O. aveva preinstallate solo alcune utility della casa madre per l'aggiornamento dei driver e l'accesso ad uno loro spazio di storage.
Semmai devi "incazzarti" con le condizioni di vendita imposte da certi produttori di hardware che cercano in tutti i modi di non rimborsarti il costo di Windows preinstallato se non lo vuoi anche se esplicitamente previsto dalla licenza d'uso di Windows, però è il produttore del computer che deve farti il rimborso e non Microsoft.
Da notare che la versione OEM di Windows preinstallata costa molto meno della versione commerciale, l'eventuale rimborso è compreso tra 25 e 90 Euro a seconda della versione, e ovviamente su un notebook che costa poco non ti mettono un S.O. che costa 90 Euro  :)

Quote

Se poi assembli un computer per tuo conto, poi ti installi la copia scopiazzata 100 volte di Windows, ti devi cercare il crack perché altrimenti il sistema di autenticazione di Microsoft ti bomba subito e ti impedisce di aggiornare il sistema.


Questa è una tua congettura.
Che poi ci sono rivenditori di hardware disonesti, per fortuna in forte calo, che ti vendono un preassemblato con sopra un S.O. piratato spacciandolo per originale, e te lo fanno pure pagare, è vero, ma questa è una truffa a tutti gli effetti.

Quote

 Ed ogni produttore è obbligato a scrivere un tool di controllo degli aggiornamenti per i propri prodotti,


Filosofia sbagliata, basta che il software all'avvio controlli se ci sono aggiornamenti e lo segnali all'utente che decide liberamente se aggiornare o meno, esattamente come fanno moltissimi programmi che uso regolarmente, p.e. Eagle.
Se il software è fatto bene prevede sempre la possibilità di disattivare gli eventuali servizi che controllano in background la disponibilità di aggiornamenti, ma qui cominciamo a parlare di software fatto bene e software fatto male, il secondo ha ben altri problemi oltre a quello dell'aggiornamento in background, che comunque è sempre disattivabile se uno sa usare Windows.


Go Up