Pages: 1 2 [3] 4 5 6   Go Down
Author Topic: Alimentatore, come intercettare corti circuiti.  (Read 5276 times)
0 Members and 1 Guest are viewing this topic.
Rome
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 81
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

La soluzione di Ardalex è interessante anche se "dispendiosa" per il fatto che lo zener lavora per tutto il tempo che l'alimentatore funziona correttamente, che poi è la norma; non sono però d'accordo sull'interpretazione che da' allo schema che ho proposto; ho già spiegato perché la resistenza dovrebbe (ribadisco però il condizionale) essere ininfluente ai fini della stabilizzazione; se poi è dimensionata in modo tale da stare al limite della corrente max erogabile dal 7805 sarà essa stessa, come spiegato ad impedire il superamento di tale valore .....

La soluzione dello zener è dispendiosa energeticamente: i 3 componenti utilizzati possono essere sostituiti da 5 componenti riducendo così i consumi:
tre resistenze, un transistor, un LED. Ma mantenendo il criterio di lavorare sulla tensione di uscita e non sulla corrente, facendo lavorare il 7805 con la propria protezione.

Per la resistenza in serie non sono d'accordo.
su un mio alimentatore stabilizzato non metterei mai una resistenza in serie all'uscita.
Per me è già un problema la caduta di tensione dei soli cavi.
Quale caduta di tensione ritieni ragionevole per un alimentatore stabilizzato quando eroga 3/4 della corrente?

Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 573
Posts: 12627
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sulla questione resistenza hai ragione, effettivamente facendo un po' di conti con correnti inferiori alla massima ma prossime ad essa ci sono cadute non tollerabili; però non hai letto il resto del mio post, visto che ora proponi una soluzione che è quella che avevo descritto io al volo, proprio accogliendo ciò che tu affermavi circa l'esistenza della protezione del 7805; hai aggiunto una R, ma il principio è quello, o parli comunque di una soluzione diversa? smiley-wink
Logged


Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Sono contento che partendo da una questione per voi banale si sia instaurata una discussione che di banale nn ha troppo smiley) almeno mi sento meno in colpa per queste domande banali smiley-grin
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 573
Posts: 12627
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Di banale non c'è mai niente nelle discussioni; anzi è sempre utile il confronto, serve per evidenziare problemi e trovare soluzioni migliorative; credo che alla fine si sia arrivati alla stessa soluzione, ma deve chiarirlo Ardalex, spiegando come intende usare i cinque componenti che ha elencato; io ho fatto una "proposta" di variazione, tenendo conto del fatto che il 7805 ha questa protezione, e spiegando come vanno montati ora i componenti; vediamo cosa dice lui, poi applicherai la soluzione più semplice e meno dispendiosa, sia dal punto di vista energetico che da quello economico smiley
Logged


Deep south of Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 8
Posts: 2955
The quieter you become, the more you can hear
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Date un'occhiata a questo schema smiley-wink
http://www.ilprogettista.it/web/wp-content/uploads/2010/02/14.pdf
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

La richiesta è quella di segnalare lo stato di cortocircuito sui morsetti di uscita dell'alimentatore, se è così io l'ho detto come fare con un led e una resistenza, tutto qui, se si vuole essere precisi si aggiunge uno zener.

Quando Vout si trova a GND (per corto accidentale) il led si accende perchè tra vin e vout c'è una d.d.p sufficiente a fare scorrere corrente nel led, mentre durante il funzionamento normale bisogna dimensionare la R sul led di modo che non si accenda, cioè tra Vin  e Vout ci deve essere una tensione minore di 1V.

Diverso è se la richiesta è quella di segnalare un'assorbimento di corrente superiore ad un certo valore, già questo è più complesso e richiede qualche componente discreto in più o si risolve con un comparatore di tensione OP, ma conviene?

Ciao.

Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ciao Mauro,
appena possibile provo a fare tutte le prove in base a quello che mi avete detto smiley
Logged

Rome
Offline Offline
Jr. Member
**
Karma: 0
Posts: 81
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

queste le proposte:
il secondo è la spiegazione di ciò che intendevo con tre resistenze un transistor ed un LED
ma la prima ha il vantaggio che non consuma nulla se non cala la tensione in uscita e sono solo tre compnenti.
lo zener e la resistenza vanno dimensionati in funzione della tensione in ingresso senza carico e della corrente necessaria al LED per la luminosità voluta.

sulla seconda il partitore deve fornire una tensione non superiore a quella in uscita (5V), quando l'uscita scende anche di un solo Volt il transistor accende il LED.

io preferisco la prima più semplice e a Zero corrente a riposo.


* ScreenHunter_01 Mar. 29 12.55.gif (5.01 KB, 499x505 - viewed 29 times.)
Logged

0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
io preferisco la prima più semplice e a Zero corrente a riposo.

Concordo in pieno.
Grazie per aver disegnato lo schema che avevo descritto che è sicuramente quello più economico e funzionale. Senza schema ai voglia a scrivere.

Ciao.

PS: fammi cercare il post sul forum lento che e bene fare un up
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 573
Posts: 12627
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Ora non vorrei fare la parte del bastian contrario, quindi spero che stiamo tutti collaborando a trovare una soluzione efficace. Pongo quindi alcune domande, per avere dei chiarimenti:
1a soluzione: molto semplice; cosa succede se Vin è 12-14V, quando il 7805 funziona regolarmente?
2a soluzione: non ho ben capito il criterio per la conduzione dell'NPN, pensavo dipendesse dal rapporto tra Vc e Vb, invece mi pare di capire che qui si parli del rapporto tra Vb e Ve; mi piacerebbe saperne di più; dando per scontato che funzioni correttamente avrebbe forse lo svantaggio di non poter gestire correttamente una tensione Vin non stabile, o sbaglio?
L'ultima soluzione da me proposta (non mi chiedete schemi, sono a corto di tempo smiley-confuse) dovrebbe mandare in conduzione il PNP quando la Vout è <0,7V, quindi in condizione certa di cortocircuito o sovrassorbimento (anche qui do' per scontato quanto affermate sulla protezione del 7805), quindi il dispendio energetico sarebbe 0 ed il controllo avverrebbe direttamente dulla Vout, come forse è più giusto che sia.
Logged


Deep south of Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 8
Posts: 2955
The quieter you become, the more you can hear
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

 smiley-cry nessuno mi ascolta smiley
e vabbè, ve ne dò un altro và...
Logged

Lamezia Terme
Offline Offline
Shannon Member
****
Karma: 573
Posts: 12627
Le domande di chi vuol imparare rappresentano la sua sete di sapere
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Hai ragione, scusa, volevo rispondere ma poi mi sono scordato; il tuo primo schema è piuttosto complesso, questo invece è elegante, ma chiaramente si sta cercando una soluzione "minimal"; onestamente non riesco a tirtare fuori la logica di comportamento dello schema, non sono così addentro, anche perché sembrerebbero due tensioni diverse quei 5V O/P1 e O/P2
Logged


0
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 31
Posts: 2908
Arduino rocks
View Profile
WWW
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

Quote
smiley-cry nessuno mi ascolta smiley

D: Mi ascolti?
R: si, certo che ti ascolto
D: e mi capisci?
R: una cosa alla volta o ti ascolto o ti capisco
smiley-grin

Per me ammesso che funzioni mi sembra troppo complesso per un 7805, alla fine serve solo l'indicazione di corto, ed è tanto per evitare di impazzire sul perchè il circuito sotto test non funziona.

Ciao.
Logged

AvrDudeQui front end per avrdude https://gitorious.org/avrdudequi/pages/Home

Deep south of Italy
Offline Offline
Faraday Member
**
Karma: 8
Posts: 2955
The quieter you become, the more you can hear
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

dai,quello di prima non era complesso, è che il darlington lo faceva sembrare incasinato smiley
questo invece non ha tensioni diverse è sempre 5v, e non è neanche questo complesso, la cosa da guardare è come sono messi i due transistor (il minimo indispensabile) e come il circuito interviene in caso di cortocircuito sull'uscita.
Provate  ad immaginare cosa succede se metto un cavo che cortocircuita l'uscita op/2
EDIT:
se volete approfondire smiley
http://en.wikipedia.org/wiki/Current_limiting
« Last Edit: March 29, 2012, 10:21:20 am by BrainBooster » Logged

Offline Offline
Sr. Member
****
Karma: 1
Posts: 467
View Profile
 Bigger Bigger  Smaller Smaller  Reset Reset

C3  il condensatore non polarizzato va bene  anche un ceramico giusto?
smiley-grin
Logged

Pages: 1 2 [3] 4 5 6   Go Up
Jump to: