Go Down

Topic: [Risolto] differenza tra PWM e PLL (Read 1 time) previous topic - next topic

Dea1993

May 26, 2012, 12:13 pm Last Edit: May 26, 2012, 03:04 pm by Dea1993 Reason: 1
ciao a tutti sto lavorando ad un progetto con arduino di controllo di un robot, per poter controllare il robot ho dovuto usare il chip L298P, questo circuito mi permette di controllare la velocità dei motori o con il PWM o con il PLL, io ho usato il PWM perchè gia lo conoscevo, ma cosa cambia realmente tra i due? perchè uno dovrebbe scegliere di usare il PWM piuttosto che il PLL e viceversa??in quali casi è meglio usarne uno piuttosto che l'altro??
grazie

uwefed

PWM vuol dire Pulse Width Modulation. Si ha un Impulso che viene con una tempo (frequenza fissa) ma la sua durata vienen variata. In questo modo si ha un media della tensione/potenza variabile a secondo del rapporto impulso acceso e spento/pausa. http://it.wikipedia.org/wiki/Pulse-width_modulation

PLL significa Phase-locked loop. Non so spiegartelo in 2 parole. http://it.wikipedia.org/wiki/Phase-locked_loop . Il maggior uso é produrre da una frequenza un altra. La seconda frequenza ha la stessa stabilitá come la prima ed é possibile regolarla. Viene usata in dei ocillatori per il clock di CPU perché i quarzi possono essere prodotti solo per una certa frequenza ma per esempio nel PC servono frequenze anche nei GHz. Altro uso é per sintonizzare radio e Tv.

Ciao Uwe

Dea1993

grazie mille ottima spiegazione

astrobeed


questo circuito mi permette di controllare la velocità dei motori o con il PWM o con il PLL, io ho usato il PWM perchè gia lo conoscevo, ma cosa cambia realmente tra i due?


Il PLL (Phased Locked Loop) non ha nulla a che vedere con il 298 che si utilizza esclusivamente con il PWM, o al limite come switch di potenza ON/OFF.
Dove l'hai letta questa cosa del PLL con il 298 ?
Il PLL è una tecnica di feedback per ottenere un clock variabile entro un certo range partendo da una base dei tempi fissa molto precisa, il clock ottenuto può essere sia maggiore che minore di quello della base dei tempi, ne eredita precisione e stabilità.





Dea1993



questo circuito mi permette di controllare la velocità dei motori o con il PWM o con il PLL, io ho usato il PWM perchè gia lo conoscevo, ma cosa cambia realmente tra i due?


Il PLL (Phased Locked Loop) non ha nulla a che vedere con il 298 che si utilizza esclusivamente con il PWM, o al limite come switch di potenza ON/OFF.
Dove l'hai letta questa cosa del PLL con il 298 ?
Il PLL è una tecnica di feedback per ottenere un clock variabile entro un certo range partendo da una base dei tempi fissa molto precisa, il clock ottenuto può essere sia maggiore che minore di quello della base dei tempi, ne eredita precisione e stabilità.


ecco dove lo dice http://www.dfrobot.com/index.php?route=product/product&product_id=69

astrobeed


ecco dove lo dice http://www.dfrobot.com/index.php?route=product/product&product_id=69


E dicono cavolate   :D
Hanno confuso il modo LAP (Locked Anti Phase) con il PLL.

Dea1993

a ecco grazie per la segnalazione.
allora riporgo la stessa domanda iniziale con il LAP al posto del PLL

uwefed

Se ho capito bene il LAP (Locked Anti Phase) é che il segnale PWM viene interpretato diversamente dal circuito di plotaggio del motore.

Si definisce un stop a 50% PWM. Da 50% a 100% PWM gira in avanti e da 50% a 0% PWM indietro.
La logica é simile al segnale PPM nei Servo.

Il vantaggio del LAP é che serve solo un segnale sia per la velocitá che per la direzione. Svantaggio: riduci la risoluzione della velocitá alla metá.

Ciao Uwe

Go Up