Arduino Forum

International => Italiano => Generale => Topic started by: grzmrc on Sep 17, 2018, 08:58 pm

Title: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 17, 2018, 08:58 pm
Ciao,
non mettetevi a ridere, sto cercando di capire se é fattibile.
Devo fare scattare un allarme se da una stanza chiusa viene a mancare un peso => 60kg

Questo pavimento deve potersi adattare facilmente a stanze diverse con area che puó variare dai 6 ai 10mq

I costi di realizzazione devono essere contenuti il piú possibile o comunque simili ad una ristrutturazione dei pavimenti.

L'idea piú sensata che mi é venuta in mente é quella di porre sotto al nuovo strato di pavimento una sacca di liquido dello stesso perimetro e analizzare le variazioni di pressione.

Mi dareste una mano a capire appunto praticabilitá della cosa, suggerimenti sui componenti, soluzioni alternative?
Grazie
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: gpb01 on Sep 17, 2018, 09:05 pm
Pavimento "sospeso" e celle di carico sotto per misurare esattamente il peso ? ? ?  ... non credo costi di più della tua idea ... ::)

Guglielmo
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 18, 2018, 06:46 am
Grazie infinite Guglielmo,
Il tuo suggerimento é quello di abbandonare il liquido e usare celle di carico se ho inteso bene.

Il liquido era la prima cosa che mi é venuta in mente non conoscendo quali strumenti si potessero usare in elettronica.

A livello pratico come dovrei disporre le celle? 1 per ogni angolo piú una centrale? Il pavimento lo intendi come corpo unico o suddiviso in zone?
Grazie
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Etemenanki on Sep 18, 2018, 09:47 am
Nota che una soluzione del genere e' la piu precisa possibile, ma dipende dallo spazio che si puo "sacrificare" sotto il pavimento ... perche' serve sia lo spazio per le celle ed i relativi supporti (che comunque si possono "incassare" in piccoli pozzetti, almeno fino ad un certo punto), sia quello per la struttura del pavimento, che dovrebbe essere il piu rigida possibile ed in un solo pezzo (bastano le celle agli angoli, se e' ben rigida, con quella centrale solo se supera una certa estensione), e quindi sotto avra' per forza un certo spessore ...

Ma serve sapere se il peso viene eliminato dall'intero pavimento, o solo da uno specifico punto ? ... e con quale precisione ? ... e soprattuto quale durata deve avere il sistema ? ... perche' potrebbero esserci altre soluzioni ... scarterei comunque il sacco a fluido, non solo per i possibili guasti come tenuta, ma anche perche' con quel sistema avresti un pavimento "flottante" ... non esattamente stabile, insomma :D
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Patrick_M on Sep 18, 2018, 10:52 am
mi pareva di aver letto da qualche parte anche di una pellicola resistiva o qualche cosa del genere.... sensibile alla pressione (non adatta alla determinazione del peso)
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 18, 2018, 10:57 am
Il pavimento sensibile al peso è fattibile, e quindi una risposta positiva c'è.
Quello che devi prevedere è più "meccanico" che elettronico, perchè elettronicamente il problema è già anche risolto.
La variabile, poi, che deve essere di 60 Kg. ti porta ad essere anche meno "schizzinoso" nella realizzazione perchè chilo più o chilo meno (ma anche 10kg in più o meno) ottieni ciò che stai cercando.

Naturalmente la sacca di liquido sotto è da abbandonare (fattibile su misura da chi realizza teloni per autotrasportatori ma sicuramente costosa) perchè non ci potresti attaccare sopra il pavimento dato che galleggerebbe.

Se invece intendevi una STRUTTURA RIGIDA di 6-10 mq (che in fin dei conti può essere una 2x3 mt oppure una 3x3 mt) allora la puoi appoggiare su 4 celle di carico ai quattro angoli tipo queste
qui. (https://it.aliexpress.com/item/High-Quality-8-Hole-Spoke-Weighing-Sensor-Force-Weight-Pull-Pressure-Sensor-load-cell-200kg-500kg/32804695459.html?spm=a2g0y.search0104.3.40.7f5f3ba4bEU59i&ws_ab_test=searchweb0_0,searchweb201602_3_10065_10068_10547_10059_10884_10548_10887_10696_100031_309_10084_10083_10103_451_452_10618_10307_10820_10301_10821_10303_525,searchweb201603_16,ppcSwitch_5&algo_expid=6652a9c2-567f-432f-8968-e813b1794c2b-6&algo_pvid=6652a9c2-567f-432f-8968-e813b1794c2b&transAbTest=ae803_1&priceBeautifyAB=0)
Non la vedo difficile: fai un quadrato (3 metri per tre, per esempio) di tubolare 80x80, lo poggi su 4 celle di carico da X kg l'una (conta il peso della struttura, del pavimento e di ciò che c'è dentro e lo dividi per 4) e poi realizzi un reticolo di angolari o tubolari e rivesti il tutto (piastrelle o parquet ma ti consiglio quest'ultimo in modo da poterlo smontare per future ispezioni).

Proprio per il tuo target di peso da controllare (+ o - 60 Kg) non mi preoccuperei molto degli atriti della struttura sui 4 lati della stanza, che comunque non dovrebbe "strusciare" contro il muro.
Quindi stai distante dal muro almeno 1 cm per ogni lato.

Quando hai finito ripassa di qui che ci divertiamo a fare il software...  :)
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: docdoc on Sep 18, 2018, 11:52 am
mi pareva di aver letto da qualche parte anche di una pellicola resistiva o qualche cosa del genere.... sensibile alla pressione (non adatta alla determinazione del peso)
Si, certo, esiste, è la membrana chiamata "velostat (https://www.adafruit.com/product/1361)", la cui resistenza varia in base alla pressione o alla torsione. Si compra in fogli o rotoli. Io chi feci un sensore per le "dita" di un braccio robotico, per rilevare quando l'oggetto era stato "afferrato" e se la forza fosse sufficiente per cercare di sollevarlo.

Nel tuo caso puoi farne delle strisce e posizionarle opportunamente sotto alla struttura che poggi sul pavimento (puoi distribuirle meglio delle sole 4 celle di carico, per evitare che la struttura flettendosi possa non rilevare il peso, tanto più se per te non è rilevante determinare esattamente il peso).

Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Etemenanki on Sep 18, 2018, 12:17 pm
L'unico dubbio che avrei io nell'usare il velostat, e' la durata ... un pavimento e' abbastanza pesante gia di suo, inoltre non e' una cosa che puoi smontare in 5 minuti per ispezionare se la pellicola e' consumata o danneggiata in qualche punto dalla continua pressione (sia quella statica del pavimento in se', sia quella dinamica di tutti quelli che ci possono camminare sopra) ... ;)
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: gpb01 on Sep 18, 2018, 01:07 pm
>grzmrc: Ma, una domanda ... a te interessa solo ed esattamente il limite dei 60Kg o ti occorre una misura precisa?

Perché, se a te interessa solo una "soglia" fissa ... forse potresti fare come si fa/faceva negli ascensori per l'occupato quando una persona era dentro. Pavimento galleggiante su una serie di molle calcolate per il peso ... peso maggiore, il pavimento scende e chiude un interruttore (ascensore occupato), peso minore e il pavimento è tenuto su dalle molle e l'interruttore si apre (ascensore libero) :)

Guglielmo
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 20, 2018, 12:38 pm
Ringrazio tutti per le risposte e mi scuso per non essere stato presente per un paio di giorni - non è stato disinteresse, anzi per me questo progettino è molto importante.

Chierimenti alle domande che mi avete posto per aiutarmi;
1)Posso permettermi di sacrificare spazio per le celle di carico. L'utilità che ne avrei mi permette tranquillamente di fare incassi nel pavimento o perdere qualche centimetro

2) Il peso indicato in 60 kg non è un valore preciso. è il peso indicativo di una persona che ovviamente può oscillare tra i 60 e anche 100 e oltre.

3) il peso non è fisso in un unico punto. Una persona può muoversi liberamente all'interno del'ambiente. Aggiungo che le persone nella stanza possono anche essere 2 o 3.

Ora mi sto preoccupando di sistemare il tutto dal punto di vista meccanico, come da voi suggerito, con un problema in più dato dal fatto che alcune stanze hanno un piccolo bagno. Dovrò quindi valutare, magari con vostro suggerimento, se dividere in due settori o continuare ad usare un unico pavimento rigido.

A livello di programmazione, sommariamente ipotizzo di stabilire il peso in un dato momento e gestire il movimento del carico, nel senso che se la persona si sposta al centro dovrò trovarmi lo stesso peso ripartito su tutte le celle.

per ora la vedo molto empirica, nel senso che ancora non mi rendo conto se può funzionare.

Vorrei fare un modellino prima.
Secondo voi, queste celle, possono essere sufficientemente precise per creare un modellino in cui sposterò dei pesetti da un kg?
https://www.amazon.it/Sourcingmap-carico-bilancia-elettronica-sensore/dp/B00R1J7VA0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1537439775&sr=8-1&keywords=celle+di+carico

Grazie davvero a tutti per la pazienza e per l'aiuto che mi avete fornito
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Etemenanki on Sep 20, 2018, 04:16 pm
Per il modellino, con queste (https://www.amazon.it/Aihasd-digitale-elettronica-portatile-pesatura/dp/B075KKH416/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1537452654&sr=8-1&keywords=celle+di+carico+10kg) ad esempio ti danno gia anche le schedine coon i convertitori ... e per il modellino vanno meglio, considera che con 4 celle il peso viene diviso per 4, se usi pesi da 1Kg, queste sarebbero piu precise ... inoltre le schedine con i convertitori le potrai poi usare anche per la versione definitiva ...

La cosa piu importante e' che il pavimento sia il piu "rigido" possibile, cioe' che non si deformi quando alla fine la gente ci camminera' sopra ... ovviamente, per la versione definitiva, dovrai prendere celle che reggano non solo il peso delle persone (complessivo, di tutte), ma anche quello del pavimento, che non credo sara' indifferente, se ben realizzato ... ;)
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: docdoc on Sep 20, 2018, 05:03 pm
Per una superficie di uno stanzino (parli di max 10mq, quindi 3x3 diciamo) a me sembra che la cosa più semplice ed affidabile sia fare un pavimento in legno sotto al quale distribuire varie strisce di velostat (alternate magari ad altrettante strisce gommate per non far andare tutto il peso sul velostat) collegate in paralllelo alternativamente (es. striscia 1, 3, 5 e 7 ad un pin, 2, 4 6 e 8 ad un altro) e con qualche rapido calcolo e test riuscire a determinare i valori minimi da leggere per considerare la presenza di un peso di almeno 60kg. Pavimenti sospesi, con molle, e altre cose meccaniche le vedo non semplici da mettere in opera e più costose.

Giustamente Etem si preoccupa per l'eventuale interruzione di una striscia, ma se sotto al pavimento la superficie è compatta e soprattutto liscia (come piastrelle o cemento levigato) potrebbero durare anche grazie al fatto che si alternerebbe anche qualche striscia di normale gomma come "rinforzo". Inoltre le strisce messe in parallelo consentono anche di minimizzare la variazione della lettura in caso di rottura di una srtiscia (ma serve che si tagli trasversalmente e per intero, un danno minore o longitudinale comporterebbe una va5riazione minima della sua resistenza).

Poi tutto dipende da quali sono i costi previsti, il carico reale massimo, la durata minima, ed il costo e frequenza prevista per la manutenzione ed eventuali interventi, tutti parametri che non conosciamo, quindi i nostri consigli, compreso il mio, lasciano il tempo che trovano...

PS e, in fondo, di cosa stiamo parlando? Di un museo dove devono verificare se qualcuno ruba una statua di 60 kg? :)
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Standardoil on Sep 20, 2018, 07:53 pm
Invece io mi domando quale sia l'applicazione finale....
una persona, che si puo' muovere liberamente nell'ambiente, magari anche 2 o 3 persone, un bagno...
non è che stai tentando di tracciare una persona diversamente abile, vero?
ho visto applicazioni del genere, ma non sul pavimento
e poi, per i mobili cosa fai? anche solo l'armadietto del bagno, lo metti su sezioni separate del pavimento? viene complesso...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 21, 2018, 10:22 am
e poi, per i mobili cosa fai? anche solo l'armadietto del bagno, lo metti su sezioni separate del pavimento? viene complesso...
C'è una cosa che si chiama TARA: una volta arredato tutto azzeri il peso....
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 21, 2018, 10:33 am
1)Posso permettermi di sacrificare spazio per le celle di carico. L'utilità che ne avrei mi permette tranquillamente di fare incassi nel pavimento o perdere qualche centimetro

2) Il peso indicato in 60 kg non è un valore preciso. è il peso indicativo di una persona che ovviamente può oscillare tra i 60 e anche 100 e oltre.

3) il peso non è fisso in un unico punto. Una persona può muoversi liberamente all'interno del'ambiente. Aggiungo che le persone nella stanza possono anche essere 2 o 3.

Ora mi sto preoccupando di sistemare il tutto dal punto di vista meccanico, come da voi suggerito, con un problema in più dato dal fatto che alcune stanze hanno un piccolo bagno. Dovrò quindi valutare, magari con vostro suggerimento, se dividere in due settori o continuare ad usare un unico pavimento rigido.

A livello di programmazione, sommariamente ipotizzo di stabilire il peso in un dato momento e gestire il movimento del carico, nel senso che se la persona si sposta al centro dovrò trovarmi lo stesso peso ripartito su tutte le celle.

per ora la vedo molto empirica, nel senso che ancora non mi rendo conto se può funzionare.

Vorrei fare un modellino prima.
Secondo voi, queste celle, possono essere sufficientemente precise per creare un modellino in cui sposterò dei pesetti da un kg?
https://www.amazon.it/Sourcingmap-carico-bilancia-elettronica-sensore/dp/B00R1J7VA0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1537439775&sr=8-1&keywords=celle+di+carico

Grazie davvero a tutti per la pazienza e per l'aiuto che mi avete fornito
Non è per niente empirica: se compri al LIDL una pesapersone elettronica hai già il tuo "modellino di pavimento" e ci puoi fare i tuoi esperimenti: vedrai che anche spostando il peso negli angoli non cambia nulla perchè poi vengono lette sempre tutte le celle di carico e vengono sommate.
Addirittura potresti controllare tu stesso le quattro celle in modo da controllare dove è il maggiore peso, quindi "vedere" gli spostamenti con assoluta precisione dove se hai 4 letture identiche significa che il peso è in centro, mentre se hai una lettura maggiore delle altre significa che il peso è più su quest'ultima cella, eccetera...
Non stiamo inventando niente: le pese industriali o le pese degli autoveicoli o autocarri sono esattamente così: quattro celle ai quattro lati di un "pavimento metallico". Del tutto identico alla pesapersone della LIDL...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Standardoil on Sep 21, 2018, 12:35 pm
C'è una cosa che si chiama TARA: una volta arredato tutto azzeri il peso....
Cioè,  azzeriamo il peso tutte le volte che facciamo la spesa?
Serve un'indicazione dallo OP
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: docdoc on Sep 21, 2018, 01:34 pm
Serve un'indicazione dallo OP
Concordo, e l'ho scritto anche io, perché quale sia l'ambito di applicazione non è affatto ininfluente nella scelta progettuale.
Ripeto la mia domanda, auto-quotandomi (per cui ora serve una risposta dall'OP altrimenti è inutile continuare a fare congetture e proporre soluzioni):

tutto dipende da quali sono i costi previsti, il carico reale massimo, la durata minima, ed il costo e frequenza prevista per la manutenzione ed eventuali interventi, tutti parametri che non conosciamo, quindi i nostri consigli, compreso il mio, lasciano il tempo che trovano...

PS e, in fondo, di cosa stiamo parlando? Di un museo dove devono verificare se qualcuno ruba una statua di 60 kg?

Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 24, 2018, 03:11 pm
Cioè,  azzeriamo il peso tutte le volte che facciamo la spesa?
Serve un'indicazione dallo OP
Il discorso della TARA è semplice: realizzi la stanza, la arredi di tutto punto e azzeri la TARA: da questo momento qualsiasi cosa entra deve prima o poi uscire.
Quindi se il peso è superiore a ZERO (o ZERO +/- una certa percentuale) c'è qualcuno in quella stanza. Dato che parliamo di un processore ed un software, possiamo sapere quanto peso è entrato e quanto ne è uscito, quindi quanto ne rimane. E l'azzeramento della TARA si può fare con un pulsante tutte le volte che si ritiene opportuno, all'inizio di ogni "ciclo di controllo", per esempio.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 25, 2018, 01:10 pm
Pur non avendo tanti dettagli mi avete fornito tutto quello che mi serve per partire. Perdonatemi se Il campo d'applicazione lo ho volutamente tenuto nascosto.
Ho solo qualche problema a reperire velocemente i componenti per il modellino. Le celle di carico segnalate arrivano a metà ottobre e per me è un po' troppo in la'.

Ho provato anche a guardare i circuiti interni delle bilance commerciali (vedi pic https://www.dropbox.com/s/bz5eyki0zbllzgp/IMG_20180923_132704.jpg?dl=0)

ma vedo arrivare i cavetti dalle celle di carico ad un unico PCB che poi si collega all'LCD e non so poi se sono in grado di ricavare info su arduino.

Non è che avreste anche altri link per acquistare 4 celle di carico da ciorca 5kg. Non mi interessa se anche le pago di più.
grazie
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: gpb01 on Sep 25, 2018, 01:13 pm
...Perdonatemi se Il campo d'applicazione lo ho volutamente tenuto nascosto.
... cosa qui molto poco gradita/tollerata !  >:(

Cioè ... stai sfruttando la piattaforma "openSource", stai sfruttando "consulenza gratuita" ... permetti almeno che il progetto DEVE essere open?  ... altrimenti, se è cosa così segreta, paga dei consulenti privati e tieni pure tutto segreto !

La filosofia con cui qui si va avanti è quella dei progetti open e della condivisione !!!

Guglielmo
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 25, 2018, 02:11 pm
Quello che dici é ovviamente condivisibile, soprattutto se qualcuno riuscisse a brevettare qualcosa di commercialmente appetibile.
Io non mi arricchiró con una bilancia che ha scopi umanitari e non commerciali, in aiuto a persone malate/disabili. La gratificazione di presentarlo per primo peró la voglio. Chiedo scusa
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: docdoc on Sep 25, 2018, 02:31 pm
Io non mi arricchiró con una bilancia che ha scopi umanita4i e non commerciali, in aiuto a persone che stanno male. La gratificazione di presentarlo per primo peró la voglio. Chiedo scusa
Si ma in questo caso comprenderai che le informazioni che ci hai volutamente tenuto nascoste erano utili a darti consigli più mirati e quindi più utili, non ti pare?
Poi se vuoi nascondere il vero scopo, di fatto puoi anche non descrivere l'intero contesto ma limitarti quantomeno a dare informazioni diciamo "simili" (che so, dire che vuoi realizzare un sensore per la gabbia di un canile, o proteggere un corridoio di ingresso ad una zona controllata) ossia qualcosa di plausibile ma che abbia praticamente gli stessi vincoli del tuo progetto.
Avresti risposte più precise ed in tempi inferiori...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 25, 2018, 04:22 pm
Io non mi arricchiró con una bilancia che ha scopi umanitari e non commerciali, in aiuto a persone malate/disabili. La gratificazione di presentarlo per primo peró la voglio. Chiedo scusa
Beh, posso capire almeno la gratificazione, dato che in quel campo girano sempre meno soldi...
I dati per me sono sufficienti, poi che ci pesi una persona o un cane (da 60 kg lo vedo grosso !  :)  ) non mi interessa.
I "pavimenti galleggianti" esistono da anni, anche se non sono montati su celle di carico, e senza scomodare Tom Cruise in Mission Impossible, ce ne sono di diversi tipi, dal pavimento unico alla singola mattonella.
Nelle banche o negli uffici di nuova generazione sono tutti "pavimenti galleggianti" perchè sotto passano i cavi di telefonia, reti, forza motrice eccetera: sollevi qualche mattonella e inserisci qualsiasi cavo.
Avendo esperienza di decenni nella carpenteria metallica, è veramente semplice realizzare un quadrato, come dicevo, di tubolare 80x80 (le verghe sono di 6 metri), ed appoggiarlo su quattro celle. Successivamente si salda tutto il reticolo interno da realizzare con angolari o tubi piu piccoli, che sopporterà le "mattonelle" le quali possono essere in legno o ceramica. Si collegano i fili, si riempie di mattonelle incastrate e il gioco è fatto.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Etemenanki on Sep 25, 2018, 04:26 pm
...
Non è che avreste anche altri link per acquistare 4 celle di carico da ciorca 5kg. Non mi interessa se anche le pago di più.
grazie
credo che il link che ti vevo postato https://www.amazon.it/Aihasd-digitale-elettronica-portatile-pesatura/dp/B075KKH416/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1537452654&sr=8-1&keywords=celle+di+carico+10kg sia fra i piu economici (considerando che ti danno anche le schedine con gli integrati necessari a leggerle, che altrimenti dovresti acquistare a parte, oppure costruirti 4 amplificatori differenziali identici per strumentazione) ... la pagina riporta 6 modelli diversi, occhio a scegliere quelle giuste prima di acquistare ...

questo https://www.amazon.it/elettronica-portatile-sensore-HX711-pesatura-Raspberry/dp/B076PZFRDM/ref=sr_1_2?rps=1&ie=UTF8&qid=1537885169&sr=8-2&keywords=cella+carico+hx711+5kg&refinements=p_76%3A1%7C1-%7C490211031 dice di consegnare prima, ma chiede il doppio ... altri in Italia (homotix.it, robotitaly, eccetera) ti vendono le celle, ma devi acquistare le schedine con i convertitori a parte ...

Le schedine le devi prendere comunque, ma una sola volta, poi le potrai "riciclare" collegandole alle celle definitive, sono universali, non legate al tipo di cella che usi ...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 25, 2018, 04:32 pm
Ho provato anche a guardare i circuiti interni delle bilance commerciali (vedi pic https://www.dropbox.com/s/bz5eyki0zbllzgp/IMG_20180923_132704.jpg?dl=0)

Dalla foto vedo che ci sono quattro celle di carico a tre fili che vanno sul piccolo circuito per essere collegate tutte insieme.
Ma vedo con piacere che l'uscita del circuitino è a 4 uscite con le lettere somiglianti aelle celle di carico tipo HX711 (e la sigla sembra quasi scritta al contrario apposta...) e cioè E+ e E-

Quindi prelevando quei quattro segnali e collegandoli ad una schedina HX711 (è una sigla che imparerai a memoria da tanto se ne usano sulle celle) avrai una uscita CLK e DATA da applicare a due ingressi di Arduino...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Standardoil on Sep 25, 2018, 08:14 pm
il messaggio scritto dallo OP e citato da steve-CR
Beh, posso capire almeno la gratificazione, dato che in quel campo girano sempre meno soldi...
...
è stato rimosso
vorrei far notare che quando lo ho chiesto io, se era per persone diversamente abili NON abbiamo avuto risposta
lo OP, scusatemi l'espressione" sta "ciurlando nel manico", dicebdo e non dicendo, con l'evidente intenzione di sfruttare le nostre informazioni.
anche se fosse vero che sta facendo tutto questo per persone con problemi, il tenerlo nascosto e cercare di essere il primo a farlo NON è una buona pratica, e NON viene utilizzata nel campo in questione; fidatevi, io non frequento solo ingegneresse meccaniche, ma anche architette impegnate nella disabilità, vedo come lavorano tra di loro, e vedo come NON tengono segreto il loro lavoro
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Sep 25, 2018, 09:02 pm
Ho avuto l'informazione che cercavo. Vi sono grato per avermi indirizzato alle celle di carico.
Se "Ciurlo nel Manico" non mi aiutate più, ma per favore non mettiamoci a litigare. Lasciare stare questa discussione e tra qualche giorno(il tempo che mi arrivino le celle e di stesura del codice) sarà mia cura fornire i dati mancanti affinchè diventi "open" -anche se la cosa si rivelasse inutile perché tanto non mi vergogno.
Non so come lavorano le "architette", io probabilmente sono ad un livello molto inferiore e non ho la formazione adatta. Semplicemente credo di avere avuto un'idea che potrebbe essere utile.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: docdoc on Sep 26, 2018, 11:07 am
Concordo con Standardoil, se fosse un progetto dedicato a persone disabili sarebbe una cosa ben più che positiva (ed anche un maggior stimolo ad aiutarti), ma ripeto, se anche volessi tenere lo scopo reale per te, sarebbe bastato non "ciurlare nel manico" e dare un esempio di applicazione come avevo suggerito. Se pensi di farne un progetto open, appena avrai fatto il tuo prototipo avresti potuto comunque dare le informazioni "di base" e relative solo al problema specifico. Se lasci tutto nel vago, dicendo che è un progetto per persone con disabilità ma che vuoi tenerlo per te per non farti "rubare" l'idea ma che non vuoi guadagnarci, beh, scusa ma sono concetti un pochino in contrasto tra loro non trovi?
Comunque fai come credi, puoi anche terminare qui visto che pare che il problema che ti interessava lo hai risolto, qui nessuno voleva rubarti nessuna idea né lucrare sulle tue.

PS: Ma, scusa, neanche il contrario ossia potrebbe seccarci un poco se tu sfrutti la nostra buona volontà per lucrarci tu in qualche modo... Ma non voglio saperlo, ti prego, finiamola qui.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: zoomx on Sep 26, 2018, 04:47 pm
Non è per niente empirica: se compri al LIDL una pesapersone elettronica hai già il tuo "modellino di pavimento" e ci puoi fare i tuoi esperimenti: vedrai che anche spostando il peso negli angoli non cambia nulla perchè poi vengono lette sempre tutte le celle di carico e vengono sommate.
E' così perché i bordi non sono ancorati e il piano è unico e rigido.

Tutti i pavimenti si flettono, si potrebbero usare dei clinometri ma sui costi non saprei dire, dipende dalla precisione che serve e da quanto si flette il pavimento.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Standardoil on Sep 26, 2018, 04:55 pm
Flusso o no che sia il pavimento, se non arriva a toccare, la somma delle forze misurate rimane uguale alla somma dei pesi applicati
Semmai ne cambia la distribuzione, non la somma
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: zoomx on Sep 26, 2018, 05:14 pm
Credo che le celle di carico però ne risentono, non sono dei misuratori di forza ideali, di fatto viene misurata la loro deformazione.
Se la forza non è perpendicolare non è detto che la cella dia ancora la stessa misura.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Etemenanki on Sep 26, 2018, 05:32 pm
Quello si potrebbe risolvere con il vecchio "trucco" di montare delle viti con testa a sfera sulle celle, e poi appoggiare su quelle il pavimento usando come sedi delle concavita' sferiche con raggio 3 o 4 volte maggiore della sfera ... a meno che il pavimento non si curvi proprio, il raggio maggiore della superfice che appoggia sulle sfere dovrebbe compensare qualche piccola flessione del piano ... poi tutto dipende dalla precisione richiesta, anche ...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Sep 26, 2018, 06:24 pm
Cos'è? State cercando il pelo nell'uovo?  :)
E le dilatazioni termiche? e la non perfetta orizzontalità?

Se vogliamo disquisire ce ne sono di cose teoriche su cui farlo.  :D

Un quadrato di 3 metri per tre metri di tubolare 80x80mm sicuramente flette, ma ci vogliono diverse centinaia di Kg per farlo in modo apprezzabile da una cella di carico che non veda più la perpendicolarità del peso, diciamo qualche tonnellata...
Ne più ne meno (in proporzione) della lastra di vetro temperato di una normalissima pesapersone LIDL (per chi non lo sapesse, il vetro flette, eccome...)

Se si legge il post la precisione è di +/- 60 kg... !

Un pavimento fatto così già darebbe una precisione di +/- 500 grammi e se poi fossero anche 700 dove sta il problema?
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: zoomx on Sep 27, 2018, 09:44 am
E' vero. Mi sa che anche se si andasse fuori di qualche kilo non farebbe una gran differenza.

Dipende da cosa si vuole ottenere.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Mar 21, 2019, 02:36 pm
Aggiorno solo per completezza e correttezza verso chi mi diceva che ciurlavo nel manico :)

Il progetto è terminato, il brevetto non genererà soldi come già preventivato perché la realizzazione è comunque troppo costosa

il pavimento sensibile alle variazioni di peso doveva essere installato in ambienti particolari, dove le persone diciamo che non stanno proprio bene, tanto che abbiamo un importante tasso suicidiario. Misurare la presenza o meno del peso di un uomo (circa 60kg circa) serviva per lanciare un allarme quando qualcuno si impiccava.

Al di la del fatto che la realizzazione non era ai fini di lucro, ma mirava "solo" alla tutela della vita, credo non troverà realizzazione perché creare un'impalcatura ad hoc in grado di garantire i 200kg per metro quadrato ecc.ecc. viene a costare circa 6000€.

Tuttavia il modellino in scala ha funzionato egregiamente facendo vibrare un dispositivo portatile in uso alla sorveglianza al momento giusto e mi è valso un ottimo voto.

Se a qualcuno viene in mente un altro sistema oltre le celle di carico per misurare il peso esercitato su un pavimento(qualcosa di più simile al velostat ma più preciso) che riesca a rendere il tutto meno costoso farebbe certamente cosa gradita nel segnalarmelo.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Standardoil on Mar 21, 2019, 02:50 pm
Fossi stato io il tuo esaminatore ti avrei dato invece una "pessima" valutazione
Fare un falso pavimento da 200 kg al metro e avere difficoltà a strumentarlo...
Quando bastava tirare 4 fili di sicurezza sul controsoffitto?
Complimenti, per l'aver approfittato di noi  e per la scarsità di inventiva...
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: gpb01 on Mar 21, 2019, 03:02 pm
Non cominciamo con le solite polemiche ...
... ripeto che NESSUNO vi obbliga ad intervenire in una discussione, quindi ... qualsiasi sia la motivazione per cui non la gradite ... la cosa migliore è che NON intervenite !!!

Guglielmo
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: maubarzi on Mar 21, 2019, 04:25 pm
Anche io avrei ragionato al contrario, avrei creato un falso gancio a soffitto e monitorato quello, oppure come suggerito dal mio amico di merende su controsoffitto bastava monitorare la deformazione dei montanti.

Sul resto non mi pronuncio, quando è nata questa discussione io qui non ero ancora nato mi sa.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: grzmrc on Mar 21, 2019, 11:39 pm
Nessun problema, non me la prendo perché non lo ritengo utile, mi permetto solo di dire che se non ho preso in considerazione il soffitto il motivo c'è(sarebbe inutile).
Ho visto detenuti impiccarsi alle brande messe di coltello, al termosifone, a grate di areazione, alle sbarre delle finestre. Tralascio altri metodi di suicidio o autolesionismo perché qualcuno potrebbe avere appena cenato, ma cercare un metodo per evitare che la sofferenza di queste persone porti alla morte non pensavo potesse essere azione criticabile da qualcuno.

Contrariamente a quello che trapela all'opinione pubblica per eventi sfuggiti al controllo o maleinterpretati, in carcere non viene torturato nessuno e il mandato costituzionale previsto dall'art 27 è la rieducazione perchè queste persone possano reinserirsi nella società adattandovisi nel modo corretto.

Tuttavia la composizione della popolazione detenuta raccoglie una elevata concentrazione di tossicodipendenti, gente socialmente isolata, psicopatici, disadattati che già in libertà rappresentano categorie ad alto rischio suicidario.

La tesi che dovevo discutere al termine di un corso era per aumentare di grado e doveva riguardare tutt'altro argomento rispetto all'elettronica - tipo penale, ordinamento penitenziario ecc. ma mi è sembrata una buona intuizione ravvivare la discussione su un argomento che comunque mi stava da tempo a cuore.

l'intuizione ha pagato, ma se davvero ritenete che io abbia sfruttato le vostre competenze per trarne un qualche vantaggio(pur di non sentirmelo più dire) sono anche disposto a saldare il debito con una transazione paypal - chiedo solo una valida spiegazione del contributo - nel senso che comprendo e ringrazio per lo sforzo, ma ritengo o ricordo di avere avuto solo un indirizzamento verso le celle di carico. I collegamenti elettrici li ho fatti con un po' di google, e sia il programma per il controllore che l'app per il cellulare la ho realizzata senza nessun aiuto. Lo stesso scheletro è stato dimensionato usando travi metalliche calcolate e disposte su indicazione di un mio parente geometra.

Credo di avere specificato più volte di non avere alcuna competenza in campo elettrotecnico, e vedendo un forum su un argomento che mi interessa e non conosco, ho fatto domande senza pretese di risposta con la consapevolezza(?) che chi risponde lo fa a titolo gratuito e per passione.

Spero con queste troppe mie parole di non avere involontariamente urtato nessuno e se qualcuno ha compreso i miei intenti e ritiene di potermi aiutare lo ringrazierò certamente.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: maubarzi on Mar 22, 2019, 08:58 am
Per quanto mi riguarda il discorso del tornaconto personale interessa zero, la mia osservazione verte principalmente sul fatto che quando uno chiede aiuto, se fornisce informazioni scarne o addirittura arriva già con una "diagnosi", spesso si preclude tutta une serie di possibilità che un'analisi a 360 gradi può fornire.

ma cercare un metodo per evitare che la sofferenza di queste persone porti alla morte non pensavo potesse essere azione criticabile da qualcuno.
E' l'errore tipico dei giornalisti, confondere una critica tecnica con una morale.

Suggerimento:
prova a metterti nei panni di chi ti ha risposto, come vedresti la cosa?
In buona parte dei casi si chiede, si ottiene la risposta, spesso ci si lamenta pure e poi si scappa senza dire niente.
Alla luce di questo credo si possano comprendere certe reazioni... giuste o sbagliate che siano.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: zoomx on Mar 22, 2019, 09:27 am
Io invece apprezzo che ci hai aggiornato sul progetto. Grazie. Solo pochi, in questo forum, lo fanno.

Le informazioni finali sarebbe stato meglio saperle prima, ma dopo è meglio che mai.

Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: steve-cr on Mar 22, 2019, 12:13 pm
L'idea del pavimento era ottima. Mi fa piacere che hai preso un bel voto e non mi sento per niente "sfruttato" delle mie conoscenze. xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Detto questo ho pensato che fossi passato alla realizzazione pratica che richiede sicuramente tempo quindi non mi sono preoccupato della tua assenza. Mi ha fatto piacere, invece, sapere della soluzione che hai adottato e che il programma e i collegamenti li hai fatti da te (al contrario di molti che vengono a chiedere programmi partendo da zero o quasi). Complimenti.
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: gpb01 on Mar 22, 2019, 12:25 pm
>steve-cr: certi commenti (da me cancellati nel tuo post qui sopra) risparmiateli, NON sono utili tecnicamente e servono solo ad accendere "flames". Grazie.

Guglielmo
Title: Re: Pavimento sensibile alle variazioni di peso. É fattibile?
Post by: Sulimarco on Mar 22, 2019, 02:08 pm
Credo che qui nessuno dovrebbe sentirsi sfruttato.
Se qualcuno, magari per buoni motivi, e' restio a fornire aiuto, ha solo da non farlo.

Marco