Go Down

Topic: accensione di una lampadina 220 volt con ENC28J60 da smartphone (Read 2101 times) previous topic - next topic

pablos71

In ogni caso deluso o no, non hai bisogno di aprire un treadh per questa domanda, sia google che il forum è pieno di esempi, video, schemi, sketch e descrizioni .... prendetevi qualche scossetta che col 220 casalingo non è mai morto nessuno!! :) :)
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile ....
Prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione.

uwefed

prendetevi qualche scossetta che col 220 casalingo non è mai morto nessuno!! :) :)
Ti sbagli di grosso.
Per un microshock che porta il cuore in fibrillazione bastano 100µA !! se circolano direttamente attraverso il cuore.

Adesso con un passaggio della corrente non direttamente attraverso il cuore ma in maggior parte attraverso altri tessuti circostanti del corpo il limite di corrente pericolosa si alza. La resistenza della pelle e dei indumenti se asciutti fanno che anche una tensione di 230V AC non sia sempre letale ma solo in pochi casi. Questo non vuol dire che sia innocua.

In Germana sono morti nel 2008 63 persone per un incidente con corrente elettrica di cui sicuramente 23 in incidenti in ambito casalingo.
https://www.vde.com/de/Ausschuesse/suf/Arbeitsgebiete/stromunfaelle/PublishingImages/Stromtote-2008-l.jpg

https://www.ac.infn.it/sicurezza/Sicurezza%20elettr.pdf nel capitolo 2 nomina 400 morti a causa di incidenti elettrici in Italia all'anno. Il doppio della media Europea calcolato sulla popolazione. Tanti incidenti non vengono considerati elettrici perché la corrente elettrica é causa del incidente ma non la causa del decesso (per esempio caduta a causa d una scossa)

So che all'ospedale mio un furbo ha pensato di tagliare un cavo da 10kV acceso con una Flex ed é sopravvissuto senza alcun danni fisici (Danni psichici e finanziari non so; quanti "porchi" ha ricevuto non so) . Ho visto il pezzettino di cavo che ha tenuto l' ingegnere responsabile della sicurezza 626. Il cavo ha un piccolo taglio e nessuna bruciatura. Ma io comunque non ci proverei.

Ciao Uwe

pablos71

Certo, hai ragione se pensi che a Genova 1/4 delle abitazioni ha ancora questi termici (il differenziale nemmeno col binocolo) le piattine inchiodate intorno alle porte e sotto le tapezzerie. Va bene braccino corto però non esageriamo, Sempre perchè nessun ente con la legge 46/90 ha mai pensato di fare controlli.

L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile ....
Prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione.

Go Up