Go Down

Topic: Utilizzo pompe con PWM: riduzione della vita sulla pompa? (Read 1 time) previous topic - next topic

docsavage

Infatti il Blak&Decker si attacca alla batteria dell'auto, andiamo a raccontarla ad altri, per cortesia

il motore a collettore a lamelle, quando eccitato in serie va anche in corrente alternata, ecco perché NON si chiama motore a corrente continua,


qui non è questione di sofisma
qui è questione che il motore in questione VA BENE se lo si alimenta in PWM, questa e solo questa è la domanda dello OP, e a questa HO risposto


poi c'è chi ha cominciato a dire che bisogna vedere.......
ma vedere che cosa, con un motore da 12 V dc di piccola potenza e con solo due fili?
E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

astrobeed

Scusa, quanto ne sai di controllo in PWM su un motore DC a due fili ?
Almeno lo sai che la frequenza del carrier deve essere calcolata opportunamente, anche se ci sono grossi margini di errore, perché se è sbagliata è un attimo friggere il driver o il motore ?
Scientia potentia est

docsavage

e tu quanto ne sai di controllo in PWM di motori in DC a più di due fili?

scherzo naturalmente



qui la questione è che qualcuno dice che quel motore è inadatto al controllo in PWM,
fino addirittura a ventilare che non sia un normalissimo motore con collettore a lamelle

è questo che non riesco a digerire, che si faccia una scena madre per un motore da acquario
diciamo le cose come stanno...........
un diodo volano, un fet e un pin pwm di arduino, se si brucia glieli ripago io, tanto non succede......
E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

astrobeed

e tu quanto ne sai di controllo in PWM di motori in DC a più di due fili?
Quanto basta per scriverci sopra un libro di testo a livello universitario. :)
Scientia potentia est

docsavage

la cosa non era rivolta a sminuire le tue conoscenze

ma ad evidenziare che a due fili,
o è un monofase a induzione o un collettore a lamelle,
altri tipi di motori a DUE fili.............

sì, vero il bifase alimentato monofase ed avviato con condensatore,
il trifase alimentato monofase avviato con condensatore

trifase due avvolgimenti dalander aliment.............


vado avanti?

sembrano alternative credibili?



a parte che mi piacerebbe sapere motori in DC con più di 2 fili
e parlo seriamente, curiosità, non presa per il cllo

a parte le metadinamo, che non hanno bisogno di PWM, anzi

mi illumini per cortesia?

Edit
o conti anche l'eccitazione?
E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

uwefed

@uwe: allora è sempre meglio prima di ogni accensione impostare via software:
Code: [Select]
analogWrite(pompa, 255);
analogWrite(pompa, 127);

Corretto? Questo vale per tutti i motori DC?
 magari mettere una pausa tra i due analogWrite, se risulta essere necessario ovviamente..
No, non vale per tutti i motori DC, ma a una discreta parte.

Sí una pausa per dare il tempo di accelerare e arrivare a regime non é malvagio.

Ciao Uwe

Gianky00

Grazie mille a tutti per i consigli..vediamo se in futuro posso colmare altri piccoli dubbi.. intanto @Uwe,  è sempre meglio mettere:

analogWrite(pompa, 255);
delay(100);
analogWrite(pompa, 127);

Lo dico così, nel dubbio..se non si conosce quel motore e non si sa come farlo partire..

Oppure ad alcuni motori (ad esempio quali?) Comprometterebbe il suo funzionamento?
Grazie!!

uwefed

Grazie mille a tutti per i consigli..vediamo se in futuro posso colmare altri piccoli dubbi.. intanto @Uwe,  è sempre meglio mettere:

analogWrite(pompa, 255);
delay(100);
analogWrite(pompa, 127);

Lo dico così, nel dubbio..se non si conosce quel motore e non si sa come farlo partire..

Oppure ad alcuni motori (ad esempio quali?) Comprometterebbe il suo funzionamento?
Grazie!!
0,1s sono molto poco. L'attessa per andare a regime la vedrei meglio sui 5 secondi.

Non so per quali motori non vale ma non so neanche dirti che vale per tutti i motori.
Ciao Uwe

docsavage

Pause nelle accelerazioni, o rampe accelerazione, si usano quando il momento d'inerzia del carico trainato è sproporzionato rispetto al motore

Esempio grossi ventolatori, grossi volano

Non si mettono in generale se il momento l'inerzia è trascurabile, come carichi alternativi, pompe a viti o ingranaggi, piccole pompe centrifughe

Per quella elettropompa è addirittura prevista l'inserzione diretta
Non complicatevi la vita....



A parte che parlate di due cose differenti

Gianky vuole metterlo  prima di ogni accensione, in discesa, a far cosa non è chiaro

Uwe come rampa di accelerazione, in salita durante l'avvio



Uh, a proposito...
Sto aspettando delucidazioni su motori dc con più di due fili.....
E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

uwefed

Uh, a proposito...
Sto aspettando delucidazioni su motori dc con più di due fili.....
Dove hai fatto la domanda?

docsavage

E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

icio

Nella  pompa in questione è montato un motore a collettore a lamelle con eccitazione a magneti permanenti, garantisco io, quindi NON può funzionare in corrente alternata quindi giustamente è chiamato motore DC , vedi : tensione: DC 12 V quindi evitiamo altri post inutili docsavage che hai già fatto una brutta figura al #3 e al #6 circa la tensione 10-50V.

Gianky00 lo puoi assolutamente pilotare tramite il driver del tuo #0, non avendo comunque nè sensori di corrente motore , nè tachimetrica non pretenderai prestazioni elevate!?. Se spendi poco hai poco.

astrobeed

Unico vero problema, come avevo già scritto, è l'eventuale presenza di condensatori antidisturbo sul motore, se ci sono il driver pwm va in avaria in tempi brevi e/o il motore lavora male, poca potenza, e il driver scalda molto senza apparente motivo.
Con il pwm sono permessi sistemi antidisturbo basati esclusivamente su VDR.
Scientia potentia est

Go Up