Go Down

Topic: motore stepper con regolazione della coppia (Read 183 times) previous topic - next topic

Gianluigig

Buon giorno
Ho un cinetismo da far muovere mediate una vite a ricircolo
il suo scopo è di spingere per poi fermarsi e tenere in posizione  al raggiungimento di una coppia che varia di volta in volta in base al valore inpostato dall'utente

mi spiego meglio , parliamo di un trapano a colonna ad avanzamento automatico

l'asse Z spinge giù il mandrino ma quando arriva ad un valore impostato (punta da 2 coppia 20N punta da 10 coppia 40 N, ovviamnete i valori devo sperimentarli  ed agiustarli di volta in volta in base al materiale ed alla vita della punta ), deve mantenere la posizione e fare un'ulteriore step quando la coppia diminuisce

inizialmente avevo pensato ad una cella di carico in testa all'asse ma ci sono troppe parti in gioco e quindi troppi possibili errori   quindi ritengo opportuno ragionate come ragiono usando il dispositivo normalmente quindi raggionando su una forza costante data stesso dallo stepper

DI stepper non ci capisco nulla   , so solo che procedono ad inpulsi (click )e lavorano meglio quando hanno corrente costante , la stessa corrente che ne determina la coppia che dovrei però controllare sempre tramite una delle uscite di arduino

CONSIGLI

grazie mille


uwefed

Non riesci a regolare la coppia con um motore passo passo.
Devi montare una cella di carico per misurare con quanto spinge il motore.
Ciao Uwe

Gianluigig

Non riesci a regolare la coppia con um motore passo passo.
Devi montare una cella di carico per misurare con quanto spinge il motore.
Ciao Uwe
con qualche altra tipologia di motore  ??

uwefed

Un motore corrente continua a spazole. Ma hai problemi di mantenere la coppia perché molto probabilmente sovracarichi il motore e si brucerá.
Se potessi prenderei un motore CC sovradimensionato e raffredato con un ventola. Questo é una costruzione strana e particolare e se la trovi molto costosa.
Opterei per la cella di carico.

Ciao Uwe

daysleeper

La cella di carico sarebbe l'ideale, ma magari si potrebbe ricavare una misura indiretta della coppia applicata leggendo l'assorbimento del motore del trapano.
Alla fine il risultato si dovrebbe ottenere lo stesso, se il motore del trapano consuma tot è perchè c'è tot "spinta" sulla punta. Il problema è che così entrano nell'equazione anche le proprietà meccaniche del materiale da forare, ma magari per la tua applicazione questo non cambia molto.

ps:
forse ho trovato quello che fa al caso tuo: https://odriverobotics.com/.
Questo controller può pilotare motori blcd (che esistono anche in formato NEMA, quindi uguali di forma agli stepper da stampanti 3D) retroazionando in posizione e controllando la coppia e sono controllabili -volendo- con i segnali step/dir come qualunque driver per motori passo passo.

Non è la cosa più economica, ma tecnicamente mi sembra molto molto valida.
Se è stupido ma funziona allora non è stupido.

Go Up