Go Down

Topic: Riempitore di bottiglie (Read 744 times) previous topic - next topic

Alan1070

La mia domanda era: come stabilisci "quando la bottiglia è piena"?
In partenza pensavo a tempo ma in effetti le variabili sono molte e forse la soluzione con il volumetrico mi sembra la migliore


Io propongo un'alternativa molto precisa e facilmente implementabile, che non richiede pompe e anche ragionevolmente veloce
Due serbatoi, uno sopra l'altro, il primo di stoccaggio, eventualmente riempito con una pompa, ma non è li il punto
Il secondo, sotto al primo, di capacità graduata, esattamente quale vogliamo
Si apre la valvola tra i due e si riempie spontaneamente di una capacità esatta.
Si chiude la valvola di carico, si apre la valvola di fondo e lo si scarica nella bottiglia.
Due timer, ampiamente abbondanti, e il programma è pressoché finito
Facilmente espandibile a creare una schiera di bottiglia (in larghezza, quindi)
ma facilmente espandibile anche in profondità: aggiungere un pistone che alza e abbassa la bottiglia, e un pulsante che comanda il pistone e una luce di bottiglia piena...
Miii che ideeeaaaa
:D:D:D ai pistoni ci pensiamo dopo .

L'idea del doppio serbatoio etc puo essere valida ma se pensi che devo pompare il liquido dal fusto al serbatoio quindi un serbatoio 1 pompetta 1 valvola di non ritorno un galleggiante per fermare il flusso etc . piu tutto il resto si va fuori budget oltre a essere ingombrante .

resta il fatto che l'idea di piu bottiglie alla volta non è male come futuro upgrade

Visto che grazie a daysleeper abbiamo una buona base di partenza vorrei iniziare a cercare i pezzi , dove lo trovo un volumetrico ? la pompa ne comprerò una nuova , ne ho visto di decenti a una trentina di euro però se ne conoscete di piu adatte di quelle per il carburante sarrebbe meglio .

daysleeper

la soluzione con il volumetrico mi sembra la migliore
L'idea del doppio serbatoio etc puo essere valida ma se pensi che devo pompare il liquido dal fusto al serbatoio quindi un serbatoio 1 pompetta 1 valvola di non ritorno un galleggiante per fermare il flusso etc . piu tutto il resto si va fuori budget oltre a essere ingombrante .
Se parli di sensore "volumetrico" sappi che non è altrettanto "banale" da usare ne particolarmente economico (relativamente), io conosco i keyence serie FD, ma mi sa che non sono un investimento giustificato per 500 bottiglie mese.  :smiley-mr-green:

Visto che grazie a daysleeper abbiamo una buona base di partenza vorrei iniziare a cercare i pezzi , dove lo trovo un volumetrico ? la pompa ne comprerò una nuova , ne ho visto di decenti a una trentina di euro però se ne conoscete di piu adatte di quelle per il carburante sarrebbe meglio .
A me invece l'idea di Standard piace, alla fine non so quanto sarà più economico un volumetrico, anzi. Basta veramente un galleggiante e due elettrovalvole.

Comunque, se proprio vuoi un sensore di flusso potresti provare questo o questo.
Non trovo info su resistenza a solventi sull'annuncio, ma comunque ti serve qualcosa di queste dimensioni.
Se è stupido ma funziona allora non è stupido.

Alan1070

forse ho trovato un utilizzo per i pistoni di standard ;D ;D ;D . se faccio una specie di siringa comandata da un pistone , un ingresso dove assorbe il liquido e un uscita che lo versa nella bottiglia , basterebbero 2 valvole di non ritorno


steve-cr

L'idea pistone-siringa non è male anche se penso che quell'attuatore non abbia un controllo di posizione ma solo finecorsa tutto chiuso e tutto aperto. E comunque il sistema lo vedo costoso.
Secondo me con una pompa tipo QUESTE e un contatore volumetrico (detto anche FLUSSOMETRO) te la cavi con pochi euro ed hai più controllo del riempimento. La pompa la puoi anche pilotare in PWM (chiaramente attraverso una schedina) in modo che quando sei al 80% di riempimento diminuisci la velocità e sei molto più preciso.
Sistemi così ne ho fatti diversi, per esempio per miscelare due prodotti più acqua ed ottenere diossido di cloro, un disinfettante molto usato in sale mungitura.
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Standardoil

#20
May 26, 2019, 01:10 pm Last Edit: May 26, 2019, 01:13 pm by Standardoil
mah, io pensavo, quando ho descritto l'idea di due valvole e due serbatoi, a una cosa come questa:
https://www.ebay.it/itm/6-BOTTIGLIA-Rotante-Acciaio-Bar-Butler-STAND-bevande-liquori-VINO-Dispenser/143048025920?hash=item214e53a740:g:b1wAAOSw87JcD8Z3
pensare easy, quindi....
poi, mi sembra si sia un po' partiti per la tangente,
Prima legge di Nelson (che sono io): fai le stesse cose sempre alla stessa maniera, quegli errori li hai già corretti

Non bado a studenti, che vadano a copiare da un'altra parte

Se io ti domando e tu non mi rispondi vuol dire che non ti serve più

Alan1070

rieccomi , scusate ma ero fuori per lavoro , ho comprato

pompa

flussometro

ora mi servirebbe capire cosa mi serve per il circuito di comando

ho gia (le sigle poi ve le dico ) arduino - basette vuote - pulsanti - tastierino numerico - e altri pezzi se servono .

daysleeper

ora mi servirebbe capire cosa mi serve per il circuito di comando

Ti serve un driver per il motore della pompa, e un alimentatore adatto.
La bella domanda qui è quanto assorbe la pompa che hai preso, l'unica cosa che vedo è un 24V, 7W. Quindi un 0.3A, ma ragionerei sul doppio come minimo. Mi fido poco di certe specifiche su certi annunci. Questo driver regge i 24V, volendo gestisce due pompe, può prendere i 24V del motore e darti in uscita anche 5V per l'arduino, e scendere di dimensione non abbassa il prezzo. Per l'alimentatore in genere ti direi di guardare fuori da questo forum (semplicemente perchè qui non si può parlare di alimentatori 220VAC-24VDC con contatti scoperti, quelli a vite) ma, visto che lavori con dei liquidi, forse potrebbe essere davvero il caso di prenderne uno chiuso. A questo punto magari vale la pena prendere qualcosa di un po' sovradimensionato, sai mai che in futuro vorrai aggiungere la seconda pompa o altra roba.




Se è stupido ma funziona allora non è stupido.

steve-cr

Già con una scheda relé puoi vedere quanto è veloce Arduino a leggere gli impulsi del flussometro ed interrompere la pompa. Quindi vedere l'inerzia della pompa.
- Il metodo MOOOLTO empirico è andare a tentativi fino a quando trovi il numero corretto di impulsi per riempire la tua bottiglia.
In questo caso non stai li a moltiplicare gli impulsi per i cc/litro e poi spegnere prima per evitare l'inerzia della pompa: nei tentativi è già compreso tutto!
- Nel metodo "fico", quello che invece farai in un secondo tempo, misuri quanti impulsi ti fa un litro e all'80% del riempimento abbassi la velocità della pompa fino ad arrivare al 100% del riempimento spaccando il cc !

C'è da divertirsi.
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Standardoil

Scusatemi, ma io la vedo come una gigantesca complicazione
Contenitori graduati e versamento per caduta
Ricordate sempre la regola KISS
Prima legge di Nelson (che sono io): fai le stesse cose sempre alla stessa maniera, quegli errori li hai già corretti

Non bado a studenti, che vadano a copiare da un'altra parte

Se io ti domando e tu non mi rispondi vuol dire che non ti serve più

steve-cr

L'idea dei due contenitori (stoccaggio e misura) non è sbagliata, ma penso sia un po' empirica: la velocità di caduta del primo sul secondo dipende da quanto è pieno il primo (più è pieno, più pressione, più rapido).

Quindi con serbatoio pieno si riempie velocemente, con serbatoio mezzo pieno ci mette più tempo e via così...
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Standardoil

E allora?
Gli si da il tempo minimo necessario (che corrisponde all massimo in condizioni peggiori )
250 confezioni mese sono 10 al giorno
Ma anche concentrare in 8 ore sono circa 2 minuti a flacone
Vuoi dire che anche coi serbatoi vuoti ci metti più  di due minuti a far fluire un quarto di litro?
Prima legge di Nelson (che sono io): fai le stesse cose sempre alla stessa maniera, quegli errori li hai già corretti

Non bado a studenti, che vadano a copiare da un'altra parte

Se io ti domando e tu non mi rispondi vuol dire che non ti serve più

maubarzi

mah, io pensavo, quando ho descritto l'idea di due valvole e due serbatoi, a una cosa come questa: ...
Ueh socio, che figure mi fai fare?
Spari un consiglio con link, navigo per vedere e trovo il messaggio:
"Questa inserzione è stata chiusa dal venditore perché c'era un errore."
;)
non un gran biglietto da visita :P

Scusami, ma non ho resistito, in realtà volevo solo segnalarti il link defunto perchè mi incuriosiva.  :smiley-red:
Nessuna buona azione resterà impunita!

Preistoria -> medioevo -> rinascimento -> risorgimento -> rincoglionimento!

Standardoil

#28
Jun 03, 2019, 01:02 pm Last Edit: Jun 03, 2019, 01:12 pm by Standardoil
Prima legge di Nelson (che sono io): fai le stesse cose sempre alla stessa maniera, quegli errori li hai già corretti

Non bado a studenti, che vadano a copiare da un'altra parte

Se io ti domando e tu non mi rispondi vuol dire che non ti serve più

steve-cr

E allora?
Gli si da il tempo minimo necessario (che corrisponde all massimo in condizioni peggiori )
250 confezioni mese sono 10 al giorno
Ma anche concentrare in 8 ore sono circa 2 minuti a flacone
Vuoi dire che anche coi serbatoi vuoti ci metti più  di due minuti a far fluire un quarto di litro?
Cioè, forse non avevo capito il sistema perché pensavo che il serbatoio piccolo fosse aaperto superiormente.
Quindi:
- Serbatoio superiore (magari anche il fusto da 200 Lt.)
- Serbatoio inferiore della esatta capacità del riempimento. (quindi chiuso anche sopra)
-due elettrovalvole: una dal Grosso al piccolo e una dal piccolo alla bottiglia.

Se ho capito bene il circuito abbiamo diversi problemi:
- sono vincolato alla capacità: se cambio il formato devo cambiare il serbatoio piccolo.
- Quando chiudo la EV superiore e apro la EV inferiore, se l'uscita del serbatoio piccolo è inferiore a un certo diametro...non esce nulla perché non riesce ad entrare l'aria (come quando ribalti una bottiglia e vedi che l'acqua fa fatica a uscire)
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Go Up