Go Down

Topic: Ardutester - Arduino Component Tester (INCOMPLETO) (Read 229775 times) previous topic - next topic

PaoloP

Tornando in topic, qualcun'altro a fatto qualche altro test con l'Ardutester versione 7d? A me funziona!
Michele, tu hai un prototipo?

pighixxx

07e

- SetDeafult function
- Some fix
- selFreq optimized
- TestKey improvements
- Iniziato il supporto al software Client
- Prima di fare la compilazione controlla che i parametri siano settati in maniera corretta.

Funziona anche ad altra gente  :smiley-mr-green:


Messaggio di servizio: Paolo nel pomeriggio ti invio email.

PaoloP

#632
Jul 24, 2013, 11:04 am Last Edit: Jul 24, 2013, 11:06 am by PaoloP Reason: 1
Questo si può semplificare
Code: [Select]
//Push button
#ifdef LCD_PRINT
 #define TEST_BUTTON         A3                 //Test/start push button (low active) - LCD
#else
 #define TEST_BUTTON         A3                 //Test/start push button (low active) - Serial
#endif

Non hai inserito nel log delle versioni l'introduzione della disabilitazione delle periferiche non necessarie (TWI, SPI, TIMER2) dy PaoloP.  :smiley-mr-green:

Nel primo post, nella data in rosso manca il 7.

Devo verificare, ma forse il comando
Code: [Select]
analogReference(EXTERNAL);                     //Set Analog Reference to External
è superfluo.

pighixxx

Non è cattiveria, mi sono dimenticato  :smiley-mr-green:
Adesso lo faccio.
Nelle prossime pulizie primaverili togo tutto quel codice. Il pulsante sarà e rimarrà solo su A3.
- A4 servirà per gestire la retroilluminazione dell'lcd
- A5 per lo standalone

Full

astrobeed


Nelle prossime pulizie primaverili togo tutto quel codice. Il pulsante sarà e rimarrà solo su A3.


Ho dato una sbirciatina al codice, un consiglio, dividilo in più file (tab sull'ide) in modo da migliorare la leggibilità e avere le varie sezioni divise tra loro, ti semplifica la vita anche nella manutenzione e sviluppo del codice.
Scientia potentia est

PaoloP

#635
Jul 24, 2013, 11:16 am Last Edit: Jul 24, 2013, 11:17 am by PaoloP Reason: 1
Per rendere più veloce il ciclo nella ReadU si potrebbe modificare
Code: [Select]
if ((Counter == 4) &&
         ((unsigned int)Value < 1024) &&
         !(Probe & (1 << REFS1)) &&
         (Config.AutoScale == 1))
     {
       Probe |= (1 << REFS1);                     //Select internal bandgap reference
       cycle = true;                              //Re-run sampling
       break;
     }


con
Code: [Select]
if (Counter == 4)
{
 if (((unsigned int)Value < 1024) && !(Probe & (1 << REFS1)) && (Config.AutoScale == 1)))
   {
     Probe |= (1 << REFS1);                     //Select internal bandgap reference
     cycle = true;                              //Re-run sampling
     break;
    }
}

in questo modo il primo if controlla solo il valore del ciclo e non tutti gli altri and ogni volta.
Si risparmia qualche ciclo macchina, così Markus è contento.  :smiley-mr-green:

cece99

Io non lo provo nemmeno... so già cosa succede :(
Il Vero Programmatore non ha bisogno di manuali sull'assembler, sono<br />  sufficienti i data sheet dei microprocessori.

PaoloP

Cesare non dire così, non scoraggiarti. L'estate è lunga.  :smiley-mr-green:
Appena saranno pronte le shield credo che alberto ne manderà una anche a te e a quel punto avremo una base comune per fare i test.

menniti

Paolo, come ho detto altre volte il mio tempo non mi permette di lanciarmi in avventure i  progress, però visto che dovrò realizzare il progetto stand-alone sarei contento se Pighi mi mandasse uno shield, poiché sono ben attrezzato sia di componentistica che di strumentazione di misura professionale; in tal modo potrei verificare la bontà del progetto, prima di imbarcarmi nella mia avventura "a solo", e fornire feedback qualificati.
Il consiglio che dò è questo: se in qualche modo il firmware fa uso dei timer o in generale di segnali in frequenza non provate lo shield con Arduino UNO, bensì con Arduino 2009; infatti tra il risonatore ceramico dell'UNO e il quarzo della 2009 non c'è paragone in termini di stabilità e di risposta. E' una cosa che ho riscontrato quando facevo i primi test della libreria FreqCounter. Lo stand-alone risolverà ogni problema in merito, ovviamente.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

cece99

Ma Arduino 2009 ha il problema a l pin 13 mi pare, serve qualche coraggioso che lo estirpa :)
Il Vero Programmatore non ha bisogno di manuali sull'assembler, sono<br />  sufficienti i data sheet dei microprocessori.

PaoloP

Si esatto, la 2009 ha il problema della resistenza e del led in parallelo sul pin 13 che modifica il comportamento della resistenza di precisione
schema 2009 --> http://arduino.cc/en/uploads/Main/arduino-duemilanove-schematic.pdf
Quindi non è possibile utilizzarla.
Nello stand-alone il discorso sicuramente cambierà.

menniti

Allora perché il pin 13 non si destina ad altro e lo si sostituisce? voglio dire ala fine si farà uno shield che funziona solo con Arduino UNO? non è un po' limitativa la cosa??
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

astrobeed


Si esatto, la 2009 ha il problema della resistenza e del led in parallelo sul pin 13 che modifica il comportamento della resistenza di precisione
Nello stand-alone il discorso sicuramente cambierà.


Assegnate il pin 13 al pulsante e il problema non esiste più :)
Scientia potentia est

testato

Ma da quel che ho capito è difgicile gestire questi cambi, perché il fw ragiona sulle porte. Cioè tutto si può fare ma non è cime siamo abituati su arduino.
Anche il fatto di dividere in tab, è stato già detto w forse anche fatto se ricordo, poi si sono tolte, forse sempre perché di difficile gestione ?
Io ho aperto il codice ed effettivamente, ricorderete mia vecchia critica sul concetto fi sempligicazione, il progetto è tosto e a basso livello.
- [Guida] IDE - http://goo.gl/ln6glr
- [Lib] ST7032i LCD I2C - http://goo.gl/GNojT6
- [Lib] PCF8574+HD44780 LCD I2C - http://goo.gl/r7CstH

menniti

anch'io ho fatto ricorso ai PORT per la gestione dei pin, certo impostare un byte di volta in volta è comodo e rapido, ma se ciò deve significare moncare la validità di un progetto, vuol dire ch si gestiscono 7 pin col PORT unico e l'8o con un PORT separato, no?
Test: questo è uno di quei progetti che da hobbysti si può decidere di adottare o meno, se lo si fa ci si limita a seguire le istruioni di montaggio e flashare il micro, col lavoraccio che stanno facendo c'è poco da implementare o modificare.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Go Up