Go Down

Topic: Devo passare da Arduino Mega 2560 ad Due, alcuni dubbi.... (Read 12380 times) previous topic - next topic

menniti

Non che ci sia bisogno di confermare quanto dice uno come Astrobeed XD ma solo per portare ulteriore testimonianza. L'articolo di cui parla lo abbiamo pubblicato su Elettronica IN n.165 (Aprile 2012) e quindi tradotto in inglese per il blog (il link che ha già postato lui). Lo studio di Astrobeed (io ho avuto solo il ruolo di sperimentatore nella collaborazione, sia ben chiaro!) nacque da una mia richiesta legata ad un problema che Elettronica In stava affrontando con un suo Contest, basato sul TiDiGino, una scheda multifunzione con a bordo un ATmega2560. Coloro che si stavano cimentando nello sviluppo di un firmware per sfruttare tale scheda, incontrarono tutti lo stesso problema, in alcuni casi già a 64K (se non erro quando i dati finivano nei secondi 64k, perché non gestiti correttamente). Da quello studio nacquero le istruzioni per l'aggiornamento della Toolchain, con il quale vennero risolti TUTTI i problemi over 64kW. Nella sezione MegaTopic c'è un Topic specifico nel cui primo post sono riportate le istruzioni, sempre valide, per effettuare tale aggiornamento.

@ Guglielmo e Pablos: poiché conosco i vostri caratteri ho sempre pensato a che spasso sarebbe stata una diatriba tra voi, visto che nessuno dei due avrebbe mai lasciato l'ultima parola all'altro o avrebbe fatto un passo indietro rispetto alle proprie posizioni. Eccomi finalmente accontenato: UN MEGA-SPASSO!!!! Vi adoro XD XD XD XD .... ma occhio al ban, siete proprio sul filo del rasoio  :smiley-mr-green:
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

APS650

Pablos per impegnare la memoria i fonts oltre che caricarli li devi usare!!
Metti a video una parola con 10 fonts diversi e vedrai quanta memoria se ne và.

Icio, il display che uso dispone di una SD, ma non sono riuscito ad usarla, senza contare che con tutta probabilità legge una FAT16 da massimo 1 o 2 Gb mentre in qualsiasi negozio non si trovano SD meno di 8 Gb.

cmq nessuno usa la DUE con uno sketch da 150 o più Kb?????????

icio

In giro si trovano microSD diciamo "obsolete" da 1Gbyte a 1 euro - 1.5euro , per fare memorie messaggi o la tua applicazione vanno benissimo

pablos71


Eccomi finalmente accontenato: UN MEGA-SPASSO!!!!

:D :D :D

Non ci siamo mica offesi .... è solo una divergenza di opinioni su un singolo argomento. Io stimo gpb01 è uno che sa quello che dice, come molti altri qui, spero che questo non freni la voglia di aiutarmi nel caso avrò bisogno.

ciao

Ps: facciamo pace gbp?  :D :D :D 
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile ....
Prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione.

icio

APS650 Il fatto le si riesca a leggere FAT16 o FAT32 dipende solo da programma che fai tu o che usi tù , qualsiasi AVR ce la fà a leggere/scrivere sia FAT16 che 32,  con la FAT32 si arriva facilmente a leggere/scrivere anche  le SD da 4Gbytes

gpb01


Ps: facciamo pace gbp?  :D :D :D 


:smiley-eek: :smiley-eek: :smiley-eek: ... perché ... abbiamo litigato ???:smiley-eek: :smiley-eek: :smiley-eek:

      



Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

paulus1969



Metti a video una parola con 10 fonts diversi e vedrai quanta memoria se ne và.



Dipende dal display.
Quale usi?
Io da quando ho scoperto i cosiddetti "display intelligenti", dotati di memoria, SD e processore, gestisco tranquillamente anche più di 10 schermate con la UNO.

nid69ita


Io da quando ho scoperto i cosiddetti "display intelligenti", dotati di memoria, SD e processore, gestisco tranquillamente anche più di 10 schermate con la UNO.


Hai un esempio (un link a un prodotto) ?  Thank you  :D
my name is IGOR, not AIGOR

zoomx

Texas Instruments ha recentemente aggiornato il duo CodeComposeStudio in modo tale da poter diventare un altro IDE per Energia, il corrispondente dell'IDE Arduino per la famiglia dei microcontrollori della TI.
Questa novità permette il debug degli sketch in hardware senza dover inserire dei serial.print con la possibilità del passo-passo e altro ancora.
http://energia.nu/import-energia-sketch-to-ccsv6/

Ma Atmel non potrebbe fare lo stesso?

Guglielmo, sono quasi d'accordo con te. Il quasi deriva dal fatto che l'elettronica si orienta decisamente verso i 3.3v, tanto che gli shield per Arduino hanno spesso gli adattatori di livello, e che gli ARM si stanno decisamente diffondendo. Semmai il problema è che ci sono troppe board con ARM, ognuna con il suo scarso seguito, rispetto ad Arduino. Per cui anche io, se dovessi usare un ARM, probabilmente non userei la DUE ma qualcos'altro (si accettano consigli).

paulus1969



Io da quando ho scoperto i cosiddetti "display intelligenti", dotati di memoria, SD e processore, gestisco tranquillamente anche più di 10 schermate con la UNO.


Hai un esempio (un link a un prodotto) ?  Thank you  :D


Io mi sto trovando bene con i display della 4DSystem.
Come questo:
http://www.elettroshop.com/7-0-diablo16-intelligent-display-module/
si tratta di un 7", ma ce ne sono altri di dimensioni più contenute e che costano meno.
Il bello è che comunica via seriale quindi ti impegna solo 2 pin (tre se consideri anche quello per il RESET del display).
Il display si occupa di gestire grafica e touch, ha anche degli in/out interessanti...
Diciamo che si potrebbe pilotare anche con un ATTINY85  :D

gpb01


Ma Atmel non potrebbe fare lo stesso?


Che c'entra Atmel ? Se usi il loro Atmel Studio il debug lo fai eccome, e senza i Serial.print ... se poi il Debug non è implementato nel IDE di Arduino ... non è colpa loro ...  :smiley-roll:

E comunque ... aspettiamo di vedere Arduino ZERO, che ha un chip per il debug on-board e che probabilmente ... verrà sfruttato dal IDE ;)



Guglielmo, sono quasi d'accordo con te. Il quasi deriva dal fatto che l'elettronica si orienta decisamente verso i 3.3v ...


Ma guarda che io non ho nulla contro i 3.3V anzi, tutt'altro ... le schede che faccio sono molto spesso, per ragioni di consumo a 3.3V.
Il discorso mio riguarda il "principiante/hobbista/amatore" e ciò che trova attualmente "pronto all'uso" ... ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

zoomx

Ma per 167 euro mi potrei prendere un tablet e farlo comunicare con l'Arduino via bluetooth, wifi o seriale e fare anche altre cose in più, tipo offrire connettività all'Arduino. O no? Parlo di progetti amatoriali.

zoomx

Guglielmo, nel CCC di TI adesso ci sono le voci "New Energia Sketch" e  "Import Energia Sketch", cioè posso sostituire totalmente l'IDE di Energia, che è un clone di quello per Arduino, con il CCC. Certo, il CCC è più complesso dell'IDE Energia.
Si può fare lo stesso con quello Atmel?

gpb01

Non so di che stai parlando ... non seguo il mondo TI ...
... installati Atmel Studio ed impara a sviluppare nell'ambiente di Atmel, vedrai che avrai tutto quello che ti serve ...

Se vuoi rimanere legato alla "mentalità" Arduino (ed alla sua semplicità), installati sempre Atmel Studio e poi installati Visual Micro così poi, per poco meno di 30 US$, puoi anche avere un pseudo-debugger che NON richiede HW esterno.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

paulus1969


Ma per 167 euro mi potrei prendere un tablet e farlo comunicare con l'Arduino via bluetooth, wifi o seriale e fare anche altre cose in più, tipo offrire connettività all'Arduino. O no? Parlo di progetti amatoriali.


Certo che potresti.
Ci sono pro e contro.
I pro sono quelli che hai elencato. Aggiungo anche il costo inferiore, lo trovi a meno, un tablet da 7 - 8".
Ammettendo che tu sappia già come scrivere un programma per Android, i contro sono:
- ritardo all'accensione (devi attendere il caricamento di Android e poi del tuo programma), oltre alle difficoltà nel bypassare il sistema pulsante di accensione-batterie (a meno che tu ti accontenti di accendere e spegnere lo schermo separatamente)
- "interferenza" del resto del sistema operativo (mentre sei su una schermata, ti spunta la notifica di sistema "aggiornamento disponibile per il browser...")
- Come alimenti il tablet?

Insomma, personalmente preferisco un display che sia del tutto integrato nel marchingegno che sto costruendo, che si accenda insieme a tutto il resto e sia immediatamente utilizzabile.

Go Up