Go Down

Topic: L'alimentazione delle board Arduino a 5V (Read 58454 times) previous topic - next topic

nid69ita

#30
Nov 27, 2014, 04:43 pm Last Edit: Nov 27, 2014, 04:47 pm by nid69ita
Basta che Nid aggiunge il topic al suo "tormentone" per i nuovi iscritti e il problema è risolto alla radice  :)
Nel tormentone cito il thread "link utili". Magari questo thread sarebbe meglio evidenziarlo in quel thread. Lo può fare solo Michele, quel primo post è suo.
Logicamente, se non possibile, per me aggiungerlo nel tormentone è semplice  ;D
my name is IGOR, not AIGOR

leo72

Visto il grado di "allocchitudine" (con tutto il rispetto per lo Strigide), non so se è conveniente mettere l'icona di un Arduino con una spina per la 230V accanto, non vorrei che gli Strigidi di cui sopra non avessero la bella idea di provarci ;)  

gpb01

Visto il grado di "allocchitudine" (con tutto il rispetto per lo Strigide), non so se è conveniente mettere l'icona di un Arduino con una spina per la 230V accanto, non vorrei che gli Strigidi di cui sopra non avessero la bella idea di provarci ;) 
... ci puoi mettere la mano sul fuoco !!!  :smiley-twist: :smiley-twist: :smiley-twist:

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

menniti

#33
Nov 27, 2014, 05:07 pm Last Edit: Nov 27, 2014, 05:10 pm by Michele Menniti
Alberto, temo abbiano ragione, già li vedo con una spina infilata nella presa e i due-tre fili scoperti per vedere dove devono infilarli, magari maledicendomi per non essere stato chiaro  :smiley-mr-green: Più compatibile vedrei una sorta di corollario con alimentatori a muto e batterie di diverso tipo, ma comunque non voglio mettere naso nella tua arte, a me interessa la parte tecnica, che sia conforme alle spiegazioni  ;)

NID: lo aggiungo nei LINK utili, senza che incasini il tuo post, loro coglioneggiano ma dovrebbero darti un premio per il lavoro di "ordine" che fai e che personalmente apprezzo moltissimo. :)
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

Etemenanki

Alberto, temo abbiano ragione, già li vedo con una spina infilata nella presa e i due-tre fili scoperti per vedere dove devono infilarli, magari maledicendomi per non essere stato chiaro  :smiley-mr-green: ...
ROTFL ... mi sa che dovremo farci anche una serie di icone "foolproof" ...

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

astrobeed

Albert Einstein.

"Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima."

Scientia potentia est

pighixxx

Nuova proposta di copertina
e illustrazioni in corso d'opera

menniti

Ma quelle immagini poi le separi vero? così le numero. ...
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pighixxx

Certo  :D
Ti fornisco i vettoriali di tutto. Domani dovrei riuscire a disegnare il resto (un'altra decina di disegni)

nid69ita

#39
Nov 28, 2014, 08:53 am Last Edit: Nov 28, 2014, 08:56 am by nid69ita
Vorrei porre una domanda sull'alimentazione, spero non sia OT rispetto al thread (e di non sporcarlo).
Ho una Arduino Mini Pro a 3,3V (quindi non versione a 5V).  Posso alimentarlo con una lipo a 3,7V o una LI-ion (da soft-air) a 3,7V oppure sono già oltre al limite ? Ho cercato su Mini Pro del sito Arduino ma mi pare si parli solo di versione a 5V.
Grazie

P.S. sbaglio o questo thread parla SOLO di Arduino Uno e non di altri tipi di Arduino ?
Se si, non sarebbe meglio specificarlo bene ? Cioè quel che si spiega non vale per una Mini Pro ad esempio ma soprattutto non vale per una Arduino Due.
my name is IGOR, not AIGOR

Etemenanki

#40
Nov 28, 2014, 09:09 am Last Edit: Nov 28, 2014, 09:12 am by Etemenanki
A livello generale parla delle versioni a 5V (che mi sembra siano comunque le piu diffuse fra i principianti), ma si possono comunque fare dei capitoli a parte, specificando, per le versioni a 3.3V ;)

Per la lipo, la sua tensione di uscita non e' costante, puo andare da 4.2V a piena carica, a 2.7V al minimo della carica ... sarebbe meglio in quei casi (ma e' un'opinione personale) usare un convertitore switching tipo SEPIC o buck/boost, che riesca a garantirti i 3.3V in uscita sia che la tensione in ingresso sia piu alta, sia che sia piu bassa ...

Ecco, si potrebbe anche fare un capitoletto a parte sui convertitori switching per questo uso particolare, magari ... se Michele ha voglia di inserirlo, potrei buttare giu due o tre (cento :P) righe ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

astrobeed

Vorrei porre una domanda sull'alimentazione, spero non sia OT rispetto al thread (e di non sporcarlo).
Ho una Arduino Mini Pro a 3,3V (quindi non versione a 5V).  Posso alimentarlo con una lipo a 3,7V o una LI-ion (da soft-air) a 3,7V
Una LiPo da 3.7V quando è carica presenta una tensione di 4.2 V, quando è scarica 3.0 V, però già a 3.3V puoi considerarla scarica in quanto hai consumato almeno il 90% dell'energia disponibile.
Se sulla mini 3.3V è presente un regolatore per questa tensione tocca vedere il modello e il dropout minimo, c'è il reale rischio che già a 3.8- 3.9 V input comincia a lavorare male.
Se non c'è il regolatore a 3.3V ne metti uno esterno ultra LDO, ce ne sono da solo 100 mV, così hai la garanzia di mantenere costanti i livelli logici, e non friggere eventuali device a 3.3 V collegati alla board.

Quote
P.S. sbaglio o questo thread parla SOLO di Arduino Uno e non di altri tipi di Arduino ?
Se si, non sarebbe meglio specificarlo bene ? Cioè quel che si spiega non vale per una Mini Pro ad esempio ma soprattutto non vale per una Arduino Due.
Dovrebbe essere generico e coprire tutte le versioni di Arduino a 8 bit, ovviamente potrà farlo solo per le versioni originali dato che su i vari cloni i cinesi fanno come gli pare per l'alimentazione, oltre a montare componenti ciofeca per i quali non è possibile dare nessuna garanzia.
Scientia potentia est

Etemenanki

... uno esterno ultra LDO...
Vero anche quello, ma piu sali con la corrente, piu sale la caduta ... comunque, ad esempio , c'e' LDCL015, ma ci tiri fuori al massimo 100mA (150 di assoluto) ... in compenso ha solo 50mV di caduta, quindi se ci si alimenta solo il micro, la corrente dovrebbe bastare ... oppure ADP122, 85mV di caduta e 300mA massimi, quindi almeno 200mA sicuri ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

Etem sei arruolato. Astro anche tu se ti va di trattare qualcosa.Nid il grosso dei problemi è sui 5v ma visto che ci sono anime disponibili vediamo di allargare.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

pighixxx

Può andare bene questo concetto?

Go Up