Go Down

Topic: ON/OFF alimentazione Servo con uso di Relè (Read 1 time) previous topic - next topic

zubogiallo

Jan 15, 2015, 12:29 pm Last Edit: Jan 15, 2015, 02:41 pm by zubogiallo
Salve a tutti,

sono Filippo e causa della mia inesperienza posto qui, dopo lunghe ricerche fatte nel web e trovando poco a riguardo.

Ho sviluppato una serra automatizzata solo nella ventilazione (per ora) ed è alimentata da pannelli fotovoltaici.

Mi trovo con l'ultimo scoglio,  ovvero vorrei disattivare un servo motore che apre una finestra per minimizzare i consumi di corrente e per prolungare la vita del servo (che altrimenti sarebbe sotto tensione tutto il giorno).

La mia logica è:

APERTURA
_se temperatura >24°C = attiva relè per alimentare servo
_se temp. > 25°C = muovi servo da posizione 90° a 180°
_se temp. > 26°C = spegni relè per togliere corrente al servo
CHISURA
è l'inverso

Riassumendo
_se tem. compresa da 24-26°C  il relè si attiva e poi se la temp è >=< di 25°C il servo cambia posizione.

Ho disegnato velocemente come dovrebbero essere i collegamenti, se gentilmente qualcuno riesce ad aiutarmi ne sarei grato.

Ho messo la foto 2 schemi per il relè, consigliatemi quale è corretto.

PS: Ho dubbi anche su come scrivere lo sketch di questi passaggi




ale.luffa

vorrei disattivare un servo motore che apre una finestra per minimizzare i consumi di corrente e per prolungare la vita del servo (che altrimenti sarebbe sotto tensione tutto il giorno).
Perdona la mia ignoranza... ma non credo che un servomotore si "stressi" a rimanere alimentato ma inattivo.. (ma potrei sbagliare)

zubogiallo

Perdona la mia ignoranza... ma non credo che un servomotore si "stressi" a rimanere alimentato ma inattivo.. (ma potrei sbagliare)
Tranquillo sicuramente io sono più ignarante in campo, però da qualche prova fatta con un servo posizionato in una serra acceso tutto il giorno sotto al sole che in quel punto raggiunge anche i 45gradi,  alimentato a lungo può surriscaldare e potrebbe danneggiarsi prima del tempo.
Inoltre essendo alimentato da una batteria a pannello fotovoltaico di modeste dimensioni,  non avrebbe senso che consumi corrente della batteria anche in giornate nuvolosa solo per essere alimentato.

Etemenanki

Io piu che altro ho dei dubbi che un servo (a meno di qualche servo "dopato" modello culturista extralusso :P) sia in grado di aprire e chiudere una finestra ... personalmente sceglierei un motore DC con motoriduttore a vite senza fine (che fra l'altro anche se non alimentato, e' gia "frenato" di suo dalla vite, quindi magari non necessita neppure di fermi meccanici per mantenere la posizione)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

zubogiallo

Io piu che altro ho dei dubbi che un servo (a meno di qualche servo "dopato" modello culturista extralusso :P) sia in grado di aprire e chiudere una finestra ... personalmente sceglierei un motore DC con motoriduttore a vite senza fine (che fra l'altro anche se non alimentato, e' gia "frenato" di suo dalla vite, quindi magari non necessita neppure di fermi meccanici per mantenere la posizione)
Eh il mio servo non fa culturismo :-) ,  va alla grande perchè ho fatto si che lo sforzo sia minimo ponendo il fulcro della finestrella in policarbonato alveolare in mezzeria.
A dire il vero volevo anche frenarlo perchè la finestra si apre di colpo in 1 secondo.

brunello22

Ma hai provato la tenuta disalimentato ?

zubogiallo

#6
Jan 15, 2015, 04:52 pm Last Edit: Jan 15, 2015, 04:54 pm by zubogiallo
Credo sia più chiaro e semplice vedere il video del prototipo in funzione:
NB: La finestra sta sul tetto leggermente inclinato della serra
http://youtu.be/Ywaj5tW4FNI

Etemenanki

Un po "secca", come apertura e chiusura ... non so quanto possa resistere il set di ingranaggi in plastica di un normale servo, con quei contraccolpi ... inoltre collegato in quel modo, rischi che un colpo di vento ti rompa il servo ...

Non so, personalmente avrei usato un piccolo motoriduttore con un paio di finecorsa, tipo ad esempio questi o altri simili ... poi e' una mia idea personale ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

zubogiallo

Un po "secca", come apertura e chiusura ... non so quanto possa resistere il set di ingranaggi in plastica di un normale servo, con quei contraccolpi ... inoltre collegato in quel modo, rischi che un colpo di vento ti rompa il servo ...

Non so, personalmente avrei usato un piccolo motoriduttore con un paio di finecorsa, tipo ad esempio questi o altri simili ... poi e' una mia idea personale ...
In realtà all'inizio volevo fare un'apertura con cremaliera, vite senza fine e finecorsa.
Il fatto è che essendo la serra un ambiente molto umido, esporre contatti come finecorsa ed ingranaggi vari in ferro che arruginisce mi ha fatto optare per un servo ed ingranaggi in plastica.
Poi appunto per la mia non conoscenza, ritenevo il servo più affidabile come mantenimento della posizione di apertura, mentre motori e motoriduttori tendono a disallinearsi nel tempo.
Il servo resetta la sua posizione con i gradi dello sketch e se si riavvia l'arduino esso si riallinea alla posizione iniziale.
Per questo motivo avevo preso 2 servi, in caso il primo a lungo andare mi abbandoni lo sostituisco con l'altro.
Pensavo di mettere dei gommini per ammortizzare la chiusura brusca.
Per il vento, stavo provando con un sensore di vibrazione per automatizzare la chiusura in caso inizino delle raffiche.
 
Ed ecco il motivo del relè che togliendo alimentazione prolunga ulteriormente la vita del servo.

Se prendessi una scheda Relè come questa :

Reley Scheda

..basta solo collegare il GND, i 5+ e PIN dall'arduino ed in uscita il + del servo ed il +6V di una batteria esterna mettendo il GND della batteria e servo a massa comune con l'arduino?

Grazie,

Go Up