Go Down

Topic: Sezione Cavi per Termostato  (Read 4567 times) previous topic - next topic

Zirko

Ciao ,
ho realizzato un termostato con ArduinoYUN. Tutto funziona e vorrei metterlo in "produzione" ma ho un dubbio sul cablaggio. Mi spiego meglio.
Ho una casa a due livelli con un termostato per livello. L'idea è quella di posizionare ArduinoYUN al piano superiore nei pressi del router, e passare i cavi per posizionare i sensori di temperatura e i relè dove ora sono i termostati originali.
Il sensore di temperatura è il TCN75A,che lavora su bus i2c. La scheda relè è una scheda dotata di relè 5v.
Quale tipo di cavo mi consigliate di utilizzare per cablare tutta casa e per stare sicuro ? A occhio direi che la distanza più lunga da coprire ( termostato piano terra) è di circa 20 metri.
I cavi verranno infilati nelle tracce esistenti insieme a quelli già presenti.
Grazie,
Mirko

ibbba

1,5mm quadri di sezione...non usare colori marrone,nero,blu o giallo verde...usane una coppia dello stesso colore,magari sbirciando che non sia già presente nel ramo dell'impianto in cui li inserirai...e fai attenzione

uwefed

Nessun tipo di cavo.
Il bus I2C non Ti funziona su quelle distanze di cui hai bisogno.
Devi usare un altro tipo di bus per esempio RS485.

Ciao Uwe

inter1908

Scusa ma una domanda banale.... Ma dove piazzi la schedina con il sensore per essere sicuro che legga la temperatura corretta? Senza inficiare sull'estetica.

Zirko

Grazie a tutti.
Sono uno sviluppatore quindi scusatemi se dico eresie in altri ambiti, ma sto cercando di imparare.

@uwefed  non sapevo che il bus i2c non reggesse quelle distanze.
@inter1908 teoricamente volevo inserire i sensori + relè al posto dei termostati che sono da incasso.

dopo queste info credo che dovrò cambiare approccio rispetto al progetto iniziale. Vorrei però chiedere ancora il vostro supporto per capire in generale come determinare la corretta dimensione di fili per il futuro.

Da arduino escono 5 volt una sezione di 1,5mm non è eccessiva ?
Per quel che ho visto i cavi dell'allarme 0.22mm sono certificati per portare da 0 a 400v corretto ?
Non basterebbe un cavo 6x0.22 ??
Mirko

uwefed

La sezione di un cavo viene selezionato
1) in funzione della corrente che deve passarci. La resistenza del rame fa riscaldare il cavo. Si calcola ca 7A per mm^2 per montaggio cavi in canaletta.
2) in funziome della perdita di tensione sul cavo a causa della resistenza del rame e della corrente.

Ciao Uwe

gpb01

#6
Oct 14, 2015, 07:36 am Last Edit: Oct 14, 2015, 07:36 am by gpb01
Da arduino escono 5 volt una sezione di 1,5mm non è eccessiva ?
Per quel che ho visto i cavi dell'allarme 0.22mm sono certificati per portare da 0 a 400v corretto ?
Non basterebbe un cavo 6x0.22 ??
Stai confondendo "tensione" e "corrente" ...

... per la "tensione" (V) è importante l'isolamento del cavo (... maggiore è la "tensione" maggiore deve essere l'isolamento), per la "corrente" (A) è importante la sezione del conduttore (... maggiore è la corrente, maggiore deve essere la sezione del conduttore).

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

inter1908

@inter1908 teoricamente volevo inserire i sensori + relè al posto dei termostati che sono da incasso.
Chiaro. Ma inserendo la 'schedina' nella cassetta 503 e piazzandoci sopra anche il coperchio, non riesci di falsare la lettura?

Penso che la corrente della trasmissione sia molto bassa e che i cavi utilizzati per l'antifurtovadano più che bene. Diverso e invece il tema della distanza dove dovresti usare il protocollo 485.

Alberto

Zirko

#8
Oct 15, 2015, 06:22 pm Last Edit: Oct 15, 2015, 07:01 pm by Zirko
Ciao,

scusate se insisto sul tema ma vorrei capire bene per evitare danni. Da quello che ho capito dal pin 5v dell' arduino posso prelevare 5V max 0.8A (la corrente dipende dall'alimentatore). Da questo pin potrei alimentare ad Esempio una scheda con 2 relè.
Partendo da quanto suggerito da uwefed : 7A per mm^2


Cavo da 1.5      mm^2   massimo 10.5A
Cavo da 1         mm^2   massimo 7A
Cavo da 0.5      mm^2   massimo 3.5A   <- Scelgo questo
Cavo da 0.25    mm^2   massimo 1.25A

Questo solo per avere conferma di aver capito bene la questione relativa alla sezione.
Pera quanto riguarda la messa in opera avevo pensato di spostare il tutto sotto la caldaia (spazio a non finire i geni hanno montato un copri caldaia circa 3 volte più grande della caldaia) e ci sono i corrugati che portano direttamente alle elettrovalvole. Il problema rimane su come rilevare la temperatura.
Mirko


icio

se alimenti dalla USB dai 5V puoi prelevare circa 400mA
 
se alimenti dalla presa di alimentazione nera al massimo puoi prelevare:

se alimenti con 7.5V:  800 / (7.5-0.5-5) - 50 =350mA 
se alimenti con 12V:   800 / (12-0.5-5) - 50 =75mA

800mW è la potenza di un sot223 (U1) dissipato nel modo in cui è montato su arduino UNO
0.5V è la caduta su D1
5V è la tensione in uscita del regolatore
50mA è il consumo di arduino UNO (i 2 microprocessori + il regolatore + il led + qualcos'altro)

inter1908

OK.

Una riflessione che stavo facendo in questi giorni è che i sensori di temperatura di tipo I2C/SPI per funzionare correttamente devono essere collegati a pochi centimetri (max 50 cm?) dal dispositivi a cui sono collegati (nel nostro caso Arduino), in caso contrario bisogna provvedere ad un protocollo RS485. Corretto?

Questo significa che dobbiamo avere sempre un arduino nelle vicinanze di dove vogliamo misurare la temperatura o altro?

Alternative?

Go Up