Go Down

Topic: Ventola raffreddamento 12V: come rilevare quando e' accesa? (Read 1 time) previous topic - next topic

Markino76

Ciao a tutti,
vorrei rilevare tramite una scheda Arduino Nano V3 (clone cinese) quando la ventola di raffreddamento della mia moto si accende per poi visualizzare l'icona su di un display dove al momento visualizzo la temperatura esterna...

Ho individuato i due fili che vanno alla ventola e suppongo che quando si acende gli arrivi la tensione 12V della batteria (verifichero')... come posso colegeare il filo positivo all'Arduino senza danneggiare la schedina e/o creare malfunzionamenti all'impianto della moto?


Grazie!

Etemenanki

Puoi usare un partitore resistivo per diminuire la tensione sul pin, piu un condensatore di filtro per eliminare qualche disturbo ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Markino76

Bene, grazie per la risposta.
In questo modo non aggiungerei un piccolo assorbimento sull'impianto della moto? Non potrebbe causare qualceh anomalia? So che a volte sulle moto se si installano o collegano erroneamente alcuni accessori o lampadine si possono verificare anomalie o errori in fase di diagnostica....

zoomx

Potresti usare un sensore di corrente ma non so se su una moto becca disturbi.

droidprova

Normalmente la ventola parte quando il termo interruttore (avvitato direttamente sul telaio del radiatore) che ha una temperatura di soglia preimpostata, chiude il suo contatto interno. Tale contatto sul circuito della moto chiude il circuito a 12 V che alimenta la ventola. Se ti derivi da qui e fai come ha detto Etemenanki direi che risolvi.

Ciao

Etemenanki

Se usi un partitore tipo 10K piu 3K3, la moto non si accorge neppure che lo colleghi, tanto poca e' la corrente assorbita ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

brunello22

o un partitore o meglio ancora usare un foto-accoppiatore, cosi' si evitano disturbi sull'ingresso di Arduino


Etemenanki

Giusto ... in effetti l'impianto elettrico di una moto non e' esattamente "pulito" quanto a disturbi e picchi ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

uwefed

Giusto ... in effetti l'impianto elettrico di una moto non e' esattamente "pulito" quanto a disturbi e picchi ;)
percui devi costruire l' alimentatore per Arduino anche esso adatto per sopportare e eliminare i disturbi che viaggiano sui 12V della moto.
Ciao Uwe

Etemenanki



In contenitore metallico messo a massa.

Dici che basta ? ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up