Go Down

Topic: Cosa usare per scaldare piccola serra (Read 5225 times) previous topic - next topic

ZZbon

Ciao a tutti, volevo fare un piccolo progetto con Arduino per riscaldare di notte la mia piccola serra (50×70×120)  dato che abito in montagna e alle piantine non piace il freddo.
Ho fatto il software, con un lm35, quando la temperatura scende sotto I 20 gradi, per 2 minuti pensavo di accendere una fonte di calore, 3 minuti di pausa e poi riparte il loop.
Io ho l'Arduino uno, ho pensato inizialmente di far scaldare delle resistenze, pero non penso assolutamente che riescano a scaldare l'intera serra...
Leggendo sul Web ho trovato la cella di Peltier, puo fare a caso mio? O se no cosa dovrei mettere?
Inoltre pensavo di rendere il tutto indipendente con il solar shield, pannello solare e batteria da 3.7v, 2200mA.
Secondo voi e fattibile?
Grazie a tutti.

gpb01

Ciao,
essendo il tuo primo post, ti chiederei cortesemente di presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con attenzione il REGOLAMENTO ... Grazie.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

ZZbon

Scusami Gugliemo, il regolamento lo avevo anche letto, ma non avevo trovato dove presentarmi.
Cerchero di essere piu attento, grazie del consiglio!

cam9500

Ciao, la cella di Peltier è fatta per raffreddare più che per scaldare (ad esempio i frigoriferi portatili x auto). 
Una resistenza è senz'altro la soluzione migliore.

Stefano

ZZbon

Grazie Stefano, sapresti indicarmi una resistenza in particolare?
Fra l altro stavo pensando, per alimentare avevo trovato dei pannellini da 5v 1w 1mA, se ne mettessi 2/3 in parallelo? Otterrei abbastanza potenza per alimentare il tutto?

cam9500

Oh, no... fondamentale per il progetto capìre quanto devi scaldare, che so, 50wattora?
Comunque batterie e pannellini mi spiace ma direi proprio di no.



seti81

Grazie Stefano, sapresti indicarmi una resistenza in particolare?
Fra l altro stavo pensando, per alimentare avevo trovato dei pannellini da 5v 1w 1mA, se ne mettessi 2/3 in parallelo? Otterrei abbastanza potenza per alimentare il tutto?
La soluzione migliore penso sarebbe appunto resistenze per riscaldameno , lampade a filamento o alogene ma la potenza necessaria è nell'ordine delle decine di w....

uwefed

Se vuoi alimentare con un panello solare allora siamo indicativamente sulla grandezza del 2-3 m^2 e una bella batteria al piombo da 12 V 100Ah (anche perché normalmente diventa freddo quando il sole non brilla.

Direi anch'io che serve un riscaldamento di qualche centinaio di W e un bel ventilazione che deve essere fatto in modo da non investire le piante con l' aria calda.

Non so dirti niente di preciso perché dipende tutto di come é fatto la serra e come é stata isolata.

Ciao Uwe


gpb01

#8
May 13, 2016, 10:19 pm Last Edit: May 13, 2016, 10:21 pm by gpb01
@ZZbon: hai pensato ad utilizzare i piatti riscaldati delle stampanti 3D ... tipo QUESTO ? Lavorano a 12/24V, assorbono qualche amper, possono anche raggiungere temperature piuttosto elevate (... come leggi nelle specifiche) e ... costano abbastanza poco.

Messo sul fondo della tua serra, probabilmente sarebbe sufficiente ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

ZZbon

Non so quanta potenza ci voglia... pero conta che se scalda bene, la piccola serra non penso abbia una grande dispersione di calore, magari sta 2 minuti accesa, scalda di 2/3 gradi e per 30 minuti non si accende piu, non so sinceramente...
Mi sfugge un dettaglio, se io con il piccolo pannello alimentassi solo l'arduino e invece il riscaldamento lo alimento con una batteria esterna  (tipo quella di una macchina o qualcosa del genere), posso comuqnue controllare il tutto con l arduino?

Nel senso, non so se posso aprire e chiudere il flusso della batteria "esterna"... spero di essermi spiegato

gpb01

#10
May 13, 2016, 10:24 pm Last Edit: May 13, 2016, 10:24 pm by gpb01
Mi sfugge un dettaglio, se io con il piccolo pannello alimentassi solo l'arduino e invece il riscaldamento lo alimento con una batteria esterna  (tipo quella di una macchina o qualcosa del genere), posso comuqnue controllare il tutto con l arduino?
Si, certo, le due cose possono avere due alimentazioni completamente separate e lo puoi accendere e spegnere con un relè.

Se invece vuoi andare su un controllo più sofisticato, con regolazione continua della temperatura ... lo puoi controllare con un MOSFET pilotato in PWM (... in questo caso devi mettere in comune le masse) ... ma li il SW si complica un po' ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

ZZbon

Ok, perfetto grazie mille!
L'idea del tappetino riscaldante della stampante 3D è interessante.
Preferisco tenermi sul semplice perche non ho ancora molta dimestichezza e comuqnue penso che anche cosi possa funzionare bene.
Ho visto che il tappetino ha un alimentazione da 12 a 24V, quindi prendo una batteria di conseguenza.
E nel caso trovassi un pannello solare piu potente, potrei caricare la batteria con quello?

gpb01

#12
May 13, 2016, 10:38 pm Last Edit: May 13, 2016, 10:38 pm by gpb01
Considera che, associato ad un volgare termostato digitale da pochi € (... quindi niente Arduino) io ci ho realizzato una cosa simile alla tua, anche se per scopi completamente differenti :)

A volte le soluzioni più semplici sono le più funzionali  :D

Guglielmo

P.S.: Caricare una batteria d'auto (... ho letto 100A) con un "pannelino" la vedo dura ... ci vuole un bel pannello (... e forse anche più di uno, ma non sono un esperto del settore) e la relativa elettronica di controllo ... ::)
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

cam9500

ehhh.... purtroppo è fondamentale capire quanta energia devi spendere per scaldare. Se non riesci anche "a naso" rischi di fare un lavoro inutile.

Ad esempio:
dici 2 minuti accesi su 30 mettiamo.... che so, un carico da 500w.
sono 4/60*500 = 33w/h
per 10 ore/giorno (speriamo nel bel tempo :) ) sono 330w/g.
Ti servirebbe "a naso" 1 pannello fotovoltaico da 40w ed una batteria da 12v  40A/h + circuito di ricarica


..... contando 500w per 4 minuti. Vedi da te che si fa presto a cambiare i numeri......


Stefano

cam9500


Go Up