Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 163679 times) previous topic - next topic

astrobeed

Altra cosa, guardando le immagini superiore e inferiore direi che hai chiaramente un problema di sotto estrusione, controlla il diametro del filamento, se non l'hai già fatto, e correggi il suo valore nell'apposito campo se è fuori tolleranza, se è a posto aumenta il valore di "extrusion multiplier" a 1.05, riprova e se ancora non viene bene la superficie portalo a 1.1
Scientia potentia est

astrobeed

Altro addendum, sono abbastanza sicuro che la posizione zero dell'estrusore rimane troppo alta rispetto al piatto, in teoria dovrebbe essere esattamente a 0.00 mm dal piatto, cosa impossibile da ottenere, in pratica non deve essere maggiore di 0.1 mm.
Per il setup dello zero sull'asse Z va usato un foglio di carta da 80gr/m^2, quella classica per fotocopiatrice, il cui spessore è circa 100 µm, 0.1 mm.
Come prima cosa si mette l'estrusore al centro del piatto, si posizione la carta sotto l'estrusore e questo deve essere abbassato fino a che la carta non scorre con difficoltà, a questo punto va regolata la vite del fine corsa in modo che lo switch risulta premuto.
Lo so non è semplice da fare e ci si arriva solo tramite tentativi successivi, però se questa taratura non è fatta bene le stampe hanno sempre problemi perché iniziano troppo in alto rispetto al piano.
Una volta sistemato il punto centrale rifai la cosa per i quattro angoli, stavolta agisci su i pomelli di regolazione del piatto, alla fine della procedura il foglio di carta deve risultare leggermente bloccato quando l'asse z arriva allo zero, switch premuto, su tutti e quattro gli angoli e il centro del piatto.
Scientia potentia est

astrobeed

Quando parlo di superfici fatte bene intendo questo, visto che hai provato a stampare i pezzi per la morsa, se apri le immagini in altra scheda le puoi vedere a maggiore risoluzione.

Scientia potentia est

menniti

Quote
Prima di pronunciarmi dovresti postare il Gcode che genera lo slicer, devi fare salva invece di stampa.
OK, appena riesco a rimettermi alla postazione preparo il file

Quote
sono abbastanza sicuro che la posizione zero dell'estrusore rimane troppo alta rispetto al piatto
Posso confermarti che è sicuramente più alta di come dici tu, oggi vado a recuperare il calibro e lo spessimetro e vedo di ricontrollare tutto.

Quote
hai chiaramente un problema di sotto estrusione
Farò anche questo col calibro; però ricordo anche di un valore impostato da qualche parte la cui taratura consisteva nel trovare un numero al quale corrispondesse una certa lunghezza di estrusione di filamento; non vorrei che questo parametro ora fosse sfalsato, devo andarmelo a cercare nuovamente.

Quote
Quando parlo di superfici fatte bene intendo questo
azz sembrano due pezzi di marmo :o; no, decisamente non ho mai ottenuto niente del genere, speriamo di farcela, perché a quei livelli potrei fare cose molto utili.

Oggi non so, è una giornataccia all'Università, comunque appena riesco a fare tutte queste cose, aspetto la tua analisi sul codice e poi ricomincio dal cubo. GRAZIE
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

PaoloP

Ciao Michele, perchè abbassi la temperatura del piatto dopo il primo layer.
Secondo me non fai altro che abbassare la temperatura del pezzo che si restringe e provoca difetti negli angoli.
Prova a lasciarla a 55° per tutta la stampa.

astrobeed

Stessa cosa che gli ho detto io, la temperatura del piatto deve essere costante per tutti i layer, eventualmente solo la temperatura del PLA per il primo layer deve essere maggiore di 5° per avere una maggiore fluidità dell'estruso, che è lo stesso motivo per cui la ventola deve stare spenta mentre si stampa il primo layer.
Scientia potentia est

menniti

 :smiley-confuse: Buongiorno ad entrambi, non lo avevo capito, leggo sempre dappertutto che si fa così, a questo punto la lascio fissa a 50° visto che da quando l'ho abbassata è decisamente migliorata l'aderenza al piatto.
Manuale "Arduino e le tecniche di programmazione dei microcontrollori ATMEL"
http://www.michelemenniti.it/manuale_di_programmazione.html
http://www.michelemenniti.it/offerta.html
Articoli ElettronicaIN
http://www.michelemenniti.it/elettronica_in.html

astrobeed

Questione warping, io stampo con il piatto freddo e la lacca come fissante, questi sono i risultati che ottengo, il pezzo è un pannello di un box, le dimensioni sono 28x19 cm, quasi al limite massimo del piatto.
Le foto le ho fatte al volo con lo smartphone, uso del flash obbligatorio, però fanno capire lo stesso il livello di finitura superficiale che ottengo, la parte sopra è quella stampata a contatto col vetro, la stampa è con layer 0.2, nessun segno di warping. :)

Sopra



Sotto

Scientia potentia est

franco120

La freeduino 2560 è una board compatibile al 100% con la Mega2560, come convertitore USB-UART usa il meglio possibile, ovvero gli IC di FTDI che sono una garanzia di perfetto funzionamento con tutti i sistemi operativi.
Le schede cineseria, come quella che avevi, non usano gli FTDI, utilizzati anche sulle schede Arduino originali, perché sono abbastanza costosi, tempo fa usavano degli FTDI clonati di bassa qualità, poi FTDI si è stufata della cosa e ha fatto in modo che i loro driver bloccano i chip clonati, da qui l'adozione degli economici CH340 con tutti i relativi problemi di driver.
Da notare che la scheda Freeduino fornita col loro kit è una versione custom fatta per loro, immagino che non sai chi è BQ, fatti un giretto sul loro sito e guarda che stampanti 3D producono. :)
Il kit che ti ho segnalato è l'elettronica per questa loro stampante, che ho avuto e posso garantire personalmente che è ben fatta sia come meccanica, nei limiti di una Prusa I3, e come elettronica.
Attualmente ho questa stampante, è l'evoluzione della Hephestos ed è veramente ottima.
Grazie ancora Astrobeed.  Butto via il clone Cinese.  Sono diviso fra un Prusa i3MK2 (originale) e Hephestos, cosa ne pensi ? La MK2 ha calibrazione automatica di X,Y,Z e niente vetro, colla e ABS juice.  Permette stampa di layer di diversi colori facilmente.  Un tuo parere aiuta. grazie

astrobeed

Se stai parlando di questa stampante allora è meglio che ti prendi la Hephestos 2, costa poco di più e offre molto di più. :)
Scientia potentia est

elpapais

www.infoportal.it support at infoportal.it

astrobeed

Le differenze sono tante e si vedono. :)
Intanto la meccanica della Hephestos 2 è totalmente in metallo, mentre quella della i3MK2 è un mix tra barre filettate e pezzi in plastica.
Il ponte centrale della H2 è controventato nella parte posteriore, la i3MK2 no, cosa che riduce sensibilmente le vibrazioni della struttura quando si stampa veloce.
La H2 non usa barre filettate da 8 mm come elementi strutturali, il telaio è realizzato con barre in acciaio rettificato da 10 mm e elementi di unione in alluminio da 6 e 8 mm.
Sulla H2 l'asse Z e X si muovono su veri cuscinetti lineari e relative barre prismatiche in acciaio, il carrello si muove su 3 cuscinetti cilindrici con case in metallo di buona qualità, sulla i3MK2 usano i soliti cuscinetti cilindrici in plastica cineseria.
Poi c'è la questione estrusore, l'elemento più importante della stampante, la i3MK2 usa un E3D V6, sicuramente un buon estrusore commerciale, la H2 usa lo stesso estrusore della Witbox 2 ed è decisamente migliore di quello della i3MK2.
L'elettronica della H2 è fatta apposta per questa stampante, adotta delle soluzioni originali non presenti sulle altre elettroniche, p.e. la possibilità di regolare la corrente degli stepper da software, sopratutto ha un ottimo sistema di raffreddamento per i driver di potenza, ovviamente tutta l'elettronica è open source.
Il sistema di autoleveling della H2, lo stesso presente sulla Witbox 2, è progettato esplicitamente per questa stampante e si basa sull'uso di un apposito piatto, rimovibile,  con fondo metallico e un sensore induttivo integrato nella testa di stampa, la precisione di misura è notevole, 10 µm.
Tutti i materiali della H2 sono buona qualità, i cavi passano dentro delle catene igus e sono precablati e preintestati in fabbrica, cosa che riduce notevolmente il tempo di assemblaggio della stampante, l'asse Z è comandato tramite boccole igus dotate di sistema anti wobling (assorbe le vibrazioni), i motori di serie sono dotati di accoppiamenti elastici, etc.
Per farla breve, dentro questo topic ho postato molte foto di pezzi che ho realizzato con questa stampante, sono più che sufficiente per testimoniare la buona qualità di stampa, ovviamente anche la i3MK2 stampa bene, ma non allo stesso livello della H2. :)
Scientia potentia est

gpb01

Questa parte è stata stampata su piatto riscaldato SENZA alcunché sul vetro (... solo ben pulito con alcol isopropilico). Due righe di "skirt", niente "brim" e, come visibile, nessun "warping" o altre deformazioni ...




... copoliestere nGen di Colorfabb, piatto a 85°, hot-end a 230°, velocità di stampa 60 mm/sec.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

astrobeed

Come fatto da notare da Guglielmo la pulizia del vetro è un fattore molto importante per l'adesione del pezzo, va fatta sempre prima di iniziare a stampare, questo indipendentemente dal fatto che si usa il piatto caldo oppure quello freddo con la lacca come fissante.
Lasciate perdere i vari sistemi di fissaggio quali kapton, nastro blu 3m, nastro carta da carrozziere, etc, servono solo a far perdere tempo e sono costosi, se avete il piatto caldo non serve nulla, se avete il piatto freddo si usa la lacca Splend'or forte, o similare, costa poco, dura molto e garantisce adesione perfetta.
Scientia potentia est

Etemenanki

... la lacca Splend'or forte, o similare, costa poco, dura molto e garantisce adesione perfetta.
Non dirlo ad alta voce ... altrimenti il produttore la ritira dal mercato, rimarca le bombolette e poi la mette in vendita come "adesivo spray professionale idrosolubile specifico per piatti di stampa 3D" ... a 20 volte il prezzo originale :P :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up