Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 143993 times) previous topic - next topic

Etemenanki

... evitare di "azzannare" le mascherine ...
Io uso dei pezzi di gomma dura, ritagli di quella gomma nera che si usa per coprire i tavoli da lavoro in officina ... ma quelle sono piu eleganti :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

gpb01

#46
Jul 06, 2016, 07:24 pm Last Edit: Jul 06, 2016, 07:25 pm by gpb01
Infatti uno degli usi primari, per chi si occupa di elettronica, della stampante 3D è realizzare i pannelli per i box, una vera mano santa, sopratutto quando tocca fare scassi rettangolari, fori di grande di diametro, aperture strane tipo quelle per i connettori DBx, etc.
+1 ...
... il 90% delle stampe che faccio è di scatole per circuiti ! :)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

astrobeed

Comunque la stampante 3d scalda parecchio? Perché mi pare di vedere dei bei dissipatori
Ovviamente l'estrusore scalda molto visto che lavora a oltre 200°, a seconda di come è realizzato ci sono vari modi di raffreddamento del corpo centrale, per evitare di far fondere il filamento nella parte alta, nel mio caso viene utilizzata una ventola da 40 mm che raffredda il cold end (corpo centrale) dell'estrusore, poi c'è una seconda ventola, tangenziale, che soffia aria esattamente sul punto di uscita del filamento per farlo solidificare quasi immediatamente.

Uno spaccato di come è fatto l'estrusore della mia stampante.



Estrusore completo del sensore a induzione per l'auto leveling.

Scientia potentia est

astrobeed

Ecco l'oggetto misterioso, è venuto abbastanza bene, c'è una discreta quantità di bave residue da eliminare, è normale quando si stampa oggetti di questo tipo, basta un pochino di pazienza e un bisturi ben affilato, i quattro elementi sono mobili, girano su apposti perni.

Scientia potentia est

astrobeed

Questo è un simpatico gadget che ho stampato un paio di mesi fa, è composto da vari pezzi che vanno incollati assieme, c'è una versione molto più dettagliata, il doppio come dimensioni (~20 cm), con tutte le articolazioni funzionanti, prima o poi la stamperò.

Scientia potentia est

Pikassa

Ma con temperature così elevate (200°) quante particelle ultrafini si sprigionano poi nella stanza?
Magari nel frattempo sto anche saldando su pcb per la gioia dei miei polmoni :D
Comunque queste stampanti sono una figata, un mio amico addirittura è andato fino in Germania a farsi scannerizzare per poi farsi spedire un figurino personale 3D dai dettagli impressionanti

As_Needed

#51
Jul 06, 2016, 09:21 pm Last Edit: Jul 06, 2016, 09:24 pm by As_Needed
@Astro
Grazie per le info sulla dissipazione del calore! Riguardo al "supporto per morsa", proprio adesso adesso non mi servono, ma se mi fai questo grande favore e piacere un giorno potrei chiederteli :) Davvero mille grazie, ovviamente pago le spese!
:)

P.S. Sono davvero carini tutti questi oggetti stampati!
MY PWS!
http://forum.arduino.cc/index.php?topic=413560.0
http://meteoflaminia.zapto.org:4600

astrobeed

Ma con temperature così elevate (200°) quante particelle ultrafini si sprigionano poi nella stanza?
Molto meno di quello che pensi se lavori solo il PLA non caricato con altri materiali, in tutti i casi basta tenere la stampante in una stanza diversa da dove ti trovi, in fin dei conti non è che uno passa la giornata con la stampante sempre in funzione facendo iperventilazione sopra il piatto. :)
Scientia potentia est

speedyant

Magari, un giorno o l'altro...

Pelletta

Vorrei dare un consiglio a chi sta pensando di comprare una stampante 3d. Nel frattempo che mettete da parte la pecunia date uno sguardo ai vari programmi di modellazione 3d. In rete si trovano pacchi di progettini pronti da stampare ma se dovete fare qualche modifica o qualcosa di nuovo come fate?  ;)

speedyant

Il mio problema è appunto cosa usare per la modellazione 3d, che sia free e opensource...
Poi al massimo potrei modellare un cubo... Dovrei imparare ad usare un cad 3d e non è semplice...

astrobeed

#56
Jul 06, 2016, 10:06 pm Last Edit: Jul 06, 2016, 10:07 pm by astrobeed
ma se dovete fare qualche modifica o qualcosa di nuovo come fate?  ;)
Tocca imparare ad usare un CAD 3D :)
Nel mondo della stampa 3D amatoriale sono molti gettonati Sketchup e OpenScad (multipiattaforma), il primo non ha bisogno di presentazioni, il secondo non è un CAD nel senso classico della parola, è un interprete per script che li converte in oggetti 3D.
OpenScad è open source e abbastanza facile da usare, inoltre genera ottimi file stl, a differenza di altri prodotti che spesso generano stl che richiedono "riparazioni".
C'è anche FreeCad che dicono non essere male, non l'ho mai provato quindi non posso dare giudizi.
Se poi uno ha la fortuna di avere una licenza per SolidWorks o Inventor, facile ottenerle gratis nel mondo accademico, in questo caso ha in mano il meglio del meglio per realizzare oggeti 3D. :)
Diverso è il discorso del software di slicing, qui il discorso è molto delicato ed è quello che ha il maggiore impatto sulla qualità di stampa, personalmente dopo aver provato tutti i vari slicer free alla fine ho deciso di spendere 150$ e acquistare Simplify3D.
Da quando uso Simplify3D mi sono scordato tutti i problemi di slicing, la stampante lavora meglio, i pezzi vengono meglio con tempi minori, sopratutto è finito l'incubo dei supporti, con gli altri software vengono sempre una schifezza, quasi impossibili da togliere senza rovinare la superficie, quelli fatti con Simplify3D vengono via con facilità senza lasciare segni, guardate questo video per capire di cosa sto parlando.
Scientia potentia est

Pelletta

Sto studiando Freecad e ci vedo enormi potenzialità, mi sta piacendo un sacco. Al momento trovo scomode alcune cose ma ho visto che si può personalizzare in ogni suo aspetto. Appena riesco a costruirmi un'interfaccia e dei tools come dico io sto a posto. Lo consiglio sicuramente

As_Needed

#58
Jul 06, 2016, 11:21 pm Last Edit: Jul 06, 2016, 11:23 pm by As_Needed
Beh certo, uno deve prima impararsi almeno le basi del 3d per stampanti! Anche perché nemmeno costasse qualche euro una stampante :) L'HW usato per pc, esige un processore abbastanza prestante per questi programmi astro? Io so che per usare l'unreal engine (anche se è un altro mondo rispetto a questo come obiettivi) necessita per un lavoro tranquillo almeno di un i7 o un amd fx 8320. Poi sfruttano di più quei programmi citati parecchi core del processore oppure solo alcuni? Se sono programmi che utilizzano molti core un 8320 è perfetto, o superiore ovviamente, a seconda di quello che pretende il tipo di programma per questo te lo chiedo ;) Poi c'è qualche processo di rendering da fare una volta terminata la "costruzione"? In quel caso un ssd è d'obbligo... poi quanto pesa un file di una "scatola" più o meno?
Me lo tengo stretto sto topic pieno di info. :) Comunque, grazie :)
MY PWS!
http://forum.arduino.cc/index.php?topic=413560.0
http://meteoflaminia.zapto.org:4600

astrobeed

Per realizzare una stampa 3D serve un modello 3D dell'oggetto, puoi sia trovarlo pronto che disegnarlo, nel secondo caso ti serve un CAD 3D, a seconda di quello che usi può bastare un pc di fascia bassa oppure un super pc da millemila Euro, dipende anche dalla complessità del modello 3D.
In linea di massima se devi realizzare cose semplici come una scatola, un pannello, etc, non ti serve un super CAD 3D come SolidWorks, va bene anche il più semplice dei software il che vuol dire farlo girare senza particolari problemi su qualunque pc.
Se devi realizzare oggetti molto complessi, con molti dettagli, composti da molte parti, etc, può essere necessario ricorrere a software di fascia medio/alta e computer dotati di buona potenza calcolo, molta ram veloce, ssd e schede 3D di ultima generazione se vuoi ottenere dei rendering, non fotorealistici, mentre disegni senza aspettare moltissimi secondi per il retrace.
Lo script per OpenScad con cui è partito questo topic gira senza problemi su qualunque pc, o meglio OpenScad gira su qualunque pc, con tempi medi per il rendering visivo di pochi secondi e qualche decina di secondi per il build dell'oggetto, indispensabile per ottenere il file .stl per la stampa e da fare solo a lavoro finito.
Una volta che hai il file .stl, è un formato particolare per esportare i disegni 3D, occorre creare il percorso utensile necessario per stampare l'oggetto, questo lavoro lo fa un software che si chiama slicer, come dice il nome affetta l'oggetto in layer di piccolo spessore successivi, che calcola tutti i movimenti della testa di stampa e li converte in gcode, è un file ascii contenente una serie di comandi codificati che descrivono i movimenti della testa di stampa e tutti i servizi accessori.
Per fare lo slicing non serve un super pc, però a seconda del software utilizzato possono essere necessari pochi secondi oppure ore a seconda della complessità del pezzo, p.e. Slic3r è uno dei software di slicing più diffusi, lavora bene, ha molti parametri su cui agire per ottimizzare la stampa, però è lentissimo per fare lo slicing del Colosseo ci mette ore, Symplify3D, che è il software che utilizzo, ci mette meno di un minuto.
Le dimensioni dei file stl tipicamente sono comprese tra qualche centinaio di k e qualche Mega, mentre i file nativi dei CAD 3D possono essere di molte decine di Mega, questo perché contengono molte più informazioni dei file .stl, i file .gcode anche loro sono compresi tra qualche k e qualche Mega.
Molte stampanti 3D possono lavorare totalmente stand alone, a seconda del modello può essere necessario acquistare del hardware aggiuntivo, metti il file .gcode su una SD e la inserisci sulla stampante, oppure lavorano collegate al PC che provvede ad inviare i comandi .gcode tramite un apposito programma.
La soluzione stand alone è da preferirsi in quanto non tocca impegnare il pc durante la stampa col rischio che per un qualunque motivo si blocca, o va in timeout, il dialogo seriale con la stampante con la conseguente perdita del lavoro.


Scientia potentia est

Go Up