Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 167009 times) previous topic - next topic

menniti

Guglie, io mi riferivo al commento di Astro non a ciò che dici tu  :smiley-sweat:  :smiley-sweat:
comunque io finora ho fatto solo un poco di prove a montaggio ultimato, per le varie tarature, ho usato repetier-host. Ora ho capito cos'è il brim ma non so se questo software ha questa opzione. Inoltre prima o poi dovrò trovare il tempo di imparare ad usare un programma di disegno per crearmi gli oggetti, solo in quel momento la mia 3D diventerà seriamente uno strumento utile.

gpb01

#91
Jul 08, 2016, 02:05 pm Last Edit: Jul 08, 2016, 02:06 pm by gpb01
Guglie, io mi riferivo al commento di Astro non a ciò che dici tu  :smiley-sweat:  :smiley-sweat:
...ed io te l'ho spiegato !

Astro parla di usare la lacca essenzialmente per stampare con PLA e con il piano freddo. Se usi il piano correttamente pulito e riscaldato (... e ribadisco entrambi i concetti che sono fondamentali) ed il brim ... della lacca NON c'è bisogno. Tutto qui.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

astrobeed

Quasi sicuramente Michele usa Repetier Host, come IDE di gestione della stampante, e Slic3r come slicer, anche lui permette di inserire lo skirt e il brim.
Il brim è praticamente obbligatorio quando si stampano oggetti con una piccola area di contatto col piano in modo da evitare il distacco durante la stampa, ma anche per evitare il warping, cioè il distacco dei bordi dell'oggetto dovuto ad una curvatura verso l'alto della base di appoggio, il warping è la causa primaria del distacco indesiderato dei pezzi e può comprometterne anche le caratteristiche meccaniche.
Un ampio brim consente di ridurre praticamente a zero il problema del warping, comunque dipende molto dal materiale usato per la stampa, con il PLA il rischio è minimo, con l'ABS il warping è una certezza e tocca prendere tutte le contromisure del caso.
Una soluzione alternativa al piatto caldo e alla lacca è usare il piatto con microforature, soluzione adottata di serie da Zortrax, però richiede l'uso obbligatorio del raft, uno strato di appoggio spesso qualche layer a bassa densità, che poi va rimosso e non consente di ottenere una superficie perfetta per il lato a contatto con il piano di stampa.
Nel caso del piatto in vetro, più la lacca e/o il piatto riscaldato, la superficie a contatto è perfettamente liscia al tatto e senza nessun difetto, a patto che la vostra stampante sia perfettamente messa a punto e crea il primo layer in modo perfetto, questo è un punto debole di molte stampanti amatoriali montate in stile "non sono capace ci provo", costruite con materiali recuperati dal cassonetto sotto casa. :D
Scientia potentia est

astrobeed

... della lacca NON c'è bisogno. Tutto qui.
Confermo con il piatto caldo, usato nel giusto modo, la lacca non serve, quando avevo la 3D Rag v2, dotata di varie modifiche, mai usata la lacca o altro modo per fissare la stampa al piatto.
La mia stampante attuale non ha il piatto caldo, aggiungerlo è decisamente complicato da fare perché il piano di stampa è un vetro con sotto incollata una lastra di metallo che serve al sensore induttivo per l'autoallineamento, problema risolto con la lacca che consente una adesione ottimale a costo praticamente zero, senza lasciare nessun segno sulla superficie del pezzo a contatto.
Anche se in vari forum qualcuno afferma che fa più stampe senza pulire il piatto e ridare la lacca io dico che queste persone o raccontano balle e/o si accontentano di stampe pietose, il piatto va sempre pulito benissimo e se si usa la lacca questa va data ogni volta.
La tecnica per dare la lacca, cosa che nessuno spiega quasi fosse un segreto di stato, è semplicissima, previa pulizia del piatto con acqua calda prima e con alcol dopo, si stende una mano leggera, a sporcare, di lacca, con movimenti regolari, si attende un paio di minuti e si stende una seconda mano a coprire, si lascia riposare il piano per almeno 5 minuti, la lacca non deve incollare toccandola, a questo punto si può iniziare a stampare.
Se l'adesione della lacca rende difficoltoso rimuovere il pezzo, sopratutto quelli con ampia superficie di appoggio, basta spruzzare dell'alcol attorno al pezzo e aspettare un paio di minuti, il pezzo verrà via facilmente.
Scientia potentia est

astrobeed

Tenuto conto che questo topic sta crescendo rapidamente, che la stampa 3D sicuramente è un argomento interessante, che fa parte del mondo dei maker, che quasi tutte le stampanti 3D amatoriali, e alcune di quelle professionali, sono basate sul Atmega2560 con configurazione hardware Arduino like, magari è il caso di spostare il tutto in megatopic cambiando il titolo in qualcosa tipo "[OT] Stampa 3D per tutti".
L'intenzione è quella di creare un topic dedicato alla stampa 3D dove convogliare tutto ciò che riguarda questo argomento anche se non direttamente collegato ad Arduino.
Scientia potentia est

gpb01

#95
Jul 08, 2016, 02:39 pm Last Edit: Jul 08, 2016, 02:40 pm by gpb01
... magari è il caso di spostare il tutto in megatopic cambiando il titolo in qualcosa tipo "[OT] Stampa 3D per tutti".
L'intenzione è quella di creare un topic dedicato alla stampa 3D dove convogliare tutto ciò che riguarda questo argomento anche se non direttamente collegato ad Arduino.
Mi sembra interessante ... ne parlo con Uwe (... e, riuscendolo a beccare, anche con Leo) e poi provvedo ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

astrobeed

Altro interessante script per OpenScad, utilizzabile direttamente da Thingiverse con l'app customize, permette di creare viti, dadi, barre filettate, rondelle di tutte le dimensioni tramite parametri, funziona solo con passi metrici, non prevede quelli a pollici.
Scientia potentia est

As_Needed

Altro interessante script per OpenScad, utilizzabile direttamente da Thingiverse con l'app customize, permette di creare viti, dadi, barre filettate, rondelle di tutte le dimensioni tramite parametri, funziona solo con passi metrici, non prevede quelli a pollici.

Davvero interessante!

astrobeed

Ecco un accessorio per trapano/avvitatore molto utile, sicuramente a breve lo realizzo.


Scientia potentia est

Etemenanki

Esagerato, che te ne fai di un mandrino da 50mm su un'avvitatore ? ... viti grandi ? ... :D

 ... (pero' potrebbe avere un certo interesse nella realizzazione di un minitornio per lavorarci materiali teneri ... :D)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

astrobeed

... (pero' potrebbe avere un certo interesse nella realizzazione di un minitornio per lavorarci materiali teneri ...
Infatti lo scopo è proprio quello, non solo per ottenere una specie di tornio, ma sopratutto per levigare e carteggiare parti tonde di grosso diametro.
Scientia potentia est

Etemenanki

... levigare e carteggiare ...
Oh ... intendi dire che non usi piu il vecchio sistema ?



:smiley-mr-green:
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

astrobeed

Lavoretto di stamattina per un amico, è un modulo pan tilt per una camera mobius.

Scientia potentia est

As_Needed

Oh ... intendi dire che non usi piu il vecchio sistema ?

:smiley-mr-green:
Non ci posso credere... :D

@Il solito bel lavoretto :)

Etemenanki

#104
Jul 09, 2016, 03:54 pm Last Edit: Jul 09, 2016, 04:01 pm by Etemenanki
Non ci posso credere... :D
...
A cosa ? ... alla motosega di Hello Kitty, o al fatto che Astro la usava per ottenere superfici levigate al centesimo togliendoci le sbavature dalle stampe 3d ? ... (:P :D)


EDIT: Astro, sai per caso quale possa essere la massima resistenza dei materiali con cui si puo stampare in 3D ? (del pezzo stampato, non del materiale in se) ... nel senso, sai, oppure esiste da qualche parte una tabella accesibile al pubblico con quei dati, a quale temperatura potrebbe reggere prima di iniziare a deformarsi, anche di poco, ed a quali sforzi meccanici regga, un pezzo realizzato come elemento unico ? (tipo, ad esempio, piastra piena, spessore tot, lunghezza e larghezza tot, regge max tot chili ... qualcuno ha mai compilato tabelle simili ? ... magari i produttori di filamenti ? ... o bisogna andare per tentativi e sperare ?)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up