Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 164768 times) previous topic - next topic

menniti

Forse ci siamo  :)
Difetto aderenza al vetro riscaldato: risolto con allineamento piatto, sostituzione dell'elemento di regolazione dell'asse Z, temperatura 55 °C; il fondo ora viene piatto, uniforme e a "specchio";

Difetto di shift dei layer: risolto con dimezzamento della velocità di infill e riduzione al 60% della velocità di bridge; ho fatto svariate prove, ogni volta che lascio la velocità elevata all'infill puntualmente scarrella sul lato destro e sfasa i layer 

Difetto blobs and zit: risolto con una ventola aggiuntiva montata sul lato del primo estrusore (suggerimento del buon Cece) e opportunamente regolata in velocità, le stampa vengono perfettamente libere da sporgenze e lisce.

Solo che ora vorrei fare un tentativo generale che mi dimostri che va tutto benissimo senza interruzioni ne sbavavture. Per il momento vi ringrazio per la pazienza e la disponibilità.

menniti

Buonasera a tutti, ma tanto sono rimasto solo io..... :smiley-sweat:
Ho disegnato il mio primo lavoro con OpenScad e dopo la giornata e notata di ieri trascorse a testare, tarare, ricontrollare meccanica, elettronica, ecc. spero di essere arrivato ad un buon compromesso, almeno per ora.
La cosa che vorrei chiedervi è come mai da alcuni giorni (quindi chiaramente dopo aver variato qualche parametro) l'infill degli strati intermedi, quello "leggero" mi appare esageratamente "largo" come maglie. Vi allego un singolo layer. Invece l'infill pieno è sempre della stessa consistenza e va benissimo.
Il fatto è che il punto di unione tra i due anelli sarà soggetto a sollecitazioni notevoli e quindi secondo me non reggerà se riempito in questo modo per il 90% dei layer.

menniti

Buongiorno a tutti  :)
ieri sera è nata la mia prima creatura, dopo due aborti per distacco dal vetro, risolti aggiungendo il brim consigliato da Guglielmo ed unendo le due forcelle con uno strato alla base di 1mm che poi ho tagliato via; questi due interventi hanno praticamente incollato il pezzo al vetro.
Il nero col flash tende a peggiorare le immagini, però vi assicuro che le pareti sono esenti da effetti strani, ben solide e perfettamente lineari, comunque devo stamparne una versione bianca e lì vi renderete conto.
Ciò che mi dà soddisfazione è che ho iniziato ad imparare i rudimenti di OpenScad (ma mi ha molto aiutato il fatto di conoscere i principi della programmazione) e il disegno è tutto frutto del mio lavoro, partendo da zero.
Il segreto finale è stato il lavoro sulla meccanica, una lubrificata generale e soprattutto una ventola doppia di quella originale sugli estrusori, ma fissata sul pilastro di sinistra a circa 16-17cm da essi, limitando la velocità massima al 70% e lasciando fare il resto al programma, con le ultime impostazioni niente più warping, shift e blobs & zit. Mi rendo condo che ancora devo lavorare tanto per ottenere una qualità maggiore, ma il mio primo risultato è stato raggiunto, così com'è il pezzo è assolutamente utilizzabile e tanto basta.
Questo post è soprattutto per ringraziarvi per la pazienza che avete avuto aiutandomi con mille suggerimenti, tutti testati e poi selezionati, per il miglior rapporto qualità/velocità.
Al momento l'unico quesito che mi resta è quello del post precedente.

astrobeed

Direi che ci siamo come qualità, in effetti le foto col flash rendono l'oggetto più brutto di quello che è ed evidenziano cose che l'occhio non vede.
Per la questione infill allega lo script openscad che provo a generare il gcode con Simplify3D, così vediamo subito se è un problema di parametri di stampa oppure di come è disegnato l'oggetto e/o del relativo stl.
Scientia potentia est

menniti

Ciao, questa tua risposta non l'avevo vista, nel frattempo ho fatto diversi altri tentativi, comunque devo stampare qualcosa di più ampio per capire bene se è un problema, in effetti la stampa è decisamente meglio dell'anteprima video.... Finora ho fatto dieci ore di stampe senza intoppi o problemi quindi credo di aver raggiunto la base di partenza per passare alle rifiniture.
Ho imparato che è decisamente conveniente controllare prima della stampa il finecorsa Z, infatti posizionando l'estrusore al centro del piatto e premendo "Z home" spesso l'estrusore tocca sul piatto, d'altra parte una regolazione in cui passa a filo lo spessimetro a 0.1 mm dopo 2-3 ore di stampa a 180° con una ventola che manda costantemente aria qualcosa probabilmente incide. Comunque il mio nuovo sistema di regolazione è semplice, quindi basta un leggero ritocco di cacciavite ed è tutto ok.
Ora il mio primo miglioramento vorrebbe essere quello del top layer, in quanto la base, ormai stabilmente incollata al vetro, viene liscia e brillante, quasi a specchio, ma il top presenta le striature in base alla forma dell'oggetto; volevo capire se esiste un comando che possa chiudere la stampa con un "coperchio" uniforme, come quello della base, che non so se è standard o per effetto del brim.
Ho testato un comando top layer ma i diversi valori incidono separatamente sulle sezioni rettangolari e su quelle circolari, quindi non ottengo comunque l'uniformità che vorrei. Suggerimenti?
PS: da oggi mi metterò al lavoro per montare la scheda di controllo in un contenitore, ho trovato un modellino della Velleman che è perfetto per le mie esigenze :)

gpb01

Il top-layer, non essendo come il bottom poggiato su un vetro, NON verrà ovviamnete MAI liscio come esso e si vedranno comunque sempre le righe dell'estrusione.

Miché ... mica stai a fa' scatole con gli stampi, stai a fa' scatole con UN FILO di plastica fuso che si appiccica al filo adiacente ed al filo superiore ... ricordatelo sempre !!!  :smiley-mr-green: :smiley-mr-green: :smiley-mr-green:

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

menniti

 :smiley-yell:  :smiley-yell:  :smiley-yell:
No, mi sono spiegato male, io non voglio avere l'effetto lucido della base, ma semplicemente avere una striatura uniforme (p.es. la rectilinear a 45°) su tutto il top layer, invece le parti rettangolari hanno questa striatura e sono circoscritte da "solchi", poi le parti circolari hanno una striatura circolare e hanno anche loro i solchi di separazione, insomma sembrano tanti pezzi con copertura diversa messi assieme, possibile che non esista un comando che permette di fare una cosa del genere? Eppure non mi pare una cosa difficile.
Ora potrei sbagliarmi, devo controllare gli ultimi oggetti, ma quello che chiedo io non avviene regolarmente sul 1° layer, per garantire una perfetta adesione al piatto? Cioè il primo strato non è realizzato riempiendo tutto l'interno con la stessa striatura a 45°?

Etemenanki

Il top-layer, non essendo come il bottom poggiato su un vetro, NON verrà ovviamnete MAI liscio come esso e si vedranno comunque sempre le righe dell'estrusione.

Miché ... mica stai a fa' scatole con gli stampi, stai a fa' scatole con UN FILO di plastica fuso che si appiccica al filo adiacente ed al filo superiore ... ricordatelo sempre !!!  :smiley-mr-green: :smiley-mr-green: :smiley-mr-green:

Guglielmo
... mi hai fatto venire un'idea talmente cattiva da poter essere quasi definita diabolica ...

... aggiungere in un diverso punto del carrello portaestrusore una fresettina "a pallina" a stelo lungo, con relativo motorino, che alla fine della stampa si occupi di "rifinire" la superfice del pezzo dove serve ... che dici, e' sufficentemente cattiva da poter dare lo spunto a qualche produttore di farla sul serio ? ... :smiley-twist:
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

gpb01

...invece le parti rettangolari hanno questa striatura e sono circoscritte da "solchi"...
Striature, come una riga che va da un punto all'altro sono dovute al movimento dsella testa di stampa che striscia sulla superficie ...
... se guardi i vari link dei "problemi" che ti abbiamo passato sia io che Astro trovi la descrizione e ... alcune possibili soluzioni.

Se invece parli che la superficie viene fatta prima disegnado un triangolo da una parte, poi un trapezio da un'altra e così via sino a riempirla ...
... beh, c'è poco da fare, dipende dallo slicer che usi e dalla logica che hanno scelto per il riempimento delle superfici. Sempre in dipendenza dello slicer, possono esserci dei parametri per ovviare a ciò.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

gpb01

... mi hai fatto venire un'idea talmente cattiva da poter essere quasi definita diabolica ...
Ultimaker ha appena annunciato che il 18.10 rilascerà la Ultimaker 3 con NUOVE soluzioni tecnlogiche ... ::)

Sono curioso di vedere cosa si sono inventati ... magari qualche cosa hanno fatto, anche se dubito siano arrivati a cose così sofisticate :D :D :D

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

astrobeed

Scientia potentia est

menniti

Striature, come una riga che va da un punto all'altro sono dovute al movimento dsella testa di stampa che striscia sulla superficie ...
... se guardi i vari link dei "problemi" che ti abbiamo passato sia io che Astro trovi la descrizione e ... alcune possibili soluzioni.
Questa cosa ogni tanto mi capita e mi ero appunto ripromesso di vedere su quei due siti perché avevo intravisto un'immagine quando lottavo contro guai più importanti.....

Quote
Se invece parli che la superficie viene fatta prima disegnado un triangolo da una parte, poi un trapezio da un'altra e così via sino a riempirla ...
... beh, c'è poco da fare, dipende dallo slicer che usi e dalla logica che hanno scelto per il riempimento delle superfici. Sempre in dipendenza dello slicer, possono esserci dei parametri per ovviare a ciò.

Guglielmo
Sì parlavo proprio di questo; quindi per vedere una superficie "regolare" bisogna avere oggetti completamente circolari o completamente lineari; è una cosa stupida a mio parere, visto che sul lato inferiore lo prevedono ed è tutta un'altra cosa; quindi l'unica soluzione possibile, se la forma lo permette è stampare a testa in giù.

gpb01

...quindi l'unica soluzione possibile, se la forma lo permette è stampare a testa in giù.
... o cambiare slicer ... senza metterti a studiare Simplify3D, comincia a guardarti il più semplice Cura ... ::)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Etemenanki

... magari qualche cosa hanno fatto ...
Be', una soluzione alternativa che mi era venuta in mente era di piazzarci un'astina con al termine una sferetta riscaldata rivestita di teflon, per usarla per "lisciare" a caldo il materiale ... ma non ho idea di come realizzare fisicamente il rivestimento in teflon sulla sferetta (salvo che farlo produrre a livello industriale, a costi alti) ... la soluzione della fresettina invece, anche se "cattiva", sarebbe forse riproducibile anche a livello di privati ben attrezzati ...

Heheh ... se non ci fregano l'idea, potremmo brevettarla come unita' "combinata" priter 3D + rifinitore CNC ... :P :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

Buongiorno a tutti, per esigente tecniche oggi dovrò cimentarmi col terribile ABS  :smiley-roll-sweat: Suggerimenti da darmi?

Ieri ho stampato un pezzo alto 7 cm (7 ore totali), alla 5a ora di stampa perfetta purtroppo ho avuto nuovamente l'effetto shift, ma non ero lì a poter correggere al volo. Ora la domanda è questa: esiste un modo per stampare solo una porzione di layer avendo a disposizione il solo STL? sarebbe un bel risparmio di tempo e materiale.....

Infine, alcuni mesi fa Elettronica IN ha pubblicato un make per riconvertire il PLA usato in filo riutilizzabile, ma io non ho onestamente il tempo di andarmi a cercare tutto ciò che non forniscono, conoscete un qualche apparecchio già fatto o anche in kit completo che abbia le stesse funzionalità?

Go Up