Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 164762 times) previous topic - next topic

PaoloP

Non a caso BQ usa una ventola tangenziale, con relativo condotto. :D


Anche la FABtotum ha la ventola tangenziale.

menniti

Nella 3Drag c'è una ventolina 12V 4x4 messa direttamente sull'estrusore, come per la Ultimate; poiché ho aggiunto il secondo estrusore mi è diventata insufficiente per quello messo sul lato opposto, in quanto lì l'aria non arriva; piuttosto che stare a smontare mezzo mondo per aggiungere una seconda ventolina dall'altro lato ho provato a metterne una 6x6 sul pilastro sinistro, che in genere è sufficiente a raffreddare entrambi gli estrusori oltre a buona parte dello spazio circostante. L'unico problema è che, se è libera, l'aria tende a raffreddare in modo disomogeneo anche il piatto di vetro, con conseguenti problemi di distacco o di warping. Invece con il convogliatore lavora perfettamente.

astrobeed

La ventola non serve per raffreddare gli estrusori, anzi guai se lo fa, serve per far solidificare rapidamente il filo estruso, il getto deve essere concentrato sul layer, non sull'estrusore.
Scientia potentia est

menniti

Si naturalmente, era per capirci sulla direzione, infatti nel mio caso punta esattamente sotto i due estrusori, certo è impensabile credere che agli estrusori non arrivi qualcosa ma, come dice ETEM, non stiamo parlando di turbine, il flusso d'aria è quello che è e la ventola si trova a circa 20cm dal centro del piatto; comunque io non sto avendo più problemi, specialmente da quando ho risolto definitivamente la regolazione "Z", con una rondella di ferro filettata che mio fratello ha magicamente creato col suo tornio.


menniti

secondo me va fatto con materiale serio, altrimenti al minimo si deforma e probabilmente fonde se, come sembra, è agganciato direttamente alla struttura dell'estrusore.
Ma quello sdoppiamento significa che raffredda anche il circuito di passaggio del filo?

vinsub

La mia stampante, 3drag 1.0, ha 2 ventole, una fornita dal fornitore dell'hotend, che raffredda subito sopra l'estrusore, la seconda punta sul materiale estruso. Alla fine ho preso il filo Plastink pla nero, devo dire che per ora non si spezza come l'esun, lo estrudo a 220 gradi come sugerito da plastink, è più resistente alla rottura, ma forse perché l'esun lp stampavo tra 200 e 210.
Ciao

menniti

Vinsub, fammi capire una cosa perché sono interessato alla questione rotture, avendo realizzato dei pezzi di ricambio per mio fratello per i quali è previsto un fissaggio mediante dado e bullone; in effetti ho avuto delle rotture anche se negli spigoli vivi, che poi ho arrotondato, come mi è stato spiegato.
Il punto è secondo te maggiore è la temperatura e minore è la possibilità di rottura? Io dappertutto ho letto che il PLA richiede 180-200° e stampo regolarmente a 185°, a che tipo di problema vado incontro secondo te?
Ovviamente il quesito è in generale rivolto a tutti, sono molto interessato alla cosa.

vinsub

Ho visto un test su youtube nel quale stampavano da 200 a 260 gradi mi pare, poi rompevano i pezzi e la resistenza maggiore era sul pezzo stampato a 260. Secondo me se stampi ad una temperatura più alta gli strati si "appiccicano" meglio, però io ho all'attivo una 50ina di stampe, non so.

menniti

@ vinsub: ok grazie, se continuo ad avere problemi anche senza angoli vivi proverò ad aumentare la temperatura.

@ Vespucci: ho testato il tuo file, è decisamente migliore del mio conico, dal quale non esce nulla, ma il flusso è minore della mia piramide tronca con le alette dritte. Tutto sommato converrebbe continuare a tentare la realizzazione della piramide più ampia anche se, francamente, non so che aumento posso avere, peraltro la mia ventolina è una Cooler Master da 0,23A con ben 9 alette, quindi non so che aumento posso aspettarmi, forse non vale la pena insistere fino a che non ne avrò reale necessità. Tanto per darti qualche indicazione, secondo me bisognerebbe portare il cono fino alla punta attuale e da lì far partire il nuovo cilindro; in questo modo aumenta la camera interna di volume, l'impatto dell'aria appena entrata è inferiore ed il cilindro finale aumenta di diametro, tutti fattori che dovrebbero migliorare il flusso.
Comunque personalmente al momento non faccio più prove, va bene così, grazie.

Vespucci

Ok Michele .... siccome avevo anche io intenzione di fare una cosa tipo la tua per la mia 3d, e dato che oltre l'hobby/passione per Arduino o elettronica in genere (anche se il tempo che le posso dedicare è sempre meno), mi sono preso la briga anche di imparare un po di cad per quello che si può da autodidatta e tempo disponibile . Faccio un po' di prove sulla mia, e poi ti informo se trovo una soluzione.
Comunque sappi che per me è un piacere dare nel mio piccolo, un aiuto ai vecchi utenti del forum che con pazienza rispondevano ai miei post , anche alle cose più assurde che mi venivano in mente quando sono entrato sul forum da persona con zero nozioni di questo mondo (figurati lavoro nel Rep.Ortofrutta Coop).

P.s: sicuramente farò ancora delle domande assurde

Etemenanki

Cosa ne pensate?
--> http://www.thingiverse.com/thing:839620
...
Penso che sembra quasi elegante, e che con un paio di modifiche all'interno ed una ventolina diversa da quella nelle immagini potrebbe perfino funzionare bene ... pero' penso anche che se non usi una ventola con pressione differenziale piu elevata di quella e se non metti dei settori ad alette all'interno, anche in quello succedera' come il problema di Michele, che si vede tornare indietro meta' dell'aria ...

Inoltre mi viene un dubbio, ma e' un dubbio da non-utente di stampanti 3d, quindi forse la mia idea e' sbagliata ... pero', dato che suppongo che il supporto con il passaggio del filo DEBBA essere sempre tenuto alla temperatura piu bassa possibile, mentre invece magari alcune plastiche potrebbero richiedere (qui tiro ad indovinare, non ne sono sicuro, ma a naso ...) un flusso d'aria piu basso o piu alto per avere una buona stampa ... allora forse avere una sola ventola, che se devi ridurre il flusso sullo stampato ti riduce anche quello che raffredda il passafilo, potrebbe non essere un'idea cosi buona ... ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

doppiozero

Avete mai avuto problemi di spostamenti indesiderati sugli assi x e y?

Esempio: nel bel mezzo di una stampa, apparentemente a caso, il piatto o l'estrusore si spostano di qualche cm fuori dal pezzo e il filamento non viene più estruso. Dopodichè ritorna tutto in ordine e la stampa riprende. Non un grosso problema tranne il fatto che a volte lo spostamento è talmente grande che l'estrusore arriva a fine corsa e il motore perde dei passi, col risultato che il pezzo è da buttare.

Io sospetto che sia qualche bug in Octoprint ma non ho trovato info a riguardo.. stampando da sd non ricordo di aver avuto questi problemi.

astrobeed

Il problema dello spostamento dell'estrusore fuori dal pezzo è legato al software di slicing, mi è successo diverse volte quando usavo Slic3r con Repetier Host, da quando uso Simplify3D mai più successa una cosa simile.
Però con Octoprint non ho ancora provato a stamparci, lo ho usato solo per vedere cosa fa la stampante quando sono fuori casa, stampa avviata in locale da SD, è troppo figo far vedere agli amici, mentre si prende il caffe al bar, la stampante al lavoro. :D
Scientia potentia est

Y888099

io ho una soluzione simile sui pannelli fotovoltaici
serve per sapere quando e' il momento di pulirli

per le stampanti 3d, c'e' da fare qualche pulizia?
Et voilà le jeux

Go Up