Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 164920 times) previous topic - next topic

astrobeed

Premesso che io la stampante 3D non la lascio mai incustodita per più di 15 minuti, giusto il tempo di prendere un caffè al bar, in tutti i casi sotto al mobiletto dove è appoggiata c'è un estintore pronto all'uso, ho visto troppe foto di stampanti 3D che hanno preso fuoco.
Scientia potentia est

Etemenanki

... attaccalo ad un'elettrovalvola collegata al rivelatore di fumo ... :D



(pero' non metterlo in rete insieme alla telecamera ... "... aspetta, ti faccio vedere la stampante in funzione sul cellulare ... ma che e' tutta sta schiuma bianca sull'obbiettivo ? ... opporca, ho inviato il comando sbagliato ..." ... :D :D :D)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

ETEM, tranquillo, lascia perdere, se hai bisogno di qualcosa chiedi e ti sarà fatta, se devi finire in manicomio per una 3D davvero non ne vale la pena, ma comunque la questione incendio era chiusa, ora qui il problema era la carbonizzazione dell'estrusore :smiley-mr-green:

astrobeed

.. aspetta, ti faccio vedere la stampante in funzione sul cellulare ... ma che e' tutta sta schiuma bianca sull'obbiettivo ? ... opporca, ho inviato il comando sbagliato ..."[/i] ... :D :D :D)
Tocca chiedere a Tartarotti se ci fa una vignetta con questo testo, sarebbe perfetta per il suo stile. :D
Scientia potentia est

Etemenanki

... carbonizzazione dell'estrusore :smiley-mr-green:
Della plastica, intendi ? ... eh, si, in quel caso sono migliori gli estrusori che usano i beccucci rimovibili (che poi chissa perche' assomigliano in modo sospetto agli ugelli del gas dei fornelli da cucina :D) ... almeno, se non riesci a ripulirlo, lo sostituisci senza dover cambiare l'intero blocchetto riscaldatore ...

Che poi quello intasato lo si puo mettere in un vasetto di vetro immerso nella trielina/solvente/acetone/trinitrotoulene/quelloche funzionameglio, e lasciarcelo tutto il tempo che serve ... :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

astrobeed

Il problema è che se carbonizzi il pla è facile che si rovina il foro dell'ugello, su quasi tutte le stampanti è possibile cambiare solo lui.

Sul mercato si trovano facilmente vari modelli di ugelli, con vari diametri e varie filettature per il montaggio, per le stampanti più diffuse.

Scientia potentia est

vinsub

Ciao a tutti, ho un problema con dei pezzi da stampare, ne ve della mia vita! in pratica nei layer dove è presente sia un supporto che una parte del pezzo vero, quest'ultima ha la consistenza del supporto, è trasparente e fragile, potrebbe essere un problema di ritrazione? Questa è 2 mm velocità 50 mm al secondo. Mentre mi rispondete faccio una prova senza ritrazione. Uso Cura su repetierHost, 3drag 1.0. Grazie

As_Needed

... attaccalo ad un'elettrovalvola collegata al rivelatore di fumo ... :D



(pero' non metterlo in rete insieme alla telecamera ... "... aspetta, ti faccio vedere la stampante in funzione sul cellulare ... ma che e' tutta sta schiuma bianca sull'obbiettivo ? ... opporca, ho inviato il comando sbagliato ..." ... :D :D :D)
:smiley-yell:  :smiley-yell:

Oppure magari: aspetta ti faccio vedere la stampante... opporca prende fuoco tutto!!!! e intanto tu che premi l'altro tasto per lanciare schiuma :D

vinsub


menniti

Senza ritrazione va, ma i supporti sono duri da staccare!
Astrobeed ha spiegato più volte che i supporti creati da Repetier Host sono pessimi e difficili da eliminare; io li ho disabilitati e mi sono sbalordito nel vedere come la stampante riesca a stampare materiale nel "vuoto" fino a circa 60°, quindi se la tua situazione non è così drammatica prova a toglierli. Oppure vedi se è possibile disporre il pezzo sul piatto in modo da evitare il più possibile la formazione di angoli nel vuoto.
La ritrazione non dovrebbe incidere sulla qualità della stampa, semmai la percentuale di riempimento, oppure hai l'estrusore troppo lontano dal piatto, il valore ideale oscilla tra 0,1 e 0,15 mm.

astrobeed

Arrivare fino al 60° di inclinazione è normale, su thingverse c'è un apposito stl di test, stampa una serie di figure con angolo crescente, mi pare da 20° fino a 75°, che permette di valutare la massima inclinazione stampabile con la propria stampante, in particolare ottenere il valore massimo senza peggioramento della qualità, tipicamente non oltre 45°, da usare per l'esterno, e quello con un piccolo peggioramento della qualità, tipicamente anche fino a 65°, che va bene per le parti interne non visibili.
Scientia potentia est

astrobeed

Il problema supporti con Slic3r e Cura, ma anche con altri slicer free, è che non è possibile staccarli senza tagliarli fisicamente con a seguire un grosso lavoro di carteggiatura, a meno di non usare una stampante a doppio estrusore e stampare i supporti in HIPS per poi farlo sciogliere dentro il limonene (che non è una varietà di limoncello :) )
Scientia potentia est

menniti

Il problema supporti con Slic3r e Cura, ma anche con altri slicer free, è che non è possibile staccarli senza tagliarli fisicamente con a seguire un grosso lavoro di carteggiatura, a meno di non usare una stampante a doppio estrusore e stampare i supporti in HIPS per poi farlo sciogliere dentro il limonene (che non è una varietà di limoncello :) )
Nei giorni scorsi da qualche parte ho letto che esiste un materiale, da usare come supporto, che si scioglie nell'acqua.

Etemenanki

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

PaoloP

Arrivare fino al 60° di inclinazione è normale, su thingverse c'è un apposito stl di test, stampa una serie di figure con angolo crescente, mi pare da 20° fino a 75°, che permette di valutare la massima inclinazione stampabile con la propria stampante, in particolare ottenere il valore massimo senza peggioramento della qualità, tipicamente non oltre 45°, da usare per l'esterno, e quello con un piccolo peggioramento della qualità, tipicamente anche fino a 65°, che va bene per le parti interne non visibili.
--> http://www.thingiverse.com/thing:40382

Go Up