Go Down

Topic: [OT] Stampa 3D per tutti ... novità, curiosità, amenità, chiacchiere varie (Read 164898 times) previous topic - next topic

nid69ita

PETG vs. PLA
Ho preso il petg da reprapworld 
I pezzi direi sono resistenti più del PLA e sono più "flessibili". Mi pare quindi meglio, come diceva @astro.  Non ho l'ABS quindi non posso fare paragoni.
Temperatura, astro il suo PETG estrude a 225°,   questo provato a 220° estrude ma non si "attaccano" tra loro gli strati. Provato a 240° okay, fa però un pò di "bave" di filo ogni tanto. Su sito suggeriscono 230-250° mentre nella scatola suggeriscono 190-245° (bel range !!) e per il PLA 190-210° (io estrudo a 210°).  
Farò ancora tentativi a 230 e 235.
Domanda, per le ventole (cooling) ho lasciato come per il PLA 1° layer ventole 0 e poi 100%, che ne dite ?
my name is IGOR, not AIGOR

menniti

Se gli spari aria forte mentre esce già con difficoltà ovvio che raffreddi il materiale e non attacca, prova a ridurre al 50% o anche meno, magari prova a lasciare 3-4 strati a 0 e vedi cosa succede.

astrobeed

Domanda, per le ventole (cooling) ho lasciato come per il PLA 1° layer ventole 0 e poi 100%, che ne dite ?
Con il PETG se vuoi la massima aderenza tra i layer stampa senza ventola, se vuoi il massimo dettaglio stampa come per il PLA, ventola off al primo layer, on per tutti gli altri layer.
Sulla Ephestos 2 la ventola è gestita esclusivamente on/off perché il getto d'aria è ottimizzato tramite ventola tangenziale e diffusore che punta esclusivamente sul filamento posto sul piatto e non sul hot end.
Se serve il firmware della Hephestos 2, è una versione custom di Marlin, può decidere di rallentare, o spegnere, la ventola in base a cosa sta stampando, pertanto è normale che occasionalmente la ventola rallenti, o venga spenta, per brevi periodi.
La ventola che raffredda il corpo dell'estrusore viene accesa/spenta automaticamente quando la temperatura del hot end è maggiore/minore di 50°, mai spegnere la stampante quando la temperatura del hot end è maggiore di 70°, si rischia di intasare l'hot end con del filamento parzialmente sciolto.
Sarebbe cosa buona e giusta far lavorare la stampante sotto UPS, ne basta uno da 200W, in modo da evitare di perdere ore di lavoro per un piccolo salto della rete AC e per evitare di dover smontare l'hot end per cambiare il tubetto in PTFE perché se va via la corrente per più di 20-30 secondi è una certezza che si intasa.
Nel caso l'interruzione della rete AC si protrae a lungo, quanto dipende dall'autonomia del UPS,mentre la stampante lavora, è bene interrompere la stampa manualmente in modo da far partire la procedura di raffreddamento forzato dell'hot end.
Scientia potentia est

astrobeed

Se gli spari aria forte mentre esce già con difficoltà o
Dipende da come la "spari" l'aria. :)
Sulla Hephestos 2 il getto non è sul hot end, è verso il filamento già estruso e deposto sul piano, poi come usare la ventola dipende dal tipo di filamento, con il PLA spenta sul layer 0, attiva su tutti gli altri layer, con l'ABS sempre spenta, etc.
Scientia potentia est

nid69ita

Con il PETG se vuoi la massima aderenza tra i layer stampa senza ventola, se vuoi il massimo dettaglio stampa come per il PLA, ventola off al primo layer, on per tutti gli altri layer.
Secondo te, a stima, senza ventole la temperatura potrei provare anche io a 225° invece che a 240° ma con ventole dal secondo layer ?
my name is IGOR, not AIGOR

doppiozero

Quote
Se è il tuo primo multirotore [...]
grazie dei consigli, in realtà è il primo quadri semi-serio, nel senso che fino ad ora ho svolazzato con un jjrc h31, un giocattolino. Ho preso un Tarot 130 versione ARF quindi ho dovuto prendere a parte radio e ricevente. Aspetto solo il corriere :D

Quote
Trovi tutti i dettagli nel regolamento ENAC, edizione 2 emendamento 2 del 22/12/2016, sezione VII (Aeromodelli), art. 35.
me l'ero gia letto (e riletto) più volte ma non ho mai controllato se sono dentro qualche CTR. Mal che vada allestirò una pista fpv tra il salotto e la cucina  :smiley-mr-green:  :P

Tornando in tema: il PETG soffre di invecchiamento come "in teoria" PLA?  In teoria, perchè ho matasse da +6 mesi e per ora non noto nulla di strano o rotture anomale

menniti

Dipende da come la "spari" l'aria. :)
Sulla Hephestos 2 il getto non è sul hot end, è verso il filamento già estruso e deposto sul piano, poi come usare la ventola dipende dal tipo di filamento, con il PLA spenta sul layer 0, attiva su tutti gli altri layer, con l'ABS sempre spenta, etc.
Consideriamo però che l'aria "compressa" non viaggia come un laser, in base alla distanza dall'obiettivo si allarga a cono e la distanza tra l'uscita dell'estrusore e l'oggetto in stampa è di 0,qualcosa, per quanto possa essere puntata in basso, anche di alcuni mm, a mio modesto parere inevitabilmente "colpisce" il filamento in estrusione, ed a questo punto i fattori di disturbo sono due:
1 - la quantità di aria che viene inviata
2 - la temperatura ambiente
Questo secondo fattore, inizialmente trascurato, ma con cui ho dovuto fare i conti per ottenere stampe praticamente perfette con l'ABS, ha una incidenza notevole sul comportamento del materiale in raffreddamento, ma sempre in relazione alla quantità del getto di aria.
Con l'ABS NON si deve spegnere la ventola completamente, è un errore, anche su questo parlo per esperienza; il materiale estruso ad oltre 200°, prima di scendere sotto la temperatura di fusione ci mette molto, e nel frattempo gli strati superiori esercitano una pressione tale da provocare lo schiacciamento degli strati inferiori, si ha l'effetto "spanciamento", in pratica il materiale viene spostato verso le pareti esterna ed interna e si ha un affossamento nella zona centrale.

EDIT: sia ben chiaro che non voglio assolutamente spacciarmi per maestro, sono un utente neofita e ignoro moltissime cose, solo che ho avuto la necessità di risolvere un problema a mio fratello ed ho dedicato tutto il tempo in quell'unica direzione, riuscendoci, dopo aver abbandonato il PLA, con cui ho ottenuto stampe ottime ma fragili, sono riuscito a ripetermi con l'ABS, superando il limite del PLA, non ho mai usato il PET-G, ma sinceramente avendo una quindicina di kg tra PLA e ABS non ho al momento voglia di spendere altri soldini. Peraltro ormai è più di un mese che non stampo niente, ormai se ne riparla in primavera.

Etemenanki

... mi fate quasi venire in mente che sarebbe meglio costruirsi un convogliatore d'aria "intorno" all'estrusore, ma distante almeno 3 o 4 cm da esso ... in modo che l'aria vada sul filamento, ma solo ad una certa distanza dall'estrusore ...

Teoricamente una cosa simile dovrebbe permettere al materiale caldo di fondersi su quello sottostante, in modo da garantire una buona adesione (perche' per qualche cm non c'e' troppa aria), ed allo stesso tempo raffreddare quello intorno per evitare "spanciamenti", ma solo dopo un certo tempo ... torna come ragionamento teorico ?
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

menniti

Su thingiverse ce ne stanno moltissimi tipi, io stesso ho fatto qualcosa di simile ma la mia ventola è posizionata a 15cm dall'estrusore, quella posta a un paio di cm al momento l'ho abolita, in realtà perché si trova accanto all'estrusore n.2 che al momento uso pochissimo, dovrei rismontare e ritarare tutto per metterne una anche sul primo, francamente al momento non ne ho alcuna voglia  :smiley-sweat:  :smiley-sweat:

gpb01

Questa è la mia UM2 ...



... il convogliatore dei due ventilatori credo di averlo scaricato da YouMagine

Come si vede l'aria viene convogliata direttamente sul pezzo a pochi cm.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

menniti

Questa è la mia UM2 ...

... il convogliatore dei due ventilatori credo di averlo scaricato da YouMagine

Come si vede l'aria viene convogliata direttamente sul pezzo a pochi cm.

Guglielmo
In questo caso capisco cosa intendeva dire Astro che mi pare abbia la tua stessa stampante. L'orientamento del getto d'aria, aiutato dal convogliatore, punta quasi tutto sul pezzo e l'influenza sull'estrusore credo sia minima, se non assente del tutto, anche perché le due ventole sono piccole.

Ecco, sul sito che hai indicato c'è questo bellissimo sistema di aria-laser

astrobeed

In questo caso capisco cosa intendeva dire Astro che mi pare abbia la tua stessa stampante.
Si adesso ho pure io una UM2, però Nid ha la mia ex Hephestos 2 e anche lei ha un sistema di convogliamento dell'aria sul pezzo fatto molto bene, non è come sulla tua 3Drag che di serie arriva con una ventolina senza nessun diffusore.

Rendering 3D dell'estrusore completo della Hephestos 2 dove si vede bene come è fatto il diffusore dell'aria.



Foto dell'estrusore dove si vede la ventola tangenziale che fornisce il flusso d'aria.

Scientia potentia est

gpb01

Una bella morsa da banco per tenere piccoli oggetti ... :)


... il tutto scaricabile da QUI e QUI un video di presentazione ed alcune spiegazioni sulla stampa.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

gpb01

>Astro:   ... stavo ripercorrendo le varie pagine di questo thread e ... molte delle immagini che hai messo su http://www.mdaproject.it/ NON sono più accessibili (DNS address could not be found) ... puoi sistemare ?

Grazie.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

menniti

Simpatica, peccato che sia utile solo per la saldatura, se cominci a lavorarci con l'aria calda a 250°C minimo diventa un ammasso di plastilina quel giocattolo.
Tu che sei un estimatore delle cose "serie", con meno di 15 euro prendi un sistema come si deve, tutto in metallo, regolabile in ogni direzione, ruotabile, davvero la perfezione per lavorare sui PCB, sia in work che in rework.

EDIT: trovato link molto più economico, corretto.

Go Up