Go Down

Topic: Costruzione Orologio a led da parete - guida per dummies (Read 75709 times) previous topic - next topic

Etemenanki

Per pilotarci solo qualche led oppure i display piccoli, puoi tranquillamente usare l'alimentazione dall'USB ... calcola solo le resistenze da mettere in serie ai segmenti in modo che, con tutti ed 8 i segmenti accesi (di un solo display, perche' in multiplexer sara' acceso solo uno alla volta), ed incluso ovviamente il consumo di arduino, l'assorbimento complessivo non ti superi la corrente massima disponibile (dovrebbero essere 500mA, ma tu considerane 400, perche' alcune usb sono un po critiche) ... comunque anche stando abbondanti, piu di 15mA per segmento non dovrebbero servire, quindi direi che con 150 ohm (5V, meno le cadute sui transistor e quella interna dei led rossi, quindi 2.3/0.015=153.3periodico, arrotondato a 150 che e' valore standard) ci si sta abbondantemente dentro ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Etemenanki

#91
Nov 09, 2016, 11:59 am Last Edit: Nov 09, 2016, 12:02 pm by Etemenanki
Allora, seconda versione dello schema, riveduto, corretto, ricotto e confezionato sottovuoto (:P), modificato secondo quanto chiesto da Claudio_F (tu e le tue modifiche, mi e' servito un sacco di tempo per ridisegnarlo ... quasi 10 interi minuti :P :D) ...

L'ho disegnato in due sezioni, dato che poi alla fine probabilmente dovrai montarlo in due parti, display ed elettronica, cosi ho gia previsto la cosa con due connettori ... la sezione display, per le prove, la puoi collegare volante su una breadboard (con le resistenze da 150 per i segmenti, che poi nella versione definitiva non ci saranno perche' se usi le strip o fai le sezioni, quelle avranno gia le loro) ...

Ho invertito l'ordine dei display come diceva Claudio ed usato il pin 7 del primo shift per i punti lampeggianti di separazione ... nota: il +12 serve per quelli, lato display, il vcc ed il gnd non servono, ma li ho messi lo stesso sul connettore, perche' potrebbe venirti voglia di metterci qualcos'altro in futuro, ed averli gia predisposti non fa mai male ;)

Unica cosa da considerare, se scegli di usare le sezioni di strip per il display definitivo, i BC327 non sono sufficenti ed andranno sostituiti con transistor che reggano un po piu corrente, mentre i 337 dei segmenti, se ogni segmento non assorbe piu di 350 / 400 mA, sono invece sufficenti ... da tenere in considerazione nel fare il montaggio, se poi vuoi tenerlo come definitivo ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ghezzia

Eureka!!!
è arrivato il kit e la UNO ho iniziato a sperimentare... ed ho 2 buone notizie:

la prima è che sono ancora vivo e non ho fatto danni strutturali alla casa :P

la seconda è che sono riuscito a far lampeggiare un led (cambiando anche la frequenza di lampeggio) e ad accendere un led schiacciando un pulsante :D... lo so, sono uno dai facili entusiasmi

Ora inizio a studiare gli schemi che avete gentilmente creato per l'orologio poi inizierò ad assemblare il primo test...
solo una cosa per la quale ho trovato difficoltà ed è riconoscere la portata (non so se si dice così) delle resistenze nonostante nel kit ci sia un fantastico adesivo che dovrebbe aiutarmi... sapreste indicarmi un sito/tutorial/libro/università che possa insegnarmi? :)

Edit: ho dimenticato di dirvi che dentro al kit c'è anche un dot-matrix display che mi sembra anche più carino dei display a 7 segmenti. Pensate costino tanto quelli della misura di cui necessito io? Complicherebbe ulteriormente la gestione del circuito?

Buonanotte

Alex

Etemenanki

A parte che ti complicherebbero la vita di parecchio ... credo siano ancora oltre i 35/40 Euro a pezzo, grandi come i display che potresti realizzare invece con le strip (sempre a riuscire a trovarli, perche' di solito di quella grandezza ne fabbricano per uso professionale, segnaletica, insegne, e cosi via, ma nel mercato hobbystico non e' che li trovi tanto facilmente)

Un suggerimento ... se realizzi la parte dell'elettronica su una millefori, usane meta' e lasciane un pezzo libero ... cosi se in un secondo tempo vorrai fare tutto "standalone" con la sola MCU (senza cioe' lasciarci collegato arduino) avrai gia lo spazio necessario a montare il resto dei componenti sulla stessa schedina ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ghezzia

A parte che ti complicherebbero la vita di parecchio ... credo siano ancora oltre i 35/40 Euro a pezzo
ecco appunto... rimaniamo sulle Strip che mi sembrano sicuramente più gestibili ;)

Un suggerimento ... se realizzi la parte dell'elettronica su una millefori, usane meta' e lasciane un pezzo libero ... cosi se in un secondo tempo vorrai fare tutto "standalone" con la sola MCU (senza cioe' lasciarci collegato arduino) avrai gia lo spazio necessario a montare il resto dei componenti sulla stessa schedina ;)
Grazie del suggerimento, terrò sicuramente presente dal momento che vorrei tenermi Arduino per altro...

Vi tengo aggiornati sull'evoluzione, anche se sicuramente avrò ancora bisogno di voi in corso d'opera :)

Etemenanki

A proposito, cosa intendi con "portata" delle resistenze ? ... il valore in ohm o la potenza dissipabile ?
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ghezzia

la sezione display, per le prove, la puoi collegare volante su una breadboard (con le resistenze da 150 per i segmenti, che poi nella versione definitiva non ci saranno perche' se usi le strip o fai le sezioni, quelle avranno gia le loro)
Quindi in fase di test utilizzando i piccoli display messi a disposizione dal KIT devo collegare una resistenza da 150 su ogni segmento?

usato il pin 7 del primo shift per i punti lampeggianti di separazione ...
Il primo Shift è quello in alto nello schema? se si, io vedo i punti collegati al primo e secondo PIN.... magari sono io faccio fatica a leggere lo schema :)

A proposito, cosa intendi con "portata" delle resistenze ? ... il valore in ohm o la potenza dissipabile ?
Si era il valore in ohm... ma ho trovato un simpatico sito sul quale inserendo i colori ti calcola direttamente il valore in ohm :)

Grazie
Alex

Etemenanki

#97
Nov 10, 2016, 11:50 am Last Edit: Nov 10, 2016, 11:51 am by Etemenanki
Il "primo" e' quello sotto ... cioe' il primo della catena, quello collegato direttamente ad arduino ... il secondo, quello sopra, e' "in serie" (pin di uscita dati del primo collegato all'ingresso seriale del secondo) ;)

Al secondo sono collegati i transistor che pilotano gli anodi dei 4 display

Mi riferisco all'ultimo schema che ho modificato secondo le indicazioni di Claudio, non al primo che avevo postato ... quello allegato in due parti al post #91 ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

claudio_f

Quote from: ghezzia
solo una cosa per la quale ho trovato difficoltà ed è riconoscere la portata (non so se si dice così) delle resistenze
Strano che nel kit abbiano messo le E24 con tolleranza 1% (cinque anelli) invece delle più classiche E12 al 5% (quattro anelli e più semplici da leggere). Normalmente la tolleranza è l'anello più distaccato, ma vedo delle foto come questa in cui non si capisce se si sta guardando una R da 11MΩ o da 1500Ω, credo ci si debba aiutare un po' col tester:



Quote
c'è anche un dot-matrix display che mi sembra anche più carino dei display a 7 segmenti. Pensate costino tanto quelli della misura di cui necessito io? Complicherebbe ulteriormente la gestione del circuito?
Dal punto di vista hardware, se si volesse lavorare in multiplexing, sarebbe equivalente a pilotare 32 cifre a 7 segmenti invece di 4, comandando 8 gruppi di 4 display accesi contemporaneamente (8 righe per 32 colonne). Per questo ci sono apposite schedine con MAX7219.

Quote from: Etemenanki
Ho invertito l'ordine dei display come diceva Claudio ed usato il pin 7 del primo shift per i punti lampeggianti di separazione
mi aggrada... anche se il display 10h è sempre comandato dal pin 15 (uscita QA), ma è una sottigliezza, basta pensare al contrario l'array dei valori orari o l'indice, che io avevo pensato così:

displ        10h      1h     10m      1m      

indice        0       1       2       3

1<<indice    0001    0010    0100    1000

out 2°595    ABCD    ABCD    ABCD    ABCD

ghezzia

Il "primo" e' quello sotto ... cioe' il primo della catena, quello collegato direttamente ad arduino ... il secondo, quello sopra, e' "in serie" (pin di uscita dati del primo collegato all'ingresso seriale del secondo) ;)

Al secondo sono collegati i transistor che pilotano gli anodi dei 4 display

Mi riferisco all'ultimo schema che ho modificato secondo le indicazioni di Claudio, non al primo che avevo postato ... quello allegato in due parti al post #91 ...
Si lo schema è l'ultimo che hai postato (esempio-cabl-orol-2b.png), ora mi è chiaro che il primo shift è quello sotto... solo che io i due punti li vedo collegati al PIN 8 qui :). I primi sette sono per i segmenti delle cifre.

Altro quesito:

Secondo voi è meglio utilizzare una millefiori per ogni cifra (il che comporterebbe comunque capire come inserirci i due punti centrali in modo "estetico") oppure è meglio utilizzarne una già grande che possa contenere tutti i componenti dell'orologio?

claudio_f

#100
Nov 10, 2016, 12:27 pm Last Edit: Nov 10, 2016, 04:45 pm by Claudio_F
Quote from: ghezzia
Secondo voi è meglio utilizzare una millefiori per ogni cifra (il che comporterebbe comunque capire come inserirci i due punti centrali in modo "estetico") oppure è meglio utilizzarne una già grande che possa contenere tutti i componenti dell'orologio?
Le dimensioni standard eurocard di una millefori (fori! NON FIORI :smiley-mr-green:) sono 10x16 centimetri.

zoomx

http://www.associazionemarconi.com/calcolo/codice_resistenze_elettriche_4.html
C'è anche una app per Android.

Per quanto riguarda i dot matrix esiste la possibilità di collegarne alcuni, non so il massimo, oppure di comprarli già più grandi. Esistono anche quelli RGB.
Cambiano le librerie ma in rete trovi di tutto.

Etemenanki

... anche se il display 10h è sempre comandato dal pin 15 ...
Basta invertire il collegamento ai pin ... oppure piu semplicemente quello sul connettore di uscita ;)



... li vedo collegati al PIN 8 qui :)...
... e' collegato al pin numero 7, che e' l'uscita numero 8 ... ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ghezzia

http://www.associazionemarconi.com/calcolo/codice_resistenze_elettriche_4.html
C'è anche una app per Android.
è esattamente quella che avevo trovato io... utile!

Per quanto riguarda i dot matrix esiste la possibilità di collegarne alcuni, non so il massimo, oppure di comprarli già più grandi. Esistono anche quelli RGB.
Cambiano le librerie ma in rete trovi di tutto.
In rete ho trovato questi mi sembrano una misura interessante , se ne comprassi 4.... Non preoccupatevi... non sto cambiando idea nuovamente :D

... e' collegato al pin numero 7, che e' l'uscita numero 8 ... ;)
Ecco!... grazie ancora ;)

Etemenanki

... delle foto in cui non si capisce se si sta guardando una R da 1.1MΩ o da 150Ω...

Appunto ... chi ha postato quella foto, ha messo proprio la resistenza a rovescio (anche se di poco, l'anello a sinistra e' piu distande di quelli a destra, quindi e' la tolleranza, e quella e' una R da 150 ohm ;))

Certo che anche chi le fabbrica potrebbe lavorare meglio, "impaccando" le striscie del valore, che non gli sarebbe costato nulla ... e se poi devi usare quelle a 6 bande, che includono anche il coefficente termico ? ... e vai di tester, che alla fine serve sempre ... :D
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up