Go Down

Topic: Componenti per realizzare sistema di rilevazione a passaggio veloce (Read 1 time) previous topic - next topic

bircastri

Buongiorno a tutti.

ho la necessità di sviluppare con arduino un sistema di rilevazione di auto da corsa (modellini di auto da corsa).

Ne ho fatto già uno con arduino, mi spiego meglio.

Ho installato su di una pista a 4 corsie (classiche piste "giocattolo", dove ogni auto ha il suo binario e non invade l'altro), dei sensori di luce in un punto specifico su ogni pista, quando la macchina transitava sopra, coprendo la luce, arduino poteva capire quale dei 4 sensori fosse stato scatenato. Tutto ok fin qui.

Adesso invece ho la necessità di implementare qualcosa di simile però su di un circuito con un unica pista di circa 1.5m di larghezza, dove le macchine, possono passare in qualsiasi punto della corsia (quindi un pò come avviene nelle gare realistiche).
Per tanto avrei la necessità di creare con arduino qualcosa che mi permettesse di capire quando le auto passano (ad esempio su di una linea specifica) che auto è passata.

Di quali componenti ho bisogno?

nid69ita

Non sono esperto, penso sia utile sapere a quale velocità, per darti indicazioni su quale sensore usare, visto che un sensore ha i suoi tempi di reazione.
my name is IGOR, not AIGOR

bircastri

ciao, grazie per la risposta. Considera che le macchine radiocomandate, in questione possono anche superare i 40km/h
quindi servirebbero dei sensori pronti

robypez

Credo che l'unica cosa che tu puoi usare è una line scan camera veloce.
Forse Arduino non è indicatissimo per il frame processing, ma se non hai le corsie fisse devi usare una camera che rileva il cambiamento di lettura su dei pixel in una specifica posizione (la linea appunto).

https://forum.arduino.cc/index.php?topic=104296.0

bircastri

grazie per la risposta,
onestamente non mi convince molto, credevo ci fosse qualcosa tipo l'utilizzo dei tag.
Metto su ogni auto un tag, quando passa la macchina rileva il sensore il codice di questo tag e quindi posso poi capire quale auto è passata.
ripeto a livello teorico... credo sia così...

brunello22

Quote
ripeto a livello teorico... credo sia così...
Esatto, a livello teorico.
In pratica a 40 km/h ( anche molto di meno ) non si riesce a riconoscere un TAG RFID

Etemenanki

Credo che l'unica possibilita', escludendo troppo costosi sistemi di processing delle immagini, sia usare trasmettitori attivi sempre in funzione, uniti ad un'antenna ricevente interrata e ad un sistema in grado di valutare in "tempo reale" l'intensita' del segnale di ogni singolo codice (quindi probabilmente serviranno anche frequenze diverse), in modo da rendere il tutto relativamente insensibile a letture incerte ...

Cerco di spiegarmi meglio ... mettiamo ad esempio che tre veicoli siano in pista, ognuno di essi ha a bordo un TX con una specifica frequenza, e che trasmette uno specifico codice (questo per rendere il sistema immune dalla captazione di frequenze uguali, se la frequenza "X" non ha associato il proprio codice identificativo "X" viene ignorata) ... a questo punto, e' sufficente che l'antenna, che dovra' essere una linea ricevente che copre l'intera larghezza della pista, leggera' le varie frequenze quando i veicoli ci passano sopra (dovra' quindi essere anche abbastanza INsensibile, in modo da leggere solo entro una distanza relativamente breve) ... l'intensita' del segnale avra' andamento "a piramide", con il massimo del segnale nel momento in cui la macchina passa esattamente sopra l'antenna, , per cui sara' abbastanza semplice ricavare l'istante esatto, che corrispondera' al punto con segnale piu forte ... inoltre, se il ricevitore avra' piu canali, uno per ogni frequenza, anche se piu di un neicolo passa "quasi" contemporaneamente, dovrebbe esere possibile ricavare l'ordine esatto di passaggio (cioe' distinguere quale era in anticipo rispetto all'altra) ...

Se poi si installa anche una fotocellula veloce, e' ancora meglio, il segnale che avra' il livello piu alto al momento del passaggio davanti alla fotocellula sara' per forza quello dell'auto piu avanzata ... ma quello e' un'extra, l'importante dovrebbe essere l'elaborazione dei vari livelli ... in quel modo, non avrebbe importanza se i segnali avessero intensita' differenti, perche' anche se, ad esempio, il TX "A" avesse un segnale di forza doppia rispetto al TX "B", il momento di passaggio coinciderebbe comunque con il punto piu alto della curva di intensita', indifferentemente dall'intensita' stessa ...

Come sistema di rilevamento veloce che possa funzionare a quelle velocita', e che sia anche "relativamente" semplice ed economico, cosi al volo non mi viene in mente altro ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

bircastri

Ti ringrazio molto per la risposta. Si purtroppo sapevo che i tag funzionano solo se tu passi in un determinato punto e non funzionano a distanze così elevate.

Quindi tu dici di acquistare dei traspettitori di segnare ed una ricevente il tutto compatibile con arduino?

Avevo pensato se fosse possibile e sopratutto se esistesse, una ricevente a filo, mi spiego.

Su Ogni macchina, c'è un trasmettitore collegato ad una antenna la quale trasmette il codice XYZ,.

Su di un determinato punto della pista, metto un filo che copre tutta la larghezza della pista, quando la macchina passa sotto questo punto, l'antenna tocca questo cavo e trasmetterà il segnale.

Non so se ho detto una baggianata oppure una cosa realistica.

Etemenanki

Non servirebbe il contatto ... l'antenna riceverebbe le frequenze RF ... poi sarebbe il resto della circuiteria a fare il lavoro ... ma dubito che esista qualcosa di pronto, e' un'idea che mi e' venuta in mente al volo leggendo il tuo post, e non ho proprio idea se un sistema anche solo simile gia sia usato da qualche parte o meno ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

bircastri

ho parlato con un mio amico che diverso tempo fa realizzò un sistema del genere. Lui (all'epoca probabilmente arduino, non esisteva anni 90), aveva utilizzato le centraline dei cancelli automatici, su ogni auto aveva messo un telecomando con il pulsante ON sempre attivo.
La sua fortuna è che trovò dei telecomandi, il cui campo di azione poteva essere impostato attraverso una sorta di dimmer da 0 a 100cm. Quindi lui impostò il campo di azione a 3/4cm e riuscì ad ottenere il sistema.
Adesso dovrei riuscire ad utilizzare un sistema analogo con i componenti di oggi.

Il suo sistema attualmente non è più fattibile per via dei telecomandi che cambiano sempre codici.

Etemenanki

Per il problema dei codici, basta utilizzare componenti "vecchi", si trovano ancora in vendita ... ad esempio le coppie PT2262 / PT2272 (encoder e decoder a codici fissi per telecomandi apricancello vecchi) ... oppure prendere quei telecomandini del cavolo da pochi Euro che vendono su ebay o aliexpress, che sono a codice fisso, e cannibalizzarli ...

Il problema semmai e' nel sistema di ricezione, che dovra' essere costruito apposta, probabilmente, dovendo essere in grado di gestire piu frequenze diverse ed estrarre le relative intensita' ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up