Go Down

Topic: Modulo Relay oppure Relay SSR oppure ? (Read 804 times) previous topic - next topic

Zietto

Ciao a tutti,

ho provato a fare una ricerca sul forum e su google, ma non ho trovato molto relativamente al mio problema: prima di insultarmi vi prego di ricordare che sono un (ultra) principiante in materia di elettronica.

Vi do qualche dettaglio: sono riuscito a leggere il dispositivo DS1990a ( Link al topic ) e fino a qui tutto ok. Ora voglio controllare un device esterno che può funzionare con una tensione compresa tra i 3 e i 6V DC nello specifico questa ( ma posso anche prenderne un'altra) Link Pompa Acquario ). Dopo una ricerca su internet sono riuscito a trovare moduli che pilotano 220V ( Tipo questo ). Navigando ho anche trovato i moduli relay SSR ( Solid State Relay - sto leggendo documentazione a riguardo ) che dovrebbero essere in grado di pilotare tra i 3V e i 6V ). Ho anche trovato alcuni progetti in cui il basso voltaggio DC veniva gestito con resistenze e transistor oppure con MOSFET.

Mi date una mano a capirci qualcosa ? Quale è la soluzione che utilizza meno componenti su una breadboard ( tipo resistenze e altre cose ) ? Quale relay posso utilizzare nel mio scenario ( quale tipo, Optoisolato,SSR )

Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto e vi chiedo di non insultarmi troppo se ho scritto cose assurde  :D

stefa24

Spesso leggo di problemi creati dai normali rele, verso la scheda.
Comunque optoisolati è sempre un bene.
https://sites.google.com/site/agritronica/
https://sites.google.com/site/t3chconcrete/
https://www.youtube.com/channel/UCnY1DNrSywgadjyqqtbvyew

Etemenanki

I rele' sono "universali", ma essendo carichi induttivi, se non si prendono alcuni accorgimenti possono volentieri disturbare le logiche ...

I "normali" SSR sono quasi esclusivamente progettati e costruiti per funzionare in alternata (non necessariamente con la 240, anche a bassissima tensione, ma sempre alternata), perche' usano un triac come "interruttore", ed i triac si "spengono" solo quando la tensione ai loro capi scende sotto la soglia (in pratica, quando le semionde passano per lo zero) ...

Ci sono alcuni tipi di SSR specifici per continua, che usano mosfet di potenza come interruttori, se ci devi pilotare carichi in DC puoi usare quelli ... pero' considera che con un mosfet e due resistenze, gia hai fatto un circuito di pilotaggio per un carico in DC (una resistenza ed un'opto in piu se le alimentazioni sono separate galvanicamente, mentre invece non ha senso optoisolare se hai due alimentazioni ma che hanno le masse in comune) ... non mi sembrano molti componenti, in fondo ... ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

docsavage

#3
Sep 30, 2017, 11:36 am Last Edit: Sep 30, 2017, 11:37 am by docsavage
Mi date una mano a capirci qualcosa ? Quale è la soluzione che utilizza meno componenti su una breadboard ( tipo resistenze e altre cose ) ? Quale relay posso utilizzare nel mio scenario ( quale tipo, Optoisolato,SSR )

Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto e vi chiedo di non insultarmi troppo se ho scritto cose assurde  :D
Tutto dipende dal carico che vuoi utilizzare, lo stadio di potenza lo devi dimensionare su quello, non su altro

faccio due o tre esempi, ma ci sono sempre delle eccezioni o dei distinguo:

led 1: niente, vai via di uscita arduino
led, tanti: un transistor di potenza dimensionato su corrente e tensione del carico (o anche un FET, stessa minestra)

un carico induttivo, piccolo (esempio la bobina di un relè) un transistor come prima, con accorgimenti contro le extracorrenti, vale a dire diodo in anti-parallelo alla bobina, tieni conto che per i piccoli relè di uso comune per arduino quasi ogni transistor NPN va bene, sono tutti sovrabbondanti, comunque sempre (SEMPRE) fare un dimensionamento, anche solo coi conti della serva

un piccolo motore a corrente continua, come prima

un GROSSO motore a corrente continua: un relè collegato come si deve (transistor + diodo), con accorgimenti contro le extracorrenti

un carico in AC, anche a bassa tensione: un relè, al posto del relè puoi mettere uno SSR

carichi veramente grossi: si usa il fratello maggiore del relè, il teleruttore, quandi li guardi capisci quale serve per le vaccatine e quale per comandare carichi seri come ad esempio le gru di cantiere

ma tieni conto che per carichi appena appena superiori a pochi led la breadboard non ti basta più, per le correnti e per le tensioni in gioco

caso alte tensioni: escluso

E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

Etemenanki

... quandi li guardi capisci quale serve ...
Quindi, per le luci dell'albero di natale, questo potrebbe bastare ?
(:D)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

docsavage

A me no....

ma io abito al polo, ricorda
io telecomando i motorini di avviamento delle motopompe che alimentano i combustori delle centrali turbogas....


per te si, basta che ti ricordi di cambiarlo un anno si a l'altro pure.........
E' stato bello... ma appunto: è stato
Ocio, che adesso c'è qualcuno che dice le stesse cose per le quali mi martellavate... Il tempo è galantuomo

Etemenanki

Io quest'anno sull'albero metto solo un centinaio di lampadine ... queste ...



15KW 1.6 miliardi di candele l'una ... voglio che sia ben visibile (anche da oltre l'orizzionte :P :D)


Comunque, seriamente Zietto, se ci devi pilotare solo quella pompa, un banale transistor BC337 e due resistenze ed hai risolto il problema, senza necessita' di utilizzare rele', SSR, o altro ... ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up