Go Down

Topic: CRONOGRAFO BALISTICO (Read 10636 times) previous topic - next topic

gpb01

#330
Nov 09, 2018, 10:44 pm Last Edit: Nov 09, 2018, 10:44 pm by gpb01
Potrei usare i tasti già esistenti per un soft reset, ovvero istruzioni poer far si che..ad esempio premo tasto dx ed entro 1 sec tasto sx ed il programma si riavvia.
Scopo di questa cosa ? ? ? :o :o :o

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

vince59

RESET soft in caso si voglia far ripartire l'ambaradam...no? come se fosse pigiato il tastino reset di arduino.
Premesso che quando montato su stand alone ci sarà il reset sul pin 1 del chip atmega.

gpb01

#332
Nov 09, 2018, 11:42 pm Last Edit: Nov 09, 2018, 11:43 pm by gpb01
E che lo devi far ripartire a fare ? ? ? :o ... nel loop() hai tute le impostazioni, una volta avviato fai tutto da li ...

Non capisco ... CTRL-ALT-DEL è un concetto che sulla programmazione delle MCU NON esiste ...  :smiley-evil:
... salvo casi estramente particolari, ma in quei casi si usano meccanismi apposta ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

vince59


Etemenanki

... e poi, scusa, a cosa ti servirebbe ? ... basterebbe spegnere e riaccendere ... ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

vince59

Si basta spegnere ed accendere ma mi incuriosiva il reset software dal punto di vista didattico

gpb01

Si basta spegnere ed accendere ma mi incuriosiva il reset software dal punto di vista didattico
... si chiama Watchdog ... per un visione abbastanza completa, dai una letta QUI e poi QUI ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

vince59


Etemenanki

#338
Nov 11, 2018, 04:13 pm Last Edit: Nov 11, 2018, 04:15 pm by Etemenanki
Io intanto mi sono appena scaricato l'ultimo LTSpice, per fare qualche simulazione circuitale sui circuiti e valori che mi ero calcolato ... e si, lo so che un software di simulazione ha poco a che fare con i circuiti reali, ma voglio provare a vedere cosa ne esce dai circuiti che mi ero immaginato, mentre aspetto che mi arrivi un po del materiale che avevo ordinato (l'avevo detto, che mi avevate fatto venire voglia di costruirmene uno :P :D)

Ho anche provato a buttare giu un possibile schema, per ora ovviamente solo di principio, ed una possibile disposizione dei componenti usando uno dei tanti display tipo "2004A" (20x4) che ti tirano dietro su internet per 3 o 4 Euro, ed includendoci anche qualche extra per una versione "alternativa" standalone ... 4 pulsanti, un cicalino, l'accensione dei led IR "a comando" per risparmiare le batterie, poca roba, ma che potrebbe rendere l'hardware magari utilizzabile anche per altri scopi, con un diverso firmware ... ad esempio, tanto per dire la prima che mi viene in mente, un'unita' cronografo portatile tipo start/stop, ma probabilmente potrebbe venire in mente anche qualche altro uso ad altre persone, avendo a disposizione un "coso" con due ingressi interrupt ed un display :P :D ... lo stampato l'ho disegnato grande esattamente come il display, in modo da potercelo fissare dietro con 4 colonnine, ci ho messo pure un LDO, ed e' pure avanzato un sacco di spazio ... questa e' l'impostazione preliminare, solo per dare un'idea ... la definitiva, ovviamente, dopo che avro' fatto un po di test e controllato che funzioni ...



La parte piu o meno completa e' quella che comunque non cambierebbe, anche modificando il circuito di ingresso ... per completare il resto, devo prima fare i test ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

vince59

#339
Nov 11, 2018, 08:29 pm Last Edit: Nov 11, 2018, 09:18 pm by vince59
grande Ete...mi farebbe piacere seguire il tuo progetto. Mica sei di Roma?
Lo schema elettrico è sempre costituito da una barriera IR/FTD e relativo circuito di controllo (opamp)?
la PCB che vedo è lo schermo LCD cui hai aggiunto la componentistica per il "crono"?

Etemenanki

#340
Nov 12, 2018, 09:31 am Last Edit: Nov 12, 2018, 09:32 am by Etemenanki
Ciao, sto in Lombardia ... il PCB e' grosso esattamente come il display, ed e' previsto per montarli uno sopra l'altro direttamente, con 4 colonnine ed un'header per saldarli insieme ... non ho usato quello I2C ne il convertitore, perche' tanto non serviva, c'erano pin che avanzavano e che ho usato per altre cose ed inoltre un chip in meno che consuma energia ... in questo schema, che usa sempre gli opto (ma ho invertito le connessioni di ingresso cosi adesso fornisce impulsi a livello alto al passaggio, e fa anche da filtro antidisturbo e da compensazione piu o meno automatica), ho aggiunto altri due pulsanti (pensavo di usarli tipo up - down - enter - IRon), un cicalino (non si sa mai), l'uscita di pilotaggio con un mosfet per accendere e spegnere a comando i led IR,, un connettore per l'ICSP, ed un regolatore LDO (per poter usare anche comuni pile alcaline da 9V, anche se non dureranno tantissimo) ... e se trovo dei potenziometri a disco (tipo quelli delle vecchie radioline, ma piu sottili), ci metto anche la regolazione del contrasto accessibile dall'esterno ...

Intanto che aspetto i componenti, ho provato a fare qualche simulazione con LTSpice, per la parte opto (simulando il fotodiodo con un transistor NPN pilotato ad impulsi inversi), ed i risultati non sembrano male ... anche aggiungendo intenzionalmente dei disturbi con altri due generatori (7 e 30 Hz insieme, ampiezza 3V), la parte dell'opto continua a funzionare correttamente ignorando i disturbi e generando correttamente gli impulsi ... ovvio, e' sempre una simulazione, finche' non ho i componenti per fare prove "fisiche" piu di tanto non mi fido, ma e' comunque relativamente incoraggiante ... lo schema modificato completo, se tutto va bene, dovrebbe uscire cosi ...



Mancano alcuni valori ma da' l'idea, lo completero' stasera quando rientro, ora sto partendo ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Etemenanki

#341
Nov 13, 2018, 05:22 pm Last Edit: Nov 13, 2018, 05:24 pm by Etemenanki
Nel frattempo ho completato lo stampato (tanto a modificarlo non ci si mette molto, dovendolo fare) ... non ho previsto alcun interruttore sullo stampato, si poteva mettere, ma e' molto piu comodo posizionarlo dove si vuole e collegarlo in serie al filo della batteria ... ho anche fatto il componente per il potenziometro a disco (questo del contrasto, e sostituito i plsanti con un modello piu economico e facile da trovare (questi da 3.8) ... secondo voi, puo essere utile avere ADC6 collegato ad un partitore di tensione sull'ingresso batteria, per controllarne la tensione/carica residua ? ... se si, dovrei riuscire a fare la modifica abbastanza facilmente ...

"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

gpb01

#342
Nov 13, 2018, 05:47 pm Last Edit: Nov 13, 2018, 05:47 pm by gpb01
secondo voi, puo essere utile avere ADC6 collegato ad un partitore di tensione sull'ingresso batteria, per controllarne la tensione/carica residua ?
Non ho visto, che MCU hai utilizzato? Perché magari c'è un'altra soluzione molto più semplice e precisa ... ::)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

vince59

che bello. Ete, Gug dobbiamo brevettarlo  :) .

@ Ete hai un PM incui ti chieo una cortesia...if possible. I am not able to do it!!


Etemenanki

#344
Nov 13, 2018, 06:20 pm Last Edit: Nov 13, 2018, 06:38 pm by Etemenanki
Non ho visto, che MCU hai utilizzato? ...
normale 328P-AU SMD ... comunque la modifica richiede al massimo 10 minuti ...

EDIT: ho fatto prima a farlo che a dirlo :D



Ho anche scollegato AREF dal VCC ed aggiunto il condensatore, cosi si puo attivare il riferimento interno da 1.1V ... con il partitore 330k/33K dovrebbe starci dentro il 9V di una normale batteria consumando quasi nulla ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up