Go Down

Topic: Da relè monostabile a relè bistabile (Read 243 times) previous topic - next topic

ilnerdchuck

Salve ho bisogno di una mano per trasfrmare un relè monostabile a un relè bistabile.
Il mio probmema parte dal fatto che devo utilizzare dei deviatori nel mio circuito per controllare un sistema di led (le fasce da 12V per capirsi) del mio pc e vorrei avere il controllo sia dal telefono in remoto che con un interruttore. Mi chiedevo se al posto di comprare direttamente dei deviatori bistabili (che non saprei nenanche che modello prendere) si potesse convertire questa board (link sotto) in bistabili utilizzandone magari 2 insieme in modo tale da replicare pari pari il funzionamento di uno bistabile.

Link: Board

Grazie in aticipo <3

steve-cr

#1
Nov 14, 2018, 07:34 pm Last Edit: Nov 14, 2018, 07:37 pm by steve-cr
Un relé bistabile è un relé che ha due stati: ON o OFF. Questi due stati sono ottenuti con una ruota dentata che viene azionata CON UN SOLO IMPULSO sulla bobina e che alternativamente sposta il contatto da una parte o dall'altra (se commutatore) oppure in posizione ON oppure OFF (se interruttore).

Nella scheda che usi ci sono solo dei relé monostabili che fanno da DEVIATORE, ma se passi da Arduino il problema non si pone: scrivi un programma in modo che quando premi un pulsante accendi il relé (quindi usi il contatto no) e quando lo premi una seconda volta si spegne (quindi usi il contatto nc).

Se poi il COMUNE lo metti in serie ad un secondo relé potrai anche interrompere il segnale che devi commutare.
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

icio

1) E quello è la versione TOGGLE ,ne esistono almeno altre 3 versioni:
2) tipo SET/RESET con pilotaggio a 2 bobine unipolari
3) tipo SET/RESET con pilotaggio a 1 bobina bipolare
4) tipo SET/RESET con pilotaggio a 1 bobina bitensione

normalmente si considera piu comodo in elettronica usare il tipo 2


ilnerdchuck

Un relé bistabile è un relé che ha due stati: ON o OFF. Questi due stati sono ottenuti con una ruota dentata che viene azionata CON UN SOLO IMPULSO sulla bobina e che alternativamente sposta il contatto da una parte o dall'altra (se commutatore) oppure in posizione ON oppure OFF (se interruttore).

Nella scheda che usi ci sono solo dei relé monostabili che fanno da DEVIATORE, ma se passi da Arduino il problema non si pone: scrivi un programma in modo che quando premi un pulsante accendi il relé (quindi usi il contatto no) e quando lo premi una seconda volta si spegne (quindi usi il contatto nc).

Se poi il COMUNE lo metti in serie ad un secondo relé potrai anche interrompere il segnale che devi commutare.

Ok ora ho capito come funziona meglio. Quindi al posto di usare tutti deviatori nel circuito metto interruttori che accendono e spengono il pin di controllo del singolo relè ?

Etemenanki

#4
Nov 16, 2018, 11:09 am Last Edit: Nov 16, 2018, 11:11 am by Etemenanki
Dipende dalla tua configurazione circuitale ... comunque, tieni presente che per i rele' bistabili a due bobine, avrai bisogno di due pin di uscita (ed ovviamente di due transistor o due canali di un ULN) per ogni rele', uno per ogni bobina (una accende ed una spegne), quindi nel conteggio dei pin necessari dovrai tenerne conto ...

In ogni caso, per poter comandare ogni led o fascia in modo indipendente con due diversi comandi, ti servono dei deviatori, il classico circuito luce a due punti di intervento ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Claudio_FF

Quote from: Etemenanki
per poter comandare ogni led o fascia in modo indipendente con due diversi comandi, ti servono dei deviatori, il classico circuito luce a due punti di intervento
Si se vogliamo che il comando manuale funzioni anche con Arduino spento. Se invece Arduino è sempre acceso allora ogni comando è valido, anche un semplice interruttore di cui si valuterà non lo stato ma la variazione.
* * * *    if non è un ciclo   * * * *
* * * Una domanda ben posta è già mezza risposta. * * *

Etemenanki

Si se vogliamo che il comando manuale funzioni anche con Arduino spento. Se invece Arduino è sempre acceso allora ogni comando è valido, anche un semplice interruttore di cui si valuterà non lo stato ma la variazione.
Si, quello si ... ma dato che lui parlava anche di interruttore "fisico" oltre che di telefono, ho precisato solo per quello ... altrimenti si puo limitare a comandare i rele' sia con il telefono sia con gli interruttori collegati ad arduino, ma in quel caso se lo spegne, non comanda piu nulla ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

ilnerdchuck

Si, quello si ... ma dato che lui parlava anche di interruttore "fisico" oltre che di telefono, ho precisato solo per quello ... altrimenti si puo limitare a comandare i rele' sia con il telefono sia con gli interruttori collegati ad arduino, ma in quel caso se lo spegne, non comanda piu nulla ...
Ho fatto tutto e funzione perfettamente!

SI comunque arduino rimane per tutto il tempo acceso insieme al sistema quindi non si pone il problema se viene scollegato

Go Up