Go Down

Topic: Arduino trim sender (inclinometer per motore barca) (Read 419 times) previous topic - next topic

Galmik

Buongiorno a tutti, devo sostituire il trim sender del motore della mia barca perché rotto, il problema e che è un modello vecchio e di non facile reperimento, volevo quindi costruire uno utilizzando arduino, che voi sappiate devo utilizzare per forza un accelerometro , oppure esiste un quacolsa di diverso.
In pratica devo misurare quanto e l'inclinazione del motore rispetto allo scafo.
grazie

steve-cr

Se il tuo motoscafo fosse fermo basterebbe un inclinometro.
Purtroppo ogni tanto accendi il motore e questo si muove, con annessi e connessi.....
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

steve-cr

.....
In pratica devo misurare quanto e l'inclinazione del motore rispetto allo scafo.
grazie
Sicuro che è così?
Io non mi intendo per niente di scafi, al contrario degli aerei.
Ma se devi misurare l'inclinazione del motore rispetto allo scafo hai due pezzi vincolati da un giunto quindi misuri l'angolo, normalmente, con un potenziometro oppure con una resistenza a nastro o con altre soluzioni.
Ma dubito che sia così.
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Galmik

il sistema prevede normalmente un potenziometro montato su di una parte fissa del cavalletto che regge il motore calettato con la parte mobile la rotazione varia il potenziometro alimentato a 12 che va variare un'indicatore analogico in positivo o negativo a seconda dell'inclinazione, ovviamente essendo un motore marino devo utilizzare componenti stagni, quindi serve qualcosa che misuri l'inclinazione da posizionare in luogo asciutto.

per inclinometro intendi un classico analogico tipo quello che si mette sulle auto o esiste un dispositivo  per Arduino, cercando in rete ho trovato solo inclinometri da fare con accelerometri ma non vorrei che essendo un corpo in moviemento e senza particolari riferimenti fissi (tipo il terreno in caso di auto) non sia cosi semplice come sembra.

in pratica devo misurare l'angolo come il disegno che spero si veda nel link qui sotto


uwefed

Se é una barca vera laschia stare e comprati qualcosa di nuovo, funzionante e omologato.
O stai parlando di un modellino di barca?
Ciao Uwe

Galmik

Barca vera, se trovavo il pezzo nuovo lo compravo ,ma non riuscendo a trovarlo pensavo di costruire qualcosa di analogo

Maurotec

Quote
il sistema prevede normalmente un potenziometro montato su di una parte fissa del cavalletto che regge il motore calettato con la parte mobile la rotazione varia il potenziometro alimentato a 12 che va variare un'indicatore analogico in positivo o negativo a seconda dell'inclinazione, ovviamente essendo un motore marino devo utilizzare componenti stagni, quindi serve qualcosa che misuri l'inclinazione da posizionare in luogo asciutto.
Ma in sostanza si è rotto meccanicamente qualcosa, ad esempio il potenziometro funziona?
Perché se funzionasse il potenziometro che immagino sia protetto da acqua allora lo potresti usare per collegarlo ad arduino ovviamente farai degli esperimenti a barca ormeggiata e solo quando sei veramente sicuro che tutto funziona ed è water prof ti puoi azzardare a testarlo con la barca in movimento.

PS: Io non me ne intendo, ad esempio non ho idea di chi decide la inclinazione corretta e cosa fare se non lo è; ad esempio potrebbe bastare anche dare più o meno gas, quindi non so cosa possa accadere se l'indicatore che realizzi e che credi affidabile improvvisamente ti mostra un valore non reale di inclinazione.

Ciao. 

Galmik

alla fine e più un promemoria per sapere in che posizione e stato lasciato ,non influisce sulla gestione dello scafo che viene fatta più con l'esperienza che con l'esatta posizione del piende, in pratica già ad orecchio si capisce quale è la posizione più corretta da impostare,

credevo fosse meno complicato in fondo volevo "solo" leggere un posizione anche in maniera non precisa , considera che l'indicatore analogico ha le tacche di riferimento ogni 25° circa giusto pre capire che la precisione non e più di tanto necessaria.

Guardando in giro ho trovato dei sensori tipo al mercurio che chiudono il contatto quando intervengono , magari montandoli nella giusto posizione potrei risolvere senza tanti problemi

maxxmazz

Ciao Galmik

riguardo al mondo di Arduino sono nuovo ma al contrario sono più di 15 anni che lavoro in campo nautico proprio nell'assistenza di barche a motore e il primo consiglio che ti posso dare è che se il trim funziona lascia perdere l'indicatore... poi se vuoi giocare:

un accellerometro per leggere l'inclinazione funzionerebbe male per via di rollio beccheggio ecc.

sarebbe da aggiungere un potenziometro sul fulcro dell'inclinazione o un rinvio che si muove all'inclinarsi del motore tipo i cavi della manetta per poi leggere la corsa all'interno della barca ma lo vedo poco pratico come lavoro

un'idea che ti posso dare è usare una maniera empirica: leggere la direzione ed il tempo di pressione del pulsante e da lì calcolare di quanto si è mosso il piede, magari poco preciso ma anche poco invasivo

spero di esserti stato di aiuto

Galmik

sfortunatamente il sender del trim e andato ho provato a sistemarlo ma e completamente ossidato, l'idea del tempo e buona non ci avevo pensato, inoltre non so cosa abbia combinato il precedente proprietario ma cercando il sender di quel motore risulta un prodotto diverso da quello installato che secondo un concessionario sarebbe quello di un 40cv 2t , disponibile in Belgio ma non hanno la scheda tecnica.
Quindi prima di spedire alla cieca preferivo vedere se riuscivo a costruire qualcosa in casa.
ho visto pero degli decoder a potenziometro che potrebbero far al caso mio se trovo dove installarli e se riesco a proteggerlo dall'acqua.

steve-cr

Allora ho capito. Si, il potenziometro in questo caso è necessario, e ce ne sono anche per esterni protetti dall'acqua. L'inclinometro non va bene perché devi vederlo come un filo piombo: se tu acceleri, lui va più indietro della reale inclinazione, ecco perché si usa in combinazione con l'accelerometro.

Se fai una ricerca su google trovi QUESTI e ho solo chiesto "potenziometro IP65".
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

Maurotec

Quote
ho visto pero degli decoder a potenziometro che potrebbero far al caso mio se trovo dove installarli e se riesco a proteggerlo dall'acqua.
decoder ... o Encoder ottici?

Se si tratta di Encoder, devi fare al distinzione tra 'Incrementali" e "assoluto", a te torna più funzionale l'encoder Assoluto.
Comunque entrambe i tipi hanno risoluzioni molto alte che a te non servono anzi ti creano problemi.

Un potenziometro "resistivo" di tipo lineare da circa 10kohm (sconsiglio un valore maggiore) è l'ideale per essere collegato ad arduino senza aggiungere operazionali e altri circuiti. Il problema è renderlo ermetico, non tanto per i contatti che possono essere resinati ma per l'alberino per il quale ti serve un paraolio.

Se il potenziometro ha un asse di metallo liscio e ben tornito potrebbe anche bastare un oring in gomma o silicone (meno attrito) e un contenitore stagno.   

Il range dei valori ADC acquisiti è 0÷1023 su tutto l'arco di rotazione del potenziometro che diciamo sia di 180°,
1023/180 = circa 5,6ADC per grado.
Se per necessità  meccaniche lo fai ruotare di soli 50° partendo dalla posizione centrale di 90° avrai il minimo valore ADC = 5.6 x (90-25) = 364 e il massimo valore ADCmax = 5.6 x (90+25) = 644.

Ciao.

Go Up