Go Down

Topic: Pannello fotovoltaico rotto (Read 160 times) previous topic - next topic

khriss75

Buongiorno,
       mi rendo conto che la mia domanda potrebbe non essere proprio pertinente col forum ma di certo, se riuscissi ad utilizzare questo pannello funzionerà con un progetto arduino che esporrò in caso di soluzione al mio problema.

Ho un pannello fotovoltaico da 280W e causa lavori in box (dove era posizionato in attesa di montaggio) è stato danneggiato: vetro rotto.





Forse dalle foto non si nota, ma il vetro è tutto "sbriciolato" sebbene compatto e ancora adeso alle celle.

Lo posizionerei sul muro di casa, dove ho il terrazzo e quindi no sarebbe direttamente all'acqua. La sostituzione del vetro mi costa più del pannello. Cosa potrei usare per "sigillare" le crepe del vetro? Lo so che perderei efficienza ma meglio che nulla.

Come detto, il pannello verrà integrato in un sistema con arduino: attualmente per gestire una stazione meteo con un server (mini pc + modem/router) ho un alimentatore 12V con batteria tampone da 7Ah. Ho preso il pannello per utilizzarlo con il relativo regolatore MPPT e batteria auto (risparmio :-) ). Arduino dovrebbe gestirmi lo switch tra le due alimentazioni nel caso in cui la batteria del pannello solare scendesse sotto un certo valore.
Come detto, prima di dedicarmi al progetto arduino chiedo qua nel forum se ci sia un modo per "riparare" il pannello che altrimenti verrebbe buttato.

Grazie!

steve-cr

E' ( o, meglio, ERA) un vetro temperato, obbligatorio sui pannelli solari per essere più resistente alla grandine ed agli sbalzi di temperatura e per "esplodere" in milioni di pezzi senza ammazzare nessuno in caso di rotture.
Ti conviene SMONTARLO, togliendo la cornice e tagliando il sigillante con un taglierino: un bravo vetraio sa come fare.
Pochi euro e ritorna come nuovo.
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

khriss75

Provo a sentire un vetraio...
Chiedevo per il fai da te in quanto sentendo alcuni venditori (che ovviamente devono vendere i pannelli) dicevano che era meglio sostituire tutto.
Come detto a me servirebbe un minimo di impermeabilizzazione visto che non lo monterei sul tetto ma di certo eventuale umidità sarebbe problematica.

Grazie per il consiglio e buona domenica!

steve-cr

Ecco perché ti ho consigliato un vetraio: il sistema è uguale a quello di un vetrocamera, cioè canalina sigillata con butile e poi sigillatura esterna con silicone bicomponente.
L'unico problema sarà farti temprare una lastra di vetro a misura (devi rivolgerti ad una vetreria che ha forni di tempra) ma se metti un vetro antisfondamento non cambia molto.
Il vetraio stesso ti saprà consigliare meglio cosa mettere in sostituzione.
Un pannello così sfiora i trecento euro quindi conviene assolutamente ripararlo (il vetro costa dai 15 euro/mq in su).
Vecchi ricordi di quando progettavo e programmavo intere linee di produzione vetrocamera...
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

gpb01

Ogni volta devo ricordardvi il REGOLAMENTO, punto 16.11 ... 

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Go Up