Go Down

Topic: progetto caffè ai clienti con barcode (Read 726 times) previous topic - next topic

settantasi

Ciao a tutti
sono nuovo del forum di arduino...e in generale sono nuovo del mondo di arduino.
Sono un ragioniere\programmatore conosco ed apprezzo il sistema arduino ma non l'ho mai approfondito.
Temo che per realizzare la mia idea ora mi serva "approfondire" !!!

ECCO LA MIA IDEA....se la ritenete folle ditemelo:

ho un attività commerciale (garden center) ed ho 1200\1500 clienti con la mia tessera fedelta con bar code su cui i clienti accumulano credito in base agli acquisti.

Ho nella mia attività un distributore automatico , di quelli con lettore chiavetta, della ditta BUONRISTORO.

Mi è venuta l'idea (malsana direte voi) di offrire il caffè gratis a tutti i miei clienti dotati di tessera, a prescindere dal credito accumulato.

Ho spiegato alla buonristoro la mia idea e manco l'hanno capita....
E quindi ecco che penso ad Arduino.

Prendo un minipc Arduino, ci collego un lettore di barcode ed un attuatore elettromeccanico.
Costruisco un sostegno che mi tenga la chiavetta (precaricata di credito) imboccata nella apposita fessura.

Scrivo il software, ci carico tutti i codici ean delle mie tessere clienti.
Quando il cliente passa la tessere davanti all'occhio del lettore il software riconosce il codice a barre e attiva l'attuatore elettromagnetico che spinge la chiavetta nella sua sede e permette la selezione del caffè.

Dopo tot secondi l'attuatore si disattiva fino alla successiva lettura del codice a barre.
Ovviamente il cliente ha diritto ad un solo caffè al giorno per cui se fa il "furbo" il suo bar code viene riconosciuto e fino al giorno dopo niente caffè.

Che dite ?
fattibile ?
a me sebrerebbe di si, senza neppure spendere una follia...forse 100\150 euro bastano per il mini pc, il lettore e l'attuatore.

Che ne pensate?


gpb01

Buonasera,
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione tutto il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :)

Guglielmo

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell'apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. ;)
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

settantasi

hai ragione.... :smiley-confuse:  :smiley-confuse:
è che quando ho una idea in testa vado dritto come un treno....

presentazione fatta

torn24

Ciao! E' la prima volta che sento usare barcode con arduino, ma sembra possibile e ci sono anche librerie per farlo, gli esempi e la documentazione sono pochi o assenti, per cui può risultare difficile farlo senza una spiegazione di come si usa una libreria ecc..

Cosa intenti per miniPC arduino, arduino è una scheda con microcontrollore non un PC, almeno che non parli di arduino yun, ma basta una scheda arduino UNO!

Per il resto sarebbero cose comuni con arduino, come azionare un motore o servo, usare un RTC per sapere data del giorno, magari un modulo SD per salvare i barcode degli utenti e poi poterli confrontare...

Il tutto è possibile ma complesso!Io penso che sia un pastroccio :) e non lo farei, nel senso che un sistema dovrebbe essere fatto da una parte elettronica e una software, adesso andiamo a inserire fisicamente una chiavetta con attuatori per fare funzionare una macchina elettronica, non è un bel lavoro.

AmericanDreamer

io la penso come torn24
lascia stare il meccanismo, troppo complesso
il tuo problema sta nello aggiungere un "sistema di pagamento" al distributore
in ditta dove lavoro è stato fatto (e per caso li ho seguiti io, come manutentore dello stabilimento)
non lo fai tu, lo fa il "gestore" del distributore
che non è il costruttore, ma la ditta che viene a caricare il caffe e scaricare i soldi
il costruttore della macchinetta non fa il "sistema di pagamento" (lettore di chiavette, monetine, banconote o che sia)
sono costruiti a parte, e tra macchinetta e gettoniera (o lettori vari) c'è un'interfaccia standard, che prevede anche più sistemi di pagamento assieme
ma lo deve fare il gestore, anche perché il tutto deve essere in regola con la normativa fiscale (adesso hanno un numero di codice univoco, la connessione dati, tutto uno sfrucugliare di cose...

ti costa di meno prendere una macchinetta a cialde e lasciare li un vassoio di cialde

fabpolli

Mi sembra meccanicamente un mezzo delirio, se qualcuno con una sua chiavetta volesse acquistare qualcosa non potrebbe perché in questo modo la tua sarebbe sempre posizionata davanti alla fessura (anche se non inserita) e non permetterebbe l'inserimento di un'altra chiavetta. Se questo caso non fosse coerente con la tua situazione, ergo nessuno inserisce una chiavetta, resta il fatto che se il distributore non è presidiato ti forzeranno il meccanismo per inserire la chiavetta a piacere a meno di non mettere il tutto dentro una scatola che lo renda fisicamente impossibile. Ma nasce il problema di quando il tecnico viene per la manutezione/rifornimento, che fai ogni volta monti e smonti tutto, non credo che accettino di farti fissare con vito o altro un tuo dispositivo su un loro distributore dato in comodato d'uso.
A mio modo di vedere esiste una soluzione forse più costosa ma potenzialmente percorribile... Buonristoro ha un app che permette ad un cellulare collegato a mezzo BT di usarlo come "chiavetta", quindi tu posizioni un cellulare anche scarso (100€ al max) nelle immediate vicinanze del distributore, La parte Arduino resta identica tranne che l'attuatore fa muovere una "penna" di quelle con il puntale capacitivo, quando leggi la tessera la penna si avvicina, fa connettere il cellulare con il credito al distributore, e si ri allontana dopo un secondo. A questo punto l'utente ha 15/20/30 secondi per far partire l'erogazione. Trascorso il tempo che decidi la penna si riavvicina per un secondo al display facendo disconnettere il cellulare dal distributore. Non tocchi in nessun modo il loro distributore e gli utenti non vedranno null'altro che un lettore barcode dentro una scatola che nasconde il funzionamento. Inoltre se arriva un cliente con la sua app può tranquillamente collegarsi al distributore in quanto con questo sistema la tua app si collega solo quando serve.

doppiozero

ti costa di meno prendere una macchinetta a cialde e lasciare li un vassoio di cialde
penso anche io, poi se vuole automatizzare può fare il distributore di cialde con barcode  :) sempre che non esistano già belli e pronti
Runtime Clock Manager -- https://github.com/duezero/RCM---Runtime-Clock-Manager
GPX datalogger -- https://github.com/duezero/GPX-datalogger

fabpolli

Sono d'accordo anch'io che la soluzione macchina+distributore cialde sarebbe l'alternativa meno dispendiosa ma, c'è un ma, quando firmi il contratto standard con Buonristoro c'è un vincolo che impedisce l'utilizzo di macchine erogatrici differenti dalle loro nella medesima azienda. Adesso non so se anche nel suo contratto c'è tale vincolo ma se è un contratto standard la soluzione della macchina a cialde non è percorribile

Etemenanki

sta tutto a controllare sul contratto se il vincolo riguarda tutti i tipi di distributori, oppure solo quelli a pagamento ... perche' in quel caso, le macchine con le cialde NON sono distributori a pagamento ... ;)  :smiley-twist:
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

fabpolli

sta tutto a controllare sul contratto se il vincolo riguarda tutti i tipi di distributori, oppure solo quelli a pagamento ... perche' in quel caso, le macchine con le cialde NON sono distributori a pagamento ... ;)  :smiley-twist:
purtroppo si, macchina a cialde in uso a poche persone che si portavano le cialde da casa... rimossa

speedyant

Anche se la cialda è di una tipologia non distribuita?
A questo punto "al diavolo" la macchina distributrice, si va solo di cialde.

steve-cr

Non è una brutta idea.
Ma eviterei l'attuatore con la chiavetta: sulla scheda madre puoi bi-passare l'ingresso della gettoniera o della chiavetta ed eroghi il caffe (è anche il piedino di test della macchina).
Puoi parlarne col tecnico del distributore automatico, magari sono anche interessati...
Forse il problema maggiore è il bar code reader, ma su Aliexpress ho trovato questo .
Samantha Cristoforetti: "Mi fai fare un giro sul tuo ultraleggero?". "Certamente, però piloto io !"

fabpolli

Anche se la cialda è di una tipologia non distribuita?
A questo punto "al diavolo" la macchina distributrice, si va solo di cialde.
E' complessa la cosa, la macchina eroga anche capiccini, the, ecc. che con la macchina a cialde non hai, hai solo caffé o intrugli tipo ginseng. In rari casi anche qualche tipologia di the ma capuccini, mocaccini ecc. no quindi in democrazia ha vinto il distibutore, perché "Le esigenze dei molti contano più delle esigenze dei pochi, o del singolo" (cit.)  :)

Etemenanki

dipende dalle cialde ... un'amico aveva perfino quelle del brodo vegetale, nel pacchetto di start fornito dalla ditta (ce ne siamo accorti quando ne ha usata per sbaglio una convinto di farmi un the ... :P :D)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

docdoc

Concordo con tutte le obiezioni precedenti.

In un grande magazzino vicino casa mia offrono il caffè gratis a tutti i clienti, il modo è semplice: alla cassa (se lo chiedi) ti danno un gettone, che tu metti nella macchinetta al posto della moneta e automaticamente ti permette di selezionare solo il caffè, ma senza pagare nulla. Chi vuole invece usa monete, banconote, o chiavette e prendere quello che vuole.

Mi sa che fai prima a contattare il gestore della macchinetta se anche loro possono attivare un meccanismo del genere.
Alex "docdoc" - ** se ti sono stato d'aiuto, un punto karma sarà gradito, clicca su "add" qui a sinistra, vicino al mio nome ;) **

Go Up