Go Down

Topic: Realizzare un sistema che aiuti ad inserire i componenti nella breadboard (Read 261 times) previous topic - next topic

Trimboard

Salve a tutti.
Avendo problemi di coordinazione alle braccia, per una tetraparesi, incontro estrema difficoltà nell'inserimento ed estrazione dei componenti elettr. nella breadboard. Pensavo così di realizzare un braccio robotico o altro sistema che si muova sulle coordinate cartesiane in grado di assolvere questo difficile compito. Naturalmente dovrebbe saper raddrizzare i piedini di resistenze, diodi ecc. per poi infilarli nei fori.
Vi sembra un progetto fattibile?
In attesa di buoni consigli e indicazioni, vi ringrazio.

Datman

Benvenuto, Trimboard! :)

Per cortesia, come da regolamento, per prima cosa presentati nell'apposita discussione spiegando bene quali esperienze hai in elettronica e programmazione, affinché possiamo conoscere la tua esperienza ed esprimerci con termini adeguati.

Poi leggi attentamente tutto il regolamento e impegnati a rispettarlo.

Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non avrai fatto la presentazione, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :)

Grazie
Gianluca
Hi,I'm Gianluca from Roma.I play&work with electronics since I was16(1984).
After 25yrs of maintenance on cameras&video mixers,since 2013myJob is HDTVstudios design.
Since Jan2015 IPlayWith Arduino:bit.ly/2F3LPWP
Thanks 4 a Karma if U like my answer


Arco_500

Visto che l'inserimento dei componenti sulla breadboard deve essere estremamente preciso devi progettare una meccanica senza giochi, non facile da realizzare, altrimenti dopo 2 spostamenti ottieni già un errore che non permette di azzeccare i fori.

Datman

Hi,I'm Gianluca from Roma.I play&work with electronics since I was16(1984).
After 25yrs of maintenance on cameras&video mixers,since 2013myJob is HDTVstudios design.
Since Jan2015 IPlayWith Arduino:bit.ly/2F3LPWP
Thanks 4 a Karma if U like my answer

Trimboard

@Arco_500
E sì, dovrebbe essere precisa come una macchina di quelle usate nelle industrie, della quale non ho trovato disegni tecnici utili per un adattamento obbistico, ma forse è meglio partire da cose più semplici e alla portata di mano. Modificare una stampante applicandogli un carrello di precisione che muoverà la breadboard sull'asse y. Il meccanismo che si muove sull'asse x dovrà essere fornito di un motore a due "dita" che prelevano i componenti da dei caricatori posteriori in grado di eseguire la pre-curvatura esatta dei piedini, secondo la distanza dei fori decisa dall'utente.
Per i collegamenti a filo, potenziometri, transistor e altro peseremo ad un braccio meccanico esterno.
Sembra facile, ma non è difficile.

Trimboard

@Datman
È quasi paradossale che l'elettronica venga incontro alle persone disabili solo con ausili da utilizzare e resti preclusa nella sua parte sperimentale e progettuale. m :)

gpb01

...
Vi sembra un progetto fattibile?
...
Fattibile forse è anche fattibile, ma, di sicuro, NON con un semplice Arduino ...

L'inseriemnto di componenti TTH (through the hole) è una di quelle cose che anche i grossi produttori di circuiti stampati cercano di evitare alzando notevolmente i costi ripetto a circuiti che utilizzano solo SMD, perché, in funzione dei componenti, spesso è necessario il montaggio "manuale" e NON automatico.

In ogni caso, non solo occorre una estrema precisione nel orientamento del componente (spesso si usano telecamere per individurare il componente e metterlo nel verso giusto), ma NON è affatto banale anche il problema dell'inserimento nei fori del CS (ancora peggio su una breadboard in cui occorre anche applicare un determinata forza per inserire, ma NON piegare, i reofori).

Insomma, NON credo proprio sia una cosa realizzabile "amatorialmente" se si vuole ottenere una cosa che sia veramente funzionante ... se si vuole costruire un "giocattolo" che una volta funziona e dieci no ... allora il discorso cambia.

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Trimboard

@gpb01
Crredo tu abbia ragione. Intanto penso a sviluppare in linea di massima i disegni meccanici, poi contaterò qualche ingegnere elettronico di qualche azienda per vedere bene cosa si può fare.
Grazie.

docdoc

@Trimboard visto che comunque il computer è per te utilizzabile mi sembra, credo che potresti anche iniziare utilizzando un simulatore come quello su TinkerCad Circuits dove, previa registrazione gratuita, potrai impostare in linea di massima il circuito e simularlo in maniera più o meno realistica (il simulatore ha comunque alcuni limiti, ma è un valido supporto in molti casi). Tra l'altro ti permetterebbe di sviluppare il software o almeno un suo prototipo, incluso lo schema delle connessioni e la lista dei componenti.
Alex "docdoc"
- "Qualsiasi cosa, prima di rompersi, funzionava"

Trimboard


Go Up