Go Down

Topic: [OT ITA] Lo spamm bar (Read 2769434 times) previous topic - next topic

nid69ita

my name is IGOR, not AIGOR

gpb01

Search is Your friend ... or I am Your enemy !

fabpolli

Tra tecnologia e nostalgia: torna il computer VIC-20
E' stato il primo personal a entrare in casa su cui ho mosso i primi passi nella programmazione, avevo circa 9 anni  :)

maubarzi

Io i miei primi passi li ho mossi con un Amstrad.
Poi, all'ITIS ho studiato lo Z80 perchè era molto comune ed economico, testuali parole del prof dell'epoca: "lo trovi anche nelle patatine"! Alla fine ho scoperto che era proprio il micro dell'amstrad che mi aveva svezzato alcuni anni prima.

Maurizio
Nessuna buona azione resterà impunita!

Preistoria -> medioevo -> rinascimento -> risorgimento -> rincoglionimento!

fabpolli

Io all'ITIS arrivato in terza il prof di sistemi e automazione ha proposto un sondaggio su cosa preferissimo studiare in laboratorio, la scelta era tra assembler più "facile" Z80 o direttamente assembler x86 su PC.
Alla fine ha visto l'x86 lo Z80 l'ho visto solo sotto forma di valigia con breadboard incorporata in laboratorio ma mai usato. In effetti lo Z80 era posizionato in moltissimi oggetti tra cui il GameBoy in cui gestiva il comparto audio stereo

maubarzi

#25775
Jul 02, 2020, 04:01 pm Last Edit: Jul 02, 2020, 04:01 pm by maubarzi
Si, anche io lo Z80 l'ho visto pallettizzato come hai descritto tu, da noi, poi, l'x86 è stato scartato subito, abbiamo studiato un po' l'architettura e le istruzioni del 68000 considerata più pulita e pura rispetto all'intel, ma prima ci siamo fatti un po' le ossa con lo Zilog delle patatine ;)
Bei tempi quelli!

Maurizio
Nessuna buona azione resterà impunita!

Preistoria -> medioevo -> rinascimento -> risorgimento -> rincoglionimento!

nid69ita

#25776
Jul 02, 2020, 05:05 pm Last Edit: Jul 02, 2020, 06:10 pm by nid69ita
A casa Z80 e subito dopo Atari 800XL     (1982) 
A scuola Z80 (sistemi e automazione), mentre per informatica c'era PDP11 ma dalla quarta superiore arrivarono gli Olivetti M24.       (1985 mi pare)
my name is IGOR, not AIGOR

gpb01

#25777
Jul 02, 2020, 05:26 pm Last Edit: Jul 02, 2020, 05:28 pm by gpb01
Sono un po' più vecchio di voi ...
... a parte tutte le esperienze con F8 fairchild, 4004 Intel e la prima scheda fatta con il 8080, il primo "computer" assemblato comprato è stato un Apple II con i due floppy al quale poi ho aggiunto la scheda "USCD Pascal" ... parliamo della fine degli anni '70, inizio anni '80 :D



Ho ancora tutto gelosamente conservato, con gli imballi originali, i floppy e i manuali ... roba da collezionisti ;)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

nid69ita

#25778
Jul 02, 2020, 06:14 pm Last Edit: Jul 02, 2020, 06:16 pm by nid69ita
Da wikipedia ma senza fonte:
"L'Intel 4004 è uno dei chip più ricercati nell'area del collezionismo. I più preziosi sono i 4004 dorati e bianchi, con visibili le cosiddette "tracce grigie" sulla zona bianca (il package originale). Nel 2004 questi chip sono stati venduti intorno ai € 400 su eBay.
Le versioni leggermente meno preziose sono i chip bianchi e dorati senza le tracce grigie, che hanno una quotazione tra i € 200 e i € 250. Altri chip ricercati dai collezionisti sono gli Intel 4040"
my name is IGOR, not AIGOR

gpb01

#25779
Jul 02, 2020, 06:28 pm Last Edit: Jul 02, 2020, 06:29 pm by gpb01
L'Intel 4004 è uno dei chip più ricercati nell'area del collezionismo ...
... ma veramente ? ? ? :o :o :o   ... devo andare a vedere quanti ne ho in cantina ;D

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

maubarzi

Mai e dico MAI dire dove tieni certe cose  ;D

E comunque ti facevo più tipo da cose di quest'altro tipo



 :smiley-twist:

Maurizio
Nessuna buona azione resterà impunita!

Preistoria -> medioevo -> rinascimento -> risorgimento -> rincoglionimento!

gpb01

#25781
Jul 02, 2020, 10:55 pm Last Edit: Jul 03, 2020, 07:22 pm by gpb01
E comunque ti facevo più tipo da cose di quest'altro tipo ...
... sai ancora quante ne ho buttate in un cartone :D



  ... ed ho ancora uno di questi:


... chi se li ricorda? ;D

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

nid69ita

#25782
Jul 03, 2020, 10:06 am Last Edit: Jul 03, 2020, 02:23 pm by nid69ita
Un disco rigido di un pdp11 ?    ne ricordo identici da 64MB
my name is IGOR, not AIGOR

gpb01

... forse li usavano anche i PDP11 ... quello è un Disk Pack, io li usavo sulle macchine di Burroughs (... attuale Unisys, dopo che Burroughs si è comprata Sperry Univac).

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Etemenanki

#25784
Jul 03, 2020, 06:46 pm Last Edit: Jul 03, 2020, 06:46 pm by Etemenanki
Heheh ... le "lavatrici" a dischi era un bel po che non le vedevo piu :P ...

Io da buon anticonformista, iniziai con un DAI, principalmente perche' all'epoca era l'unico che gestiva i potenziometri analogici come input, oltre che per la grafica (ben 4 colori contemporaneamente da una palette di 16, che lusso ... andarlo a dire adesso a quelli che dicono che una Geforce RTX super con 8G DDR6 fa schifo, serve almeno la Ti con 11Giga se vuoi "apprezzare la dinamicita' fluida dell'animazione dei singoli pixel", come disse tempo fa un commentatore di videogiochi in TV :P :D), i vari interrupt gestibili e l'audio stereo ... credo di averlo ancora in qualche scatolone ... poi mi buttai su un'Atari 260ST, che in meno di una settimana, grazie a due simm di recupero da 128, del biadesivo ed un po di ponticelli di filo (i chip singoli per le espansioni "regolari" costavano ancora troppo) si trasformo' magicamente in un 520ST :P :D ...



> maubarzi: un "coso" simile sono sicuro di averlo gia visto, ma non riesco a ricordare se era un'organo automatico o un telaio da ricamo automatico ... propenderei per l'organo, data la lunghezza del nastro che si vede nella cassetta (mi sembra che i telai che usavano i nastri di schede avessero molte meno schede nel nastro, con fori disposti piu simmetricamente), ma non ne sono sicuro ...
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

Go Up