Go Down

Topic: Info su motori DC con inversione di rotazione (Read 210 times) previous topic - next topic

cerealkiller

Salve a tutti, 

Presentazione del progetto: Ho necessità di controllare mediante Arduino UNO la velocità di rotazione e più importante il senso di rotazione di un motore DC 12 V (non so ancora se a spazzole o senza). Cercando sul web ho visto diversi pareri e questo mi ha generato ancora più confusione. 

Ad esempio nel caso di un motore senza spazzole alcuni affermano che sia possibile invertire le polarità mediante l'utilizzo di un relè, altri lo sconsigliano affermando che il motore potrebbe rompersi e che invece la soluzione sia l'utilizzo di un ESC che permetta l'inversione di spinta o rotazione. 

Quello che vi chiedo è se qualcuno può fare chiarezza in merito a questo e se possibile consigliare qualche sito, testo, PDF chiaro (anche in inglese) che spieghi nel dettaglio quali siano le soluzioni più adatte. 

Purtroppo non sono molto esperto di elettronica e mi farebbe comodo una direzione da seguire.

Come sempre, Grazie e buona serata a tutti! 

Standardoil

Premetto che io motori DC senza spazzole non ne ho mai visti


Comunque, per motori eccitati in parallelo e/o a magneti permanenti un bel ponte ad H e fine della storia


Che motore è?
Non presurrò più la buona fede di chi:
NON indenta, USA la classe String o NON esegue le ricerche
E di chi non risponde alle domande Tante volte è stato segnalato che è sbagliato, quindi NON sono in buona fede
Non bado a studenti, che copino altrove

icio

Premetto che io motori DC senza spazzole non ne ho mai visti
Meglio precisare: motori DC A DUE FILI non li hai mai vistI perché non esistono, esistono invece a 3 o più fili

Standardoil

Bah


Non intendo discutere
È evidente che non hai le idee chiare
Non presurrò più la buona fede di chi:
NON indenta, USA la classe String o NON esegue le ricerche
E di chi non risponde alle domande Tante volte è stato segnalato che è sbagliato, quindi NON sono in buona fede
Non bado a studenti, che copino altrove

gpb01

#4
Jan 12, 2021, 08:43 pm Last Edit: Jan 12, 2021, 08:50 pm by gpb01
Meglio precisare: motori DC A DUE FILI non li hai mai vistI perché non esistono, esistono invece a 3 o più fili
... mi sa che c'è qualche fraintendimento ... motorini DC con 2 fili si trovano tranquillamente ...

                 

... ma magari non è quello di cui parla l'OP o di cui parli tu icio ... ::)

Guglielmo
Search is Your friend ... or I am Your enemy !

Etemenanki

Se hanno 3 fili sono brushless (il controller e' in continua, i motori no) ... se hanno piu di 3 fili, 99% di possibilita' che siano stepper (ed anche qui serve il controller) ... motori DC e basta hanno 2 fili ...

A meno che tu non intenda GROSSI motori DC industriali a spazzole, che possono avere anche 4 fili, rotore e gabbia ... ma la vedo dura attaccarli ad Arduino, che non funziona a 400V ;)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.

cotestatnt

Speriamo che almeno ora le idee si siano un po' schiarite  :smiley-wink:

icio

#7
Jan 14, 2021, 12:20 am Last Edit: Jan 14, 2021, 12:24 am by icio
Meglio precisare: motori DC A DUE FILI non li hai mai vistI perché non esistono, esistono invece a 3 o più fili
Intendevo dire motori DC a 2 fili SENZA SPAZZOLE non esistono

Se si legge TUTTO il mio #2 si capisce bene che è riferito alle spazzole, comunque è vero, bisogna sempre mettersi nei panni di chi legge, quindi potevo evitare di essere frainteso

Standardoil

Come giustamente fatto notare dal diavolo del silicio:
Per quelli è il 'controller' che è a corrente continua, non il motore

Adesso aspettiamo lo OP per sapere esattamente cosa cerca?
Non presurrò più la buona fede di chi:
NON indenta, USA la classe String o NON esegue le ricerche
E di chi non risponde alle domande Tante volte è stato segnalato che è sbagliato, quindi NON sono in buona fede
Non bado a studenti, che copino altrove

icio

#9
Jan 14, 2021, 10:00 am Last Edit: Jan 14, 2021, 10:01 am by icio
Posso pensare che i dubbi di cerealkiller siano dovuti al fatto che anche motori a 3 fili sono chiamati BL-DC quindi un principiante può credere che siano motori alimentabili in corrente continua

Bisogna dire che il termine ESC Elettronic Speed Control è un acronimo molto generico usato recentemente soprattutto per i motori a 3 fili BLDC senza spazzole su modellistica aerei e droni e sulle ebyke, su quest' ultime sono comuni anche motori Dc a 2 fili con spazzole,

Circa l' inversione di rotazione sui motori DC a 2 fili , quindi con spazzole, si può fare con un paio di rele , uno a doppio scambio DPDT, + uno a singola via SPST per il ON/OFF, al posto di quest'ultimo se serve la variazione di velocità si può sostituire con un MOSFET o BJT pilotato in PWM, se il PWM è generato da un microcontroller quest'ultimo può pilotare anche il DPDT dell'inversione di moto introducendo i ritardi per evitare il scintillio di commutazione del relè e anche la rampa di velocità per il soft-start del motore, non può comunque frenare il motore, se serve il freno si tira via i relays e si usa un ponte a 4 MOSFET o 4 BJT.

Circa l'inversione di moto nei BLDC a 3 fili questo viene fatto economicamente da un ESC come quelli che hai usato nel rover sottomarino l'anno scorso, che provvede a soft-start e freno

Go Up